LA LETTERA DI STEFANIA PEZZOPANE A RITA DALLA CHIESA, PER DIRE NO ALLA PROPAGANDA MEDIASET


 

L‟assessore alla Cultura e alle Politiche sociali Stefania Pezzopane, dopo la puntata della trasmissione “Forum” nella quale due ospiti hanno parlato della situazione all‟Aquila e dopo il dibattito che ne è seguito, ha scritto una lettera alla conduttrice Rita Dalla Chiesa.

 

“Gentilissima dottoressa Dalla Chiesa – si legge nella lettera – le scrivo, da donna a donna, in ragione della stima che da sempre nutro nei suoi confronti, come persona e come professionista, nella certezza di trovare riscontro e comprensione. Lei, da persona che ha avuto un‟esperienza così forte del dolore, potrà comprendere il disagio mio e di tutti i cittadini aquilani, dopo la puntata di “Forum” andata in onda ieri. Durante la trasmissione persone che, mi risulta, nulla hanno a che vedere con L‟Aquila, hanno parlato della situazione attuale, facendone un quadro distorto e assolutamente non veritiero. Noi tutti che, a due anni dal sisma, di cui a giorni andremo a commemorare l‟anniversario, viviamo quotidianamente il dramma e la desolazione di vedere la nostra città distrutta e abbandonata, ci sentiamo offesi e presi in giro. La nostra, oggi, è un‟esistenza precaria, in case provvisorie e scuole promissorie, senza i nostri luoghi, i nostri spazi, la nostra stessa identità di comunità che fatica a ritrovarsi. Gli anziani giocano a carte sotto le pensiline degli autobus e i bambini hanno, come spazio di gioco, solo i centri commerciali. L‟economia è al tracollo, l‟occupazione in affanno e temiamo che i nostri giovani abbandonino la città se non partirà la ricostruzione, non solo quella strutturale, ma anche quella sociale ed economica. Come amministrazione comunale facciamo il possibile e anche di più, ma non è facile senza una vera autonomia, poiché il potere di decidere è nelle mani dei commissari, e senza certezza di fondi, che arrivano con il contagocce anche per l„assistenza alla popolazione. La città che vive quotidianamente tutto questo, con famiglie che hanno perso il lavoro e devono pagare i mutui sulle case crollate, si è sentita ferita e vilipesa. Per questo la invito a venire all‟Aquila per vedere con i suoi occhi come si vive qui e che cos‟è stato il nostro terremoto. Sono certa che il suo sguardo di giornalista acuta e intelligente e la sua sensibilità di donna sapranno cogliere e comprendere la realtà dei fatti e restituire la giusta verità al nostro dramma”.

 

23 risposte a “LA LETTERA DI STEFANIA PEZZOPANE A RITA DALLA CHIESA, PER DIRE NO ALLA PROPAGANDA MEDIASET”

  1. […] a vedere articolo: La lettera di stefania pezzopane a rita dalla chiesa, per dire no alla propaganda mediaset Aggregato il   27 marzo, 2011 nella categoria Comparazione, Economia, Online, Prestiti […]

    "Mi piace"

  2. Dottoressa!!… squardo di giornalista acuta e intelligente!!….. La signora Pezzopane è stata fin troppo gentile e diplomatica con questa cialtrona che si titola dottoressa e che di professionalita ne possiede davvero poca.Questa gallina da pollaio ha svenduto l’onorabilità del cognome che porta ad un colluso mafioso dimenticando che la mafia ha trucidato suo padre e la sua compagna.Io l’avrei denunciata insieme alla sua trasmissione di merda per certificate falsità mandate in onda.

    "Mi piace"

    1. Sottoscrivo in pieno ogni tua parola !

      "Mi piace"

      1. Concordo…un atto di “sciacallaggio” come questo i poveri Aquilani non se lo meritavano…vabbè che stiamo entrando in campagna elettorale, ma la sciura Rita poteva pensarci due volte prima di insultare la memoria di suo Padre…e non venga a dirci di non chiamarlo in causa…! Non si vergogna?!?

        "Mi piace"

      2. Sottoscrivo in pieno anche io e voglio esprimere la mia piena solidarietà alla popolazione Aquilana che oltre al terremoto è stata oggi violentata pubblicamente.

        "Mi piace"

    2. Sei parente della pezzopane ? ah si ,quello del ramo pezzidimmerda

      "Mi piace"

      1. x pasquale… non ti rispondo perchè io con il tuo cervello mi ci faccio un bel frullato la mattina.

        "Mi piace"

    3. Quanto odio becero nelle vostre parole. La cultura di Facebook vi ha tolto il più elementare senso della discussione rispettosa, da dietro il vostro bel 17 pollici vi permettete ogni insulto e magari davanti vi inchinate proni a qualsiasi ingiustizia vera vi capiti davanti. Andate su Wikipedia e leggete cosa sta scritto alla voce democrazia. Provate a chiedere l’amicizia anche al vostro cervello, ogni tanto.

      "Mi piace"

  3. Mi hai tolto le parole di bocca… una donna del genere è un disonore per una famiglia che tanto si è battuta per la giustizia e contro la mafia, solo per rispetto al cognome che porta non avrebbe dovuto chinare il capo di fronte ad un uomo che è la sintesi di tutto ciò contro cui Dalla chiesa padre e figlio si sono battuti, seguo forum ed è triste vedere l’ipocrisia di questa donna!!

    "Mi piace"

    1. Hai fatto bene a sottolineare anche la diversa natura del fratello Nando: uomo serio, intelligente e perbene, lontano anni luce dal mondo ipocrita rappresentato dalla sorella.

      "Mi piace"

  4. Concordo con voi tutti, l’assessore è stata fin troppo gentile con questa gente che non merita buona educazione perchè non la pratica.
    Trovo questa vicenda fortemente squallida così come quella del falso esperto di impianti fotovoltaici apparso a striscia la notizia.
    Come diceva quel personaggio di “quelli della notte” siamo proprio terra terra!

    "Mi piace"

  5. concordo con tutti voi. speravo che in qualche maniera, anche fasulla, si esprimessero le scuse agli aquilani nel programma odierno- lo stò seguendo, la Rita ha un aspetto molto risentito e si è permessa già una battuta poco felice in risposta ad una affermazione sulla causa in corso, fatta da una delle oche starnazzanti che fanno parte degli opinionsti… che ha esordito dicendo agli altri “non sò che causa state seguendo..” al che lei ha ribadito “sono in tanti che non sanno che cause seguono” più o meno. l’unica soluzione seria è una bella denuncia che solo la Pezzopane e gli aquilani possono fare.

    "Mi piace"

  6. […]   L‟assessore alla Cultura e alle Politiche sociali Stefania Pezzopane, dopo la puntata della trasmissione "Forum" nella quale due ospiti hanno parlato della situazione all‟Aquila e dopo il dibattito che ne è seguito, ha scritto una lettera alla conduttrice Rita Dalla Chiesa.   "Gentilissima dottoressa Dalla Chiesa – si legge nella lettera – le scrivo, da donna … Read More […]

    "Mi piace"

  7. spiegazioni in corso… ha chiesto contatto con la pezzopane.

    "Mi piace"

  8. ma la suddetta signora ricordatevi che ha anche mandato i peluche per i bambini!!!!!!!!!!!!!!
    quindi cosa dire di una persona che si giustifica con una frase così.
    Scusatemi ma dopo questa io posso solo dire POVERA ITALIA

    "Mi piace"

  9. La Pezzo….pane chi; ahhh, quella che si era data un gran daffare per comparire sorridente abbracciata a Geoge Clooney ed Obama in visita ai terremotati: era anche salita su uno sgabello per essere all’ altezza ma oltre a quello e fomentare qui pagliacci delle carriole non ha fatto, giustamente gli abruzzesi l’hanno caccita dalla carica di governatrice ma il partito un posto da assessore te lo trova sempre, i parassiti sono tenaci.

    "Mi piace"

  10. La replica della Dalla Chiesa è stata ancor più imbarazzante..in trasmissione oggi ha letto legge la scheda con le informazioni come se fosse un caso vero..ma Rita quella è un’attrice, una che ha preso 300 euro per dire fregnacce pro Berlusconi nell’intervento in Abruzzo dopo il terremoto! Piangi e sviolini su quanto ha fatto Forum per l’Abruzzo …i peluches per i bambini nel tendone ….svegliaaa! il punto della questione è la manipolazione dell’informazione, messaggi propagandistici artefatti che passano attraverso programmi televisivi di Mediaset molto popolari..hai capito? Scendi dal pero!!

    "Mi piace"

    1. si era una figurante pagata 300 euro.
      http://multimedia.lastampa.it/multimedia/in-italia/lstp/32994/
      L’Aquila è ricostruita, la vita nella città è ricominciata: parola di Marina, che partecipa alla trasmissione “Forum” di Rita Dalla Chiesa per discutere della separazione dal marito. Dichiarazioni che suscitano polemiche, prima su Facebook poi con la denuncia dell’assessore alla Cultura dell’Aquila Stefania Pezzopane: è una finta terremotata, pagata 300 euro per recitare una parte. La signora, 50 anni, non è dell’Aquila, vive a Popoli con il marito: insieme gestiscono un’agenzia funebre. Intervistata in proposito, Marina dichiara: “Io non c’entro nulla. Ho chiesto di partecipare alla trasmissione e quando gli autori hanno saputo che ero abruzzese, mi hanno chiesto di interpretare quel ruolo”. La conduttrice Rita Dalla Chiesa risponde: “Sono sempre stata equidistante. Ho fatto puntate interi sugli aiuti, ho persino mandato i peluche ai bambini. Sulla vera identità della signora Villa: “Alzo le mani, non posso chiedere a tutti la carta di identità”.

      "Mi piace"

  11. E con che faccia farà le scuse dopo aver partecipato al giochetto del suo “padrone” ???

    Dovrebbe vergognarsi di farsi chiamare giornalista….

    "Mi piace"

  12. Mediaset stà censurando i video.

    http://www.agoravox.it/La-falsa-terremotata-Chiedo-scusa.html
    La conduttrice si commuove e difende il suo programma, la sua persona e quanto fatto in aiuto degli Aquilani. Si smarca dalle polemiche politiche ma convince poco quando cerca di sostenere la veridicità dei fatti narrati nel suo programma.
    Come se non bastasse la censura Mediaset si abbatte, di nuovo, sulla rete e su YouTube. Era già successo con l’intervista di Ruby con Signorini, cancellata perché in palese contrasto con quanto affermato al TG1; ora tocca ai video caricati dagli internauti con l’interpretazione della sig.ra Villa: da poche ore non sono più disponbili. Ci sarebbe da chiedersi come mai non succeda anche per le altre trasmissioni RTI, ma temiamo di conoscere già la risposta.

    "Mi piace"

  13. anche questo video e’ stato censurato.

    Questo video non è più disponibile a causa di un reclamo di violazione del copyright da parte di R.T.I..
    Siamo spiacenti.

    "Mi piace"

  14. “A latere delle polemiche c’è da registrare un comunicato stampa del capogruppo Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto, pubblicato nei commenti del quotidiano online Quotidiano d’Abruzzo. Vi si legge: “Avverto tutti coloro che hanno postato commenti diffamanti sull’operato del Governo e del presidente Silvio Berlusconi, che i vostri IP sono registrati e i commenti saranno trasmessi alla polizia postale con le relative querele per ciascuno”. Nonostante la minaccia nemmeno tanto velata, lo sfogo degli aquilani sta continuando ”
    Mi sento di aggiungere che anche, e soprattutto, molte offese ,rivolte alla signora Dalla Chiesa,sono diffamanti,esageratamente violente e querelabili. Invito,pertanto,tutti, a moderare i toni. Esiste un doveroso rispetto per il prossimo che deve sempre guidare l’espressione delle nostre opinioni e dei nostri giudizi ,al di là del torto o della ragione.

    "Mi piace"

    1. Certo che bisogna rispettare il prossimo e le offese violente non sono mai accettabili. Aggiungerei però che appunto perche bisogna rispettare il prossimo (e in questo caso gli aquilani) che e’ nato lo scandalo.
      Non sono accettabili le forme di censure come quella minacciata dal comunicato. Perche e’ censura e non altro.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: