Restiamo umani (omaggio a Vittorio Arrigoni)


Invece non ce l’ha fatta. Vik aveva un sogno, anzi un’utopia (dichiarata), era il suo slogan di battaglia: “restiamo umani”. E’ stato ucciso da autentiche bestie che non hanno rispettato neppure se stessi, giustiziandolo addirittura prima dell’ultimatum. Istintivamente mi ricorda la tragica fine di Baldoni, altro fantastico sognatore. Enzo andava in giro per il mondo difficile, Vik aveva scelto un luogo: la striscia di Gaza, era diventato il difensore di pescatori e contadini, combatteva nel modo più sconvolgente, con un’arma potentissima, la parola. Evidentemente “pace” è una parola pericolosissima e a trentasei anni hanno deciso di chiudergli la bocca per sempre. Vik mi ricorda Enzo anche per quell’ultimo video che evoca paesaggi irakeni e ricorda, se mai ce ne fossimo dimenticati, la ferocia degli integralisti islamici. Il paradosso della morte di Arrigoni è proprio questo: ucciso dai palestinesi che amava e che aiutava. Rileggo, come con Baldoni, le email che da anni ci scambiavamo, soprattutto le prime quando mi regalava grande amicizia per il solo fatto di diffondere le sue avventure. Un ragazzo pulito, pieno di idee strane. Per esempio quella di far smettere le guerre.

CARO,  CARO VITTORIO, AMICO MIO, FIGLIO MIO, RICORDI QUANDO QUELLA SERA, LA PRIMA SERA IN CUI TI CONOBBI, NELLA MISERA E SPOGLIA STANZETTA , COL PAVIMENTO IN GRANITO, DOVE AVEVAMO STESO MATERASSI PER POTER DORMIRE, NOI DELLA MISSIONE : ERAVAMO GIUNTI LI’, A GAZA,  DOPO UN VIAGGIO DI DUE GIORNI, CON LA PAURA CHE LE BOMBE ISRAELIANE RIPRENDESSERO A CADERE….MACERIE OVUNQUE, DOLORE,  BAMBINI MUTILATI, MISERIA, FAME….ENTRASTI TU, DA QUELLA PORTA, MI GIRAI;  GLI ALTRI TI VENNERO INCONTRO, TI ABBRACCIARONO, TI SORRISERO;   POI, RIVOLTI A ME, CI PRESENTARONO:   RENZA, INFERMIERA , E’ QUI PER AIUTARE….VITTORIO, QUESTA E’ RENZA….  IO TI GUARDAI, TI STRINSI LA MANO, PERPLESSA; E CHIESI : MA CHI SEI TU?  SI GIRARONO TUTTI , VERSO DI ME, QUASI STRANITI. MA COME, NON SAPEVO CHI ERI? COM’ERA POSSIBILE, TUTTI SAPEVANO CHI ERA …VITTORIO…CHI? ARRIGONI.  QUASI MI SENTII A DISAGIO, MA DEL RESTO, IO VENIVO DAL MIO OSPEDALE ITALIANO, NELLA VECCHIA FIRENZE,SEMPRE FRA DOLORI E SOFFERENZE; COSA VUOIMAI CHE SAPESSI  DI COSA SUCCEDEVA IN …..PALESTINA. ANZI, PER ME , COME PER MOLTI, PALESTINA ERA …..SINONIMO DI ISRAELE.

(QUANTE NE HO IMPARATE DI COSE, GRAZIE A TE , DA ALLORA!!). EBBENE,CARO VITTORIO , RICORDI QUANDO A QUEL PUNTO GLI AMICI PRESENTI, RIDENDO, MI CHIESERO:” MA COME, NON SAI CHI E’ VITTORIO!!!?? PROVA UN PO A INDOVINARE…..”   BHE’,DUE SECONDI PER PENSARE, ME LI PRESI. SOLO CHE L’UNICA COSA CHE MI VENNE IN MENTE DI DIRE……SBOTTAI:” HAI DETTO ARRIGONI? BHE’, FORSE QUELLO DEI ” PELATI”!!?POMODORI!?” FU COSI CHE VIDI LA TUA DELUSIONE, CELATA DA UN SORRISO…E CAPII CHE AVEVO SPARATO UNA …CASTRONERIA. IN COMPENSO TUTTI I PRESENTI SI PIEGARONO DALLE RISATE, E….DA LI’ IN POI S’IMPEGNARONO TUTTI A DIMINUIRE LA MIA”IGNORANZA” STORICO-POLITICA.  A CUI TU HAI CONTRIBUITO, OGNI GIORNO TRASCORSO INSIEME, PER LE STRADE MARTORIATE DELLA “TUA” GAZA. ED OGNI SERA QUANDO STANCHI RITORNAVAMO IN QUELLE STANZETTE ,E  RIUNIVAMO I NOSTRI PENSIERI, LE NOSTRE ESPERIENZE, COL TUO MAL DI SCHIENA FEROCE, RICORDI QUANDO SCOPRISTI LA POSSIBILITA’ DI USUFRUIRE DI MASSAGGI PROFESSIONALI DALLA SOTTOSCRITTA….”SI’, TI DISSI, SONO ANCHE MASSOFISIOTERAPISTA DIPLOMATA..” COME FOSTI CONTENTO, A FINE SEDUTA TI SENTISTI RIAVERE, E NON FINISTI PIU’ DI RINGRAZIARMI…..COL RISULTATO CHE , INTORNO A NOI, SI FECE “LA CODA”, COME ALLE POSTE: TUTTI AVEVANO UN “DOLORE”, UNA “CONTRATTURA”..E COSì TUTTE LE SERE, FRA I RACCONTI DI  BOMBE, SI ELARGIVANO CURE FISIOTERAPICHE…CARO VITTORIO, MI RIMANE DI TE UN DOLCE RICORDO, ASSIEME A QUEL PUPAZZETTO CHE MI DONASTI: “QUEL PICCOLO BAMBINO CHE CON LE MANI  DIETROLA SCHIENA, GIRA LE SPALLE AL MONDO……COME IL MONDO GIRA LE SPALLE A TUTTI QUEI BAMBINI…” UN SIMBOLO DELLA TUA PALESTINA..

COSI’ TU MI SPIEGASTI, COSI’ TU INSEGNASTI AD UNA COME ME, POVERA IGNORANTE OCCIDENTALE, QUAL’E ‘LA VERA UMANITA’: NON LA MIA, DISPERSA FRA I BIANCHI LETTI DI UN MODERNO OSPEDALE…MA PIUTTOSTO L’UMANITA’ DI UN GIOVANE UOMO, CON L’ETA’ DI MIO FIGLIO,CHE HA SAPUTO AMARE INCONDIZIONATAMENTE ,OLTRE SE’ STESSO,FINO A DONARE LA PROPRIA VITA, AI PIU’ MARTORIATI  E OPPRESSI FIGLI DI UN …ALLAH MINORE.

GRAZIE, VITTORIO, GRAZIE ANCHE A TUA MADRE,  CHE HA SAPUTO CREARE UN FIGLIO DIVERSO, SPECIALE, QUASI UNICO. GRAZIE A TE, GIOVANE UOMO STRAORDINARIO, CHE HAI VOLUTO DONARE PER SEMPRE I TUOI SOGNI AL VENTO DEL DESERTO DI GAZA, QUEL VENTO CHE NON MANCAMAI DI SOSPINGERELE NUBI OLTRE I CONFINI DELLA LIBERTA’;

E MENTRE I GABBIANI, SCACCIATI DALLE BOMBE, RIPRENDONO A VOLARE …ACCOMPAGNERANNO IL TUO PENSIERO ELA TUA ANIMALASSU’, OLTRE OGNI CATTIVERIA UMANA, OGNI CRUDELE SOFFERENZA,DOVE , FORSE, TROVERAI UN MONDO…GIUSTO.  NON TI DIMENTICHEREMO.  RENZA MARTINI

fonti  :  http://pinoscaccia.wordpress.com/2011/04/15/restiamo-umani/#comment-10143

http://acidcamera.wordpress.com/2011/04/15/quella-sera-a-gaza/

IL BLOG DI VITTORIO ARRIGONI

http://guerrillaradio.iobloggo.com/

3 risposte a “Restiamo umani (omaggio a Vittorio Arrigoni)”

  1. Ciao Vittorio, resterai sempre nei nostri cuori insieme a gli altri che hanno e lottano ancora per restare umani.

    "Mi piace"

  2. […] Invece non ce l’ha fatta. Vik aveva un sogno, anzi un’utopia (dichiarata), era il suo slogan di battaglia: “restiamo umani”. E’ stato ucciso da autentiche bestie che non hanno rispettato neppure se stessi, giustiziandolo addirittura prima dell’ultimatum. Istintivamente mi ricorda la tragica fine di Baldoni, altro fantastico sognatore. Enzo andava in giro per il mondo difficile, Vik aveva scelto un luogo: la striscia di Gaza, era diventato il dife … Read More […]

    "Mi piace"

  3. Grazie Vittorio !!! Grazie a te , adesso ho aperto gli occhi !! ora vedo , ora capisco , ora So ! La tua morte non e’ stata vana,parlero’ di te hai miei figli e i miei figli parleranno di te ai loro figli. Non ti dimenticheremo mai !! Vorrei essere come te,ma non riesco ….e questo mi fa male ! Grazie !!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: