Per Favore Bombardateci! Una Guerra Umanitaria Anche per l’Italia (e’ satira ovviamente)


Rivolgo un appello al nobel per la pace Barak Obama e, perché no, anche a mister Sarkozy e ai suoi colleghi europei.
L’Italia vive, ormai da troppi anni, in una sostanziale dittatura: una dittatura non formalmente riconosciuta, ma fatta di tanti soprusi, ingiustizie e leggi costruite ad hoc per garantire determinati privilegi, fino ad arrivare ad una legge elettorale che consente ad un gruppetto di non più di dieci persone di nominare l’intero Parlamento e, di conseguenza, ogni altro incarico, pubblico e privato. Una cosa chiamata “democrazia” ma che di democratico non ha proprio niente.
Una strana dittatura che non sparge il sangue dei propri cittadini. Non direttamente almeno. Però i cittadini muoiono a causa di questa dittatura.

Muoiono mentre lavorano perché non si controlla la sicurezza nei luoghi di lavoro; muoiono sulla strada perché non si investe in formazione e sicurezza stradale; muoiono nelle carceri perché la situazione è talmente invivibile che le persone si suicidano; muoiono di malattie che non sarebbe necessario curare se si facesse una prevenzione seria; muoiono schiacciati dalla criminalità organizzata che invece di essere combattuta viene portata nelle istituzioni; muoiono perfino gli imprenditori che si suicidano perché non riescono a far sopravvivere le proprie aziende. I cittadini italiani muoiono perché questa dittatura non si preoccupa dei problemi delle persone ma solo di continuare a fare feste a sfondo sessuale, ingrassare i propri portafogli, garantire privilegi per una cerchia ristretta di persone.

Una dittatura in cui è permesso manifestare la propria protesta, basta poi non lamentarsi se si torna a casa con la testa rotta da una manganellata. Una dittatura che garantisce anche l’esistenza di un’opposizione, la quale, probabilmente in segno di gratitudine, se ne guarda bene dal mettere in difficoltà il governo.

Una dittatura solo apparentemente diversa da quella, purtroppo, presente in tanti paesi del mondo: Arabia Saudita, Cina, Corea del nord, Birmania, Libia e tanti altri. La vera differenza è che questi regimi non si nascondono dietro una maschera ipocrita, ma si mostrano per quello che sono. L’Italia invece si spaccia per democrazia e pretende di sedere al fianco di paesi autenticamente democratici.

Per questo rivolgo a voi una preghiera. Come state facendo ora per la Libia, e negli ultimi anni avete fatto per altri paesi, portate un po’ di democrazia anche in Italia: scatenante una guerra umanitaria a suon di missili (intelligenti o no non ha alcuna importanza, tanto qui nessuno si accorge della differenza). Un bombardamento a tappeto sarebbe veramente salutare: la dittatura scomparirebbe, la democrazia seminata dalle bombe troverebbe terreno fertile per attecchire, e il nostro povero paese potrebbe sbocciare a nuova vita. Inoltre potreste avere l’occasione di partecipare con le vostre aziende alla ricostruzione, in modo da recuperare i soldi spesi nella guerra.
Per voi non sarebbe un grande impegno; considerata la situazione potreste sbrigare la faccenda in poche settimane, in fondo gran parte dell’Italia è da ricostruire già oggi. Se poi (scusate se mi permetto di darvi consigli) utilizzaste armi chimiche potreste ottenere un effetto ancora più marcato e duraturo, eliminando un buon numero di italiani, da sempre la peggiore tragedia di questo paese.

Milioni di italiani sofferenti attendono il vostro intervento. Non deludeteli: bombardateci!

Articolo di ilBuonPeppe

http://www.mentecritica.net/

14 risposte a “Per Favore Bombardateci! Una Guerra Umanitaria Anche per l’Italia (e’ satira ovviamente)”

  1. che minchione che sono a perdere tempo a leggere questa CAZZATA.

    "Mi piace"

    1. Se lo dici tu, comunque non ti buttare giu’, c’è di peggio !

      "Mi piace"

  2. e’ una provocazione di mentecritica. Ovviamente non sapendo come contestare il contenuto si dice che e’ una cazzata. Senza spiegare perche.

    "Mi piace"

  3. […] Rivolgo un appello al nobel per la pace Barak Obama e, perché no, anche a mister Sarkozy e ai suoi colleghi europei. L’Italia vive, ormai da troppi anni, in una sostanziale dittatura: una dittatura non formalmente riconosciuta, ma fatta di tanti soprusi, ingiustizie e leggi costruite ad hoc per garantire determinati privilegi, fino ad arrivare ad una legge elettorale che consente ad un gruppetto di non più di dieci persone di nominare l’intero Pa … Read More […]

    "Mi piace"

  4. Un articolo veramente idiota e realmente fascista.

    "Mi piace"

    1. PENSARE CHE CHI HA SCRITTO L’ARTICOLO (NON IO) E’ COMUNISTA E FA CHIARAMENTE DEL SARCASMO (ma vedo che poche persone lo capiscono ).

      "Mi piace"

  5. io l’ho trovato molto ironico,mi è piaciuto. bravo

    "Mi piace"

    1. meno male che qualcuno ha capito che e’ ironico.

      "Mi piace"

  6. Non mi limito a scrivere che questo articolo è una cazzata, semplicemente perchè non voglio scrivere anche io “una provocazione di mentecritica”. Ma credo comunque che un’articolo del genere sia vergognoso. Come si può scrivere un’articolo in cui si invitano popoli alla guerra? Come si può scrivere un’articolo invitando politici a praticare un genocidio e a sterminare una nazione, per il semplice scopo di portare la democrazia?Come si può chiedere una guerra che inevitalbilmente porterebbe al massacro un popolo?L’Italia sicuramente sta attraversando un periodo politico ridicolo, e di certo gli Italiani non sono un popolo modello, ma non scrivete articoli in cui invitate i popoli a praticare la guerra, perchè evidentemente non sapete ancora bene cosa voglia dire una guerra, cosa voglia dire morire in una guerra, quali siano le conseguenze di una guerra, quante vite muoiono in una guerra. Pochi giorni fa guardando il TG, una persona a me cara mi ha detto: “gli uomini non hanno imparato nulla dal passato”. E leggendo questo articolo non posso che non dar ragione a questa persona: viviamo in un’epoca che dal passato non ha imparato assolutamente nulla.

    P.S. Andate a chiedere a chi ha perso un familiare in guerra, a chi in questo momento in Libia sta vedendo i propri familiare morire per una bomba sopra la testa, ai poveri cittadini che sopra le loro teste non vedono più un cielo fatto di stelle, ma di aerei francesi, italiani, canadesi, spagnoli che cosa pensano di questo articolo e del vostro invito ai politici a praticare un genocidio…

    Comunque ho perso il mio tempo così.. buona notte 😉

    "Mi piace"

    1. ma mente critica sta facendo sarcasmo. Non e’ un invito alla guerra. Ma che dici? e’ sarcasmo..SARCASMO…SATIRA…PROVOCAZIONE.

      "Mi piace"

    2. parli con chi e’ pacifista da 20 anni. Ma poi basta leggere l’inizio..”Rivolgo un appello al nobel per la pace Barak Obama ” che gia questo basterebbe per capire che si fà del SARCASMO su Obama che ha preso il premio nobel per la PACE e promuove una guerra….ma te no. Sei partito con il predicozzo senza leggere e capire nulla. Andiamo bene.

      "Mi piace"

      1. Fare dell’ironia sulla guerra, per chi ne ha vissuti gli orrori, è incomprensibile e macabro.
        Io, che ho vissuto anni in brasile dove la delinquenza comune tuttora causa giornalmente più morti di quelli che causava la guerra irachena, quando torno nella mia casa in veneto, come un extracomunitario, mi sembra di essere in un paradiso a dispetto di tutti i problemi che tu vedi. Comunque rispondendo, sarcasticamente, alla tua richiesta direi che nessuno avrebbe interesse di prendersi in toto questa patata bollente, piuttosto la smembrerebbe prendendosi i pezzi più prelibati. Chi ha orecchie per intendere intenda.

        "Mi piace"

  7. Beh, come si fa a non capire la natura sarcastica di questo articolo? Anche io ho pensato alla soluzione di una nostra invasione da parte della Germania. O all’intervento degli extraterrestri.
    Questo è un articolo che pone il problema di come possa essere difficile effettuare un cambiamento nel nostro paese.
    Su ragazzi, cogliete l’amara ironia di quanto sta scritto e smettetela di commentare come se tutto quello che ci sta scritto possa essere un invito alla violenza., addirittura al genocidio. E’ un insulto alla vostra intelligenza.

    "Mi piace"

    1. grazie Alex. Sottoscrivo quello che hai detto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: