da quanti punti parte un leghista?


In due anni dovranno imparare come funzionano il Parlamento e il Governo, cosa dice la Costituzione, come si usa un congiuntivo, quali sono le regole civiche del nostro Paese. Dopodiché gli stranieri regolari che hanno chiesto il permesso di soggiorno faranno la conta dei ‘crediti acquisiti’. Una sorta di “pagella dell’immigrato”. Con almeno trenta punti,Continua a leggere “da quanti punti parte un leghista?”

Il Partito delle occasioni perdute


  di Gianluca Bellentani Chi ama farsi del male in natura viene chiamato autolesionista….in politica invece prende il nome di PD : non ci credete ? Proviamo ad analizzare i fatti accaduti negli ultimi periodi….. Dopo mesi e mesi passati ad urlare slogan ad effetto che pero’ di effetto non hanno alcunche’ del tipo ‘’ Berlusconi svergogna il Paese’’ ( e chi e’ che non ha fatto una legge sul conflitto d’ interessi ? ) alle elezioni amministrative i candidati di centro destra prendono una solenne batosta e perdono citta’ importanti comeContinua a leggere “Il Partito delle occasioni perdute”

Ma quando finiscono i titoli di coda di questo brutto film?


E ‘ un po’ di tempo che non so più che dire. Non ce la faccio a ripetere sempre le stesse analisi. Dopo il voto per i sindaci e per il referendum che ha portato un po’ di aria pura, si è tornati come se niente fosse nel tanfo del regime ormai crollato. Ma quantoContinua a leggere “Ma quando finiscono i titoli di coda di questo brutto film?”

FANNO SCHIFO (Valter Binaghi)


Frocio. Finocchio. Busone. Culattone. Checca. In questo paese di navigatori e poeti i termini con cui si indica l’omosessuale sono numerosi e pittoreschi, con un numero infinito di varianti vernacolari, ma il valore che vi si attribuisce è generalmente denigratorio, quando non di aperto disprezzo, e passa presto ai fatti: l’insulto, il pestaggio. Il machismoContinua a leggere “FANNO SCHIFO (Valter Binaghi)”

I martiri di Oslo


Erano perlopiù ragazzi al di sotto dei vent’anni. Settantasei le vittime, tra l’attentato di Oslo e la carneficina dell’isola di Utoya. Solo pochi hanno un’identità e un volto. Man mano che si riconoscono i cadaveri il mosaico umano, pubblicato da Dagbladet, si va completando con i tasselli mancanti, volti e nomi ancora sconosciuti. [foto daContinua a leggere “I martiri di Oslo”

Omofobia, chissenefrega se…


Una ragazza di 26 anni, a Napoli e in pieno centro storico (piazza Bellini) è stata presa a calci e a pugni, rischiando di perdere un occhio, nel tentativo di difendere un ragazzo omosessuale dall’assalto di un gruppo di skinheads (23 Giugno 2009); Un uomo, a Roma, fuori dal Gay Village, ha accoltellato due ragazziContinua a leggere “Omofobia, chissenefrega se…”

Borghezio e le… sane idee


Borghezio non si smentisce. Fascista, amico dei fascisti difende le idee che definisce “sane” che hanno animato il massacratore di Utoya in Norvegia. In un’intervista pubblicata dall’agenzia di stampa agenparl, il politico leghista afferma “Il “no” alla società multirazziale, la critica dura alla viltà di un’Europa che pare rassegnata all’invasione islamica e financo la necessitàContinua a leggere “Borghezio e le… sane idee”

Utoya: Il bersaglio eravamo noi.


di Davide Sardo Sul massacro che si è consumato lo scorso venerdì 22 luglio in Norvegia mancano ancora di numerosi dettagli. Il quadro che abbiamo a disposizione permette già, tuttavia, alcune considerazioni. Al momento sappiamo di 93 vittime, 97 feriti (di cui 10 in condizioni gravi) e 5 dispersi, e di un solo attentatore, AndersContinua a leggere “Utoya: Il bersaglio eravamo noi.”

Breivik è tra noi


C’è un silenzio che urla più dell’orrore di Oslo. E’ quel cupo silenzio della Chiesa che non sa esprimere  la normale, solerte, a volte rituale  pietas per le vittime della strage e soprattutto non sa prendere la parola per dirci che il fondamentalismo cristiano di Breivik, è un errore, una deviazione, un’allucinazione. Un silenzio diContinua a leggere “Breivik è tra noi”

Dieci, cento, mille nazioni come la Norvegia.


Molti di noi a leggere il profilo del cristiano fondamentalista hanno riconosciuto la matrice patologica che si annida in luoghi strutturati e “ben” frequentati come Militia Christi, Forza Nuova, il sito Pontifex e alcune frange della Lega Nord passando persino per l’UDC. Chi fa parte della comunita’ omosessuale italiana legge ogni giorno dichiarazioni naziste eContinua a leggere “Dieci, cento, mille nazioni come la Norvegia.”

Il delirio di Andres Behring Breivik


Chi, come Andres Behring Breivik, pensa che il mondo sia da ripulire da islamici, gay, comunisti o quant’altro, non sa riconoscere che il mondo in cui vive non è quello delle proprie fantasie. Per sua natura, il mondo è diversità e nelle diversità risiede la propria energia e la ricchezza della razza umana. Non c’èContinua a leggere “Il delirio di Andres Behring Breivik”

GENOVA 2001/2011 la Storia ha dato ragione ai NoGlobal


“Voi otto, noi sei miliardi”: era un po’ spavaldo lo slogan che in poco tempo diventò il leitmotiv delle proteste contro il G8 a Genova nel 2001. Ma grazie alla mobilitazione di migliaia di persone riusciva a racchiudere l’assoluta novità di quel movimento che contestava i potenti della terra e il loro diritto di decidereContinua a leggere “GENOVA 2001/2011 la Storia ha dato ragione ai NoGlobal”

Dopo 17 anni, una definizione del berlusconismo: “nuova strategia della tensione”


Il berlusconismo come “via italiana” alla poliarchia mediatica, “nuova strategia della tensione” e “fascismo bipolare”   di Emanuele Maggio . Berlusconismo. Cos’è? In sintesi: è la principale connotazione politico-culturale che la Repubblica Italiana ha assunto negli ultimi 17 anni, ovvero è la specifica conformazione politica di quella che è stata chiamata “Seconda Repubblica”. Vorrei peròContinua a leggere “Dopo 17 anni, una definizione del berlusconismo: “nuova strategia della tensione””

G8 Genova, spariti 200 fascicoli sui pestaggi.Promossi o prescritti i poliziotti violenti


Quel che resta della giustizia: pratiche mai aperte o finite nel nulla. E sui processi il colpo di spugna definitivo è già arrivato: i dirigenti e gli agenti condannati hanno fatto tutti carriera. Duecento fascicoli a carico delle forze dell’ordine finiti nel nulla. Forse mai aperti. Sono i procedimenti per gli abusi commessi durante ilContinua a leggere “G8 Genova, spariti 200 fascicoli sui pestaggi.Promossi o prescritti i poliziotti violenti”

G8 di Genova, mistero italiano Quattro domande senza risposta


Di quello che accadde il 19 e 20 luglio ormai sappiamo molto, ma non tutto. Resta il buco nero delle responsabilità politiche. Dieci anni dopo, mancano le risposte su alcuni momenti cruciali: la strategia delle tensione orchestrata dai servizi, la carica di via Tolemaide, il cambio in corsa delle strategie di ordine pubblico, i depistaggiContinua a leggere “G8 di Genova, mistero italiano Quattro domande senza risposta”

La lettera di un detenuto


(Autore Alfredo Cosco dal blog Urla dal Silenzio) Lunga e bella lettera di Marino Ciccone, attualmente detenuto a Sulmona, e di cui potrete trovare anche altro nel Blog. La lettera parte dalla rievocazione dei giorni del G8 di Genova. Voi potreste pensare che si tratti di una delle classiche lettere dove ci si scaglia controContinua a leggere “La lettera di un detenuto”

Le urla e il silenzio: la regia del potere


Monika ha un figlio ed è disoccupata. Ma attorno a lei come all’Alice  della canzone il mondo gira senza fretta . Dalla sua casa popolare di 70 metri quadri a poche centinaia di metri dalla Sudschnellweg, una delle tangenziali di Hannover, vede il Maschsee, la zona più in della città.   Fino a sette mesiContinua a leggere “Le urla e il silenzio: la regia del potere”

Manichini viventi…quando il marketing calpesta la dignità umana!


Qualche giorno fa, facendo zapping  televisivo,  mi sono imbattuta in un servizio fatto da “Estate in Diretta” (versione estiva de “La Vita in Diretta”); il tema di questo servizio era “modelli- e in vetrina” , vi posto di seguito qualche immagine. L’azienda che ha creato questo sistema vergognoso e a mio avviso svilente e umilianteContinua a leggere “Manichini viventi…quando il marketing calpesta la dignità umana!”

Per sempre ragazzo


Se devo pensare a un momento in cui ho smesso di essere giovane, in cui cioè ho smesso di credere che ci fossero, distinti, il Bene e il Male, che ci fosse, nascosta da qualche parte, la Giustizia, è stato un giorno preciso: il 20 luglio 2001. Dieci anni fa. Me lo ricordo come se fosseContinua a leggere “Per sempre ragazzo”

Secondo voi quanto dovrebbe percepire di stipendio un parlamentare ?


Indennità parlamentare : L’indennità, prevista dalla Costituzione all’art. 69, è determinata in base alla legge n. 1261 del 31 ottobre 1965. È fissata in misura non superiore al trattamento complessivo massimo annuo lordo dei magistrati con funzioni di presidente di Sezione della Corte di Cassazione ed equiparate. Tale misura è stata rideterminata in riduzione dall’art. 1, comma 52, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria per il 2006). L’indennità è corrisposta per 12 mensilità. L’importo mensile – che, a seguito della delibera dell’Ufficio di Presidenza del 17Continua a leggere “Secondo voi quanto dovrebbe percepire di stipendio un parlamentare ?”

I privilegi della politica? Sono lo specchio di una repubblica fondata sulle disuguaglianze


Questo articolo è stato pubblicato oggi in prima pagina sul Sardegna Quotidiano con il titolo “La repubblica (af)fondata sulle grandi disuguaglianze”. *** Il momento è grave e bisogna fare dei sacrifici. Tutti gli italiani lo hanno capito, tranne quelli che i sacrifici se li possono permettere veramente. E’ questo il paradosso in cui viviamo: laContinua a leggere “I privilegi della politica? Sono lo specchio di una repubblica fondata sulle disuguaglianze”

Il fresco profumo di libertà che si contrappone al puzzo del compromesso


“La lotta alla mafia (primo problema da risolvere nella nostra terra, bellissima e disgraziata) non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale, anche religioso, che coinvolgesse tutti, che tutti abituasse a sentire la bellezza del fresco profumo di libertà che si contrappone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza,Continua a leggere “Il fresco profumo di libertà che si contrappone al puzzo del compromesso”

Bossi e il caso Papa. Se questo è uno statista


Sulla vicenda dell’arresto di Papa, il Senatùr si è pronunciato coprendo l’intero spettro di scelte disponibili: sì, no, forse. Una garanzia per un Paese che richiede di prendere la decisione giusta, in modo chiaro e in breve tempo. Appare evidente che per un caso sicuramente rilevante da un punto di vista etico, ma certamente meno importanteContinua a leggere “Bossi e il caso Papa. Se questo è uno statista”

Genova 2001: i morti della mia generazione sono i vivi di oggi


Il pomeriggio del 19 luglio 2001 ero seduto davanti alla Tv a guardare la diretta fiume da Genova. La settimana prima avevo partecipato a una serata in un famoso centro sociale di Roma. C’era stato un concerto, ma non ricordo il nome del gruppo che aveva suonato. Ricordo che prima del concerto sul maxischermo installatoContinua a leggere “Genova 2001: i morti della mia generazione sono i vivi di oggi”

Tutta la verità su Spider Truman (Show)


I segreti della casta di Montecitorio su Facebook (blog e Twitter sono stati aperti qualora venisse chiusa la sua pagina) sono, per ora, quelli di Pulcinella. Vaghe e generiche accuse senza nomi e cognomi che dicono ciò che è già stato detto, ad esempio sul libro inchiesta La Casta, di Stella e Rizzo,  o cheContinua a leggere “Tutta la verità su Spider Truman (Show)”

I segreti (ancora più segreti) della casta


La casta si prende i resti delle macchinette del caffè. La casta parcheggia nei posti riservati agli handicappati. La casta aveva una paghetta settimanale più alta della vostra. La casta ha il doppio dei Punti Fragola su tutti i prodotti. La casta vi fa pagare lo scatto alla risposta. La casta non c’ha la tariffaContinua a leggere “I segreti (ancora più segreti) della casta”

Occhio alla demagogia, i privilegi della casta sono una cosa, il finanziamento pubblico dei partiti un’altra


Non facciamoci prendere dalla demagogia qualunquista della destra che prima elargisce privilegi e poi ci fa la morale. Come il giornale e Formigoni. Lasciamo perdere pure il moralismo falso della lega che nasce con la lotta agli sprechi di Roma ladrona e poi ruba ed arraffa poltrone più di tutta la prima repubblica messa insieme.Continua a leggere “Occhio alla demagogia, i privilegi della casta sono una cosa, il finanziamento pubblico dei partiti un’altra”

Mafia, Maroni a Palermo per ricordare Borsellino? Vade retro!


di Stefano Corradino per Il Fatto Quotidiano Oggi Roberto Maroni sarà a Palermo nel 19° anniversario della morte di Paolo Borsellino e della sua scorta e deporrà una corona di alloro presso la lapide del Reparto scorte. Il ministro dell’Interno e lo stesso presidente del Consiglio ripetono da tempo instancabilmente lo stesso ritornello: “Siamo ilContinua a leggere “Mafia, Maroni a Palermo per ricordare Borsellino? Vade retro!”

Bocciato il ponte di Messina. L’Europa si accinge a cancellare i finanziamenti


Dopo aver annunciato tagli agli esigui finanziamenti della Tav Torino-Lione, l’Unione Europea si accinge a cancellare qualsiasi contributo alla costruzione di un’altra grande opera inutile, il ponte di Messina. A settembre la decisione definitiva: all’attenzione della Commissione Europea c’è una proposta che ridefinisce i grandi corridoi per lo spostamento di uomini e merci. La prioritàContinua a leggere “Bocciato il ponte di Messina. L’Europa si accinge a cancellare i finanziamenti”

Lo strano caso del precario della casta


Premessa: sto seguendo questa storia perché quella pagina fan che in due giorni arriva a oltre 100mila iscritti non mi convince per niente, anzi. E se avrete la pazienza di seguirmi vi spiegherò perchè. 1) Quella pagina creata da un sedicente precario della Casta (leggi ex portaborse di un onorevole) promette di rivelare i segreti dell’odiata classeContinua a leggere “Lo strano caso del precario della casta”

BUONGIORNO PRESIDENTE PERTINI, COME VA ?


Quattro chiacchere con l’aldilà ( dialogo semiserio con un presidente che ci manca tanto….) – BUONGIORNO PRESIDENTE PERTINI , COME VA ? – CAZZ……..MERD…FANC..PORC..DI.. MA SCUSI , NON LE HANNO INSEGNATO CHE UN GIOCATORE DI BOCCE NON SI DEVE MAI DISTURBARE DURANTE UNA BOCCIATA AL VOLO ? – MI SCUSI PRESIDENTE MA LA VEDO SOLO CON GLI OCCHI DELLA MENTE E DEL CUORE.. – VA BENE VA BENE …..HA BISOGNO DI QUALCOSA ? – NO, NIENTE DI PARTICOLARE SOLOContinua a leggere “BUONGIORNO PRESIDENTE PERTINI, COME VA ?”

Nessuno è libero se non è padrone di se stesso. No alla legge sul Biotestamento.


Via libera dalla Camera al ddl sul biotestamento Il testo, con le modifiche apportate dagli emendamenti approvati nell’aula di Montecitorio, tornerà ora al Senato per il disco verde definitivo. A far discutere è soprattutto l’articolo 3 del provvedimento che descrive ‘Contenuti e limiti della dichiarazione anticipata di trattamento (Dat)’. In particolare si prevede che sullaContinua a leggere “Nessuno è libero se non è padrone di se stesso. No alla legge sul Biotestamento.”

Mario Rigoni Stern «Perché dovete chiamarmi compagno” (Lettera inedita 2007)


MIRA (Venezia) 20 gennaio 2007 Cari Compagni, sì, Compagni, perché è un nome bello e antico che non dobbiamo lasciare in disuso; deriva dal latino “cum panis” che accomuna coloro che mangiano lo stesso pane. Coloro che lo fanno condividono anche l’esistenza con tutto quello che comporta: gioia, lavoro, lotta e anche sofferenze. È moltoContinua a leggere “Mario Rigoni Stern «Perché dovete chiamarmi compagno” (Lettera inedita 2007)”

La bimba che viveva in una cuccia


Una orribile storia dove solo l’animale, un cane, ha mostrato empatia e consolazione per un piccolo essere umano. La società prima l’ha ignorata, questa bambina, ora vuole dimenticarla, seppellirla per sempre nella sua inalienabilità, senza pagare per le sue colpe di indifferenza.Atroce, oscenamente crudele. No, non può e non deve finire così! CORRIERE DELLA SERAContinua a leggere “La bimba che viveva in una cuccia”

Il manganello facile


Sabato 9 luglio c’era una festa nei pressi della centralissima piazza dei Cavalieri a Pisa; ogni estate la Scuola Normale ne organizza una, aperta ai suoi studenti e a un certo numero di persone, limitato per le dimensioni degli ambienti in cui si svolge l’evento (il cortile interno del Palazzo della Carovana, la sede storicaContinua a leggere “Il manganello facile”

IL POTERE DELLA PUBBLICITÀ, UNA MINACCIA DEL NOSTRO MODO DI VIVERE


La pubblicità è onnipresente. I mediache una volta non ne avevano – dai film a Internet – ora sono strapieni di messaggi commerciali. Fino a poco tempo fa, quasi tutti i musicisti erano riluttanti di vedere il loro lavoro abbinato a shampoo e scarpe da ginnastica. Oggi la musica e la pubblicità sono strette inContinua a leggere “IL POTERE DELLA PUBBLICITÀ, UNA MINACCIA DEL NOSTRO MODO DI VIVERE”

Berlusconi ti fotte col sorriso


Per avere un quadro chiaro della situazione, spesso bisogna prendere le distanze da quello che si sta facendo, allontanarsi. È una questione di prospettiva. Leggo i giornali, spulcio notizie da internet, ascolto i telegiornali italiani e, purtroppo, ogni giorno, sempre le stesse notizie, gli stessi argomenti, la stessa minestra, servita sulle pagine e trasmessa dagliContinua a leggere “Berlusconi ti fotte col sorriso”

Francesco Mastrogiovanni: morte oscura di un maestro Anarchico


Chi era Francesco Mastrogiovanni? Un insegnante elementare. Un marito forse. Un padre. Forse. Di più. Un condannato poi assolto. Un maniaco depresso. Un paziente psichiatrico violento tre volte ricoverato in TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio). Un anarchico. Un morto. Da aggiungere ad una lista di altri morti. Spesso senza una logica. Un chiarimento. Una certezza. LaContinua a leggere “Francesco Mastrogiovanni: morte oscura di un maestro Anarchico”

I costi della Tav


Con il titolo I costi della Tav, voglio pubblicare un post che faccia eco alle ragioni di chi a questa “grande opera” si oppone. Riprendo quindi -così come è stato fatto dal blog Il primo amore– un articolo di Fabrizio Tassi su MicroMega intitolato Il totem-Tav: istruzioni per vetero-progressisti. Catalogo di formule pronte all’uso perContinua a leggere “I costi della Tav”

“La Notte della Rete”


Non sarà una vigilia tranquilla per l’Agcom: sarà, piuttosto, “La Notte della Rete”. Il 5 luglio, a 24 ore dall’approvazione della Delibera definita “ammazza-Internet” dai blogger italiani, artisti, esponenti della rete, leader politici, cittadini e utenti del web si troveranno a Roma per una no-stop contro il provvedimento. Per maggiori informazioni sul provvedimento dell’Agcom vaiContinua a leggere ““La Notte della Rete””

Corruzione ad Alta Velocità


Ferdinando Imposimato conclude il suo libro “Corruzione ad Alta Velocità” con alcune riflessioni che rispecchiano la sua visione della situazione politica italiana. L’ex giudice scrive che “lo scandalo della Tav è l’emblema della degenerazione globale del sistema politico. Esso ha coinvolto maggioranza ed opposizione in egual misura”. Dopo Tangentopoli, “non è scaturita una Repubblica rinnovataContinua a leggere “Corruzione ad Alta Velocità”

No Tav, blindato dei carabinieri investe e uccide una donna nel silenzio generale dei media


Ieri pomeriggio 29 giugno un mezzo blindato antisommossa dei Carabinieri diretto a Chiomonte ha investito e ucciso una pensionata a Venaria. Ci sentiamo di sottolineare da queste pagine quanto accaduto. E’ un’operazione militare a tutti gli effetti per la quantità di numeri e mazzi impiegata e nelle operazioni militari si sa ci stanno anche iContinua a leggere “No Tav, blindato dei carabinieri investe e uccide una donna nel silenzio generale dei media”

Oscar Giannino propone l’eruzione del Vesuvio


i problemi di Napoli non vanno risolti, va risolta Napoli Continuano gli attacchi alla comunità Napoletana e in questi giorni si moltiplicano da più fronti. Ora è la volta di Oscar Giannino, giornalista economista che ha saputo lanciare all’utenza della solita Radio 24 un messaggio deplorevole, seppur smentendosi immediatamente dopo averlo pronunciato. Come ai tempiContinua a leggere “Oscar Giannino propone l’eruzione del Vesuvio”

Storie di Re e di Anarchia: La Suscettibilità di Casa Savoia..


La Real casa Savoia con un comunicato ha mostrato il suo disappunto per l’uscita del film su Passanante, l’anarchico lucano che ferì Umberto 1 nel 1878 e per questo venne seppellito in carcere in condizioni disumane fino alla sua morte avvenuta nel 1910(1); eccone uno stralcio: “Com’è possibile presentare in quel modo chi desidera uccidereContinua a leggere “Storie di Re e di Anarchia: La Suscettibilità di Casa Savoia..”

Dalla Grecia alla Val di Susa, carne da manganello


Avete notato come negli ultimi giorni i telegiornali siano sistematicamente invasi dalle drammatiche scene di guerriglia popolare che si svolgono nelle piazze della Grecia ? Orde di disperati che mettono a ferro e fuoco ogni cosa, protestando contro i tagli economici radicali cui il governo di Papandreou è costretto (per il loro bene) mentre iContinua a leggere “Dalla Grecia alla Val di Susa, carne da manganello”