DI PIETRO, NON FARE IL BERLUSCONIANO !


di Giovanni Chianta

Ormai, nessuno riesce più a capirci niente sulle strane dinamiche che nascono e muoiono dentro il Parlamento e i partiti. Anche l’IDV non fa eccezione, visto che è a dir poco discutibile l’atteggiamento di Antonio Di Pietro nei confronti di alcuni suoi colleghi di partito. Perché, è davvero assurdo oltre che ipocrita, l’atteggiamento di chi, giustamente critica le malefatte degli altri partiti ma poi uccide la dialettica di partito sulle presunte malefatte che avvengono nell’Italia dei Valori. Perché Tonino, antiberlusconiano doc, non deve commettere il fatale errore di fare del suo partito una sorta di partito antiberlusconiano nella forma ma berlusconiano nella sostanza.

Tutta la polemica su una presunta questione morale all’interno dell’IDV è nata dopo una lettera polemica di Luigi De Magistris, Sonia Alfano e Giulio Cavalli indirizzata ai “capi partito”. Nella lunga lettera, tra le altre cose, si può leggere: ““In molti, da più parti, ci chiedono di prendere posizione, di esprimerci su quanto accaduto negli ultimi mesi all’interno dell’Italia dei Valori. Ce lo chiede la base di questo partito, straordinariamente attiva e senza timori reverenziali. Ce lo chiedono i nostri elettori, anche quelli che di questo partito non sono. E ce lo chiede, prima di tutto, la nostra coscienza. E’ a loro e ad essa che oggi parliamo.Oggi una questione morale c’è ed è inutile e dannoso negarlo. Noi non possiamo tacere. La maggior parte della “dirigenza” dirà che con queste nostre parole danneggiamo il partito, altri che danneggiamo il presidente Di Pietro, altri ancora che siamo parte di un progetto eversivo che vuole appropriarsi dell’Idv. Noi crediamo che questo invece sia un estremo atto di amore per tutti gli iscritti, i militanti e i simpatizzanti dell’Italia dei Valori. Al presidente chiediamo solo una cosa: si faccia aiutare a fare pulizia. Ci lasci lavorare per rendere questo partito quello che lui ha pensato e realizzato e che ora qualcuno gli vuole togliere dalle mani.”

La risposta dei “capi partito” non si è fatta attendere, per Donadi questa lettera è stata “una pugnalata alle spalle”, mentre Di Pietro, seccato, ha risposto così, ai tre non allineati : “Alcune persone ci hanno lasciato, altre persone si sono dimostrate non all’altezza, a volte non all’altezza morale, della situazione, e noi le abbiamo anche espulse. Però, insisto, non è che chi critica ha sempre ragione. Ha volte chi critica è interessato a prendere lui stesso il posto di chi viene criticato. Voglio tranquillizzare tutti sul fatto che, piano piano, l’acqua sta diventando pulita, e più l’acqua diventa pulita e limpida, più dobbiamo essere orgogliosi dell’Italia dei Valori”.

Ovviamente sarebbe stupido oltre che ingeneroso, visto che Di Pietro e l’IDV rappresentano l’unica vera opposizione al regime mediatico berlusconiano, anche solo paragonare lontanamente Di Pietro a Berlusconi, ma non si può negare che Di Pietro si comporta in pieno stile Berlusconi quando fa capire, con atteggiamenti e dichiarazioni più o meno esplicite, che il partito è una sua proprietà e tutti coloro che hanno un’opinione diversa, all’interno del partito, sono dei complottisti.

La paura degli elettori dell’IDV è quella che i vertici di partito non diano ascolto alle esigenze della base; l’errore più grande di un partito è l’emarginazione del diverso pensiero, l’idea che chi ha un’ opinione differente su una o più tematiche  non sia una risorsa ma una minaccia, uno che ti vuole fare le scarpe.

  Ma i vari De Magistris, Alfano e Cavalli non sono per nulla dei complottisti, hanno semplicemente parlato di problemi reali. E’ stato un gravissimo errore da parte di Di Pietro non essersi interessato ai curriculum, non certamente da IDV, di gente come Scilipoti o Razzi. I tre, temono che questo “disinteressamento” possa ripresentarsi anche in futuro, per questo motivo, lanciano un grido di allarme,  prima che sia troppo tardi. Perché, Di Pietro pare essersi dimenticato che un conto è rivolgersi agli elettori berlusconiani, gente cieca, muta e sorda, gente che perdonerebbe tutto a Berlusconi in nome di una fede amorale chiamata berlusconesimo; un conto è rivolgersi agli elettori dell’IDV, gente che vota questo partito perchè non sopporta proprio il berlusconismo e le sue diaboliche dinamiche. Di Pietro non può non sapere che “i giustizialisti” non perdonano nulla ne a Berlusconi ne a tutti quelli che si comportano come Berlusconi, Di Pietro compreso.

Gli elettori dell’IDV chiedono semplicemente che Di Pietro stia più attento nelle scelte, che dia più spazio ai giovani, che faccia dell’IDV un partito nel quale ognuno può pensarla diversamente senza essere considerato “uno che ti vuole fare le scarpe”. E poi, nemmeno Di Pietro può avere il posto assicurato da leader di partito, il partito non è una monarchia assoluta in stile berlusconiano, per evitare il rischio di monarchia, basterebbe fare le primarie per scegliere leader e candidati anche nell’IDV.

Una replica a “DI PIETRO, NON FARE IL BERLUSCONIANO !”

  1. HO GIA COMMENTATO IN ALTRA SEDE.DICO: ” CI STIAMO FACENDO DEL MALE”
    IL Presidente Di Pietro si è autoflaggellato ad Anno Zero. Chi non ha compreso è in mala fede.
    La strada scelta dai tre ( De Magistris e soci) mi lascia senza parole. la via scelta e sfruttata dalla stampa avversa ci fara’ perdere consensi, poiche la gente resta confusa. per favore GESTITE MEGLIO QUESTE VICENTE.iL SCILIPOTISMO NON E’ DA INCOLPARE A DI PIETRO CHE PER QUANTI TORTI POSSA AVERE QUESTO E’ INESISTENTE
    CONSIGLIATEGLI INVECE DI APPARIRE MENO INCAZZATO NELL’ESPORRE I FATTI DI CUI SAPPIAMO ABBIA MILLE RAGIONI.

    эротический массаж

    Харьков

    Харьков

    Харьков

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: