Pubblicato in: berlusconeide, cose da PDL, lega, politica, razzismo

da quanti punti parte un leghista?


In due anni dovranno imparare come funzionano il Parlamento e il Governo, cosa dice la Costituzione, come si usa un congiuntivo, quali sono le regole civiche del nostro Paese.
Dopodiché gli stranieri regolari che hanno chiesto il permesso di soggiorno faranno la conta dei ‘crediti acquisiti’.
Una sorta di “pagella dell’immigrato”.
Con almeno trenta punti, saranno promossi e otterranno di fatto la carta di soggiorno.
Con meno di trenta crediti, ma più di sedici, saranno “rimandati” e avranno un anno di tempo per recuperare.
Con zero punti o meno, risultato a cui si arriva, ad esempio, con una condanna penale, scatta la bocciatura, il che significa espulsione immediata.
Questo e quanto si legge su repubblica.it.
Ahimè tutte cose che in primis si dovrebbero applicare ai leghisti e agli italiani in genere perché non si può chiedere ad uno straniero ciò che non appartiene nemmeno all’italiano medio.
Inoltre non mi convince il ministro Maroni anche perché prima di arrivare a questo dovrebbe riuscire a rilasciare i permessi di soggiorno entro i limiti di legge e  non ci dovrebbe far aspettare per la cittadinanza Italiana per ben 13 anni ( 10 anni di residenza in Italia per richiederla e 3 anni di attesa senza garanzie dopo la richiesta). Nè dovrebbe chiamare ‘contributo’ i 200€ che chiede ai 50.000 stranieri che ogni anno richiedono la cittadinanza italiana e che sono l’ennesimo furto nei confronti nei nuovi Italiani.
Mi sembra un altra messa in scena per far vedere che lavorano e per continuare a rubare i soldi ai più deboli in quanto in questo paese anche un certificato storico di residenza ci costa 15 euro ma visto che questo non basta continuano a inventare carte da vendere, corsi, punti, pagelle ecc…
Io sono convinto che un extracomunitario che sta in Italia da 10 anni parla e scrive meglio del figlio del leader leghista e predica meglio del pupazzetto Borghezio e sono convinto che ha già dato il suo contributo economico, in termini di forza lavoro e pagamento delle tasse, che gli conferisce il diritto sacrosanto al gratuito riconoscimento della sua dignità di cittadino che partecipa alla costruzione e allo sviluppo delle Stato italiano.
Cari lettori, la mia domanda è questa: se un immigrato che fa i lavori più umili e rischiosi di questo paese spesso sottopagato deve accumulare punti e pagarsi il diritto di esistere sul suolo italiano, un leghista che continua a sprecare i soldi pubblici e predica quello che tutti sappiamo mentre vive anche con i soldi che pagano gli immigrati, con quanti punti dovrebbe partire???

fonte : http://bajrak.wordpress.com/2011/07/29/da-quanti-punti-parte-un-leghista/#wpl-likebox

Pubblicato in: politica, Senza categoria

Il Partito delle occasioni perdute


 

di Gianluca Bellentani

Chi ama farsi del male in natura viene chiamato autolesionista….in politica invece prende il nome di PD : non ci credete ? Proviamo ad analizzare i fatti accaduti negli ultimi periodi….. Dopo mesi e mesi passati ad urlare slogan ad effetto che pero’ di effetto non hanno alcunche’ del tipo ‘’ Berlusconi svergogna il Paese’’ ( e chi e’ che non ha fatto una legge sul conflitto d’ interessi ? ) alle elezioni amministrative i candidati di centro destra prendono una solenne batosta e perdono citta’ importanti come Milano e Cagliari ; dopo anni disastrosi di amministrazione di centro sinistra Napoli boccia nuovamente il candidato filo berlusconiano ed elegge De Magistris….I candidati non sono quelli indicati dal PD ma non si puo’ negare che le elezioni dei candidati dopo i ballottaggi sono da attribuire sicuramente ai voti degli elettori dei democratici . ‘’ Il vento e’ cambiato’’ , ecco il nuovo slogan…. E il PD che fa’ ? Come simbolo per la Festa Nazionale di Roma stampa un manifesto in cui compare una bonazza con la gonna che si alza fin quasi sopra le cosce : ma santo cielo ( per non entrare nel turpiloquio ) , chi e’ l’ addetto alla comunicazione ? Dopo mesi e mesi a parlare e a condannare i bunga – bunga berlusconiani con avvenenti giovani ragazze mi fai un simbolo di questo tipo ? Non potevi che so’, fargli i capelli al vento, una vela bella gonfia, un aquilone che volava nel cielo…..Ma ci vuole un genio per capirlo ??? Qui non si tratta di essere dei moralisti ma solo di avere un po’ di buonsenso !!!

Poi in giugno la grande vittoria nei referendum dopo 15 anni di non-quorum….Certo i referendum non sono stati indetti dal Pd che anzi per certe cose prima non era neppure d’accordo ma sotto le pressioni della base si e’ lanciato in questa sfida che faceva tremare i polsi ma che alla fine e’ risultata la scelta giusta : il vento e’ cambiato davvero……E il PD che fa’ ? Quando l’ IDV mette ai voti la proposta per abolire le province, abolizione che e’nei programmi del partito, il PD si astiene !!! Certo le motivazioni sono buone ( Di Pietro non ha nemmeno preso in considerazione la proposta del Pd, abolire le province e i loro costi eccessivi certamente ma poi coloro che vi lavorano li metterai tutti sulla strada …. ) ma e’ mai possibile che nemmeno sull’ Unita’ compaiano chiaramente le motivazioni dell’ astensione ? La colpa e’ sempre del celobroleso autore della pubblicita’ del Festival ?

A sedare tutti i malumori pero’ questa volta accade qualcosa che nessuno si aspettava, tantomeno i dirigenti del partito : tutti gli istituti indipendenti di rilevazione statistica danno il PD come il maggior partito dopo 3 anni !!! Certo si tratta di una percentuale minima, dovuta piu’ ad un abbandono dei berlusconiani che ad una adesione in massa di elettori di sinistra al Pd ma sempre di una grande cosa si tratta… Capita addirittura che vi sia davvero l’occasione propizia per far davvero vedere a tutti che il PD e’ un partito diverso, un partito di gente onesta che niente ha a che vedere con questo quadro politico di destra…. Sara’ una data da ricordare il 20 luglio 2011 …..ed infatti lo e’ ma non come si prevedeva!!!

Ricapitoliamo quello che e’ realmente accaduto in quella data perche’ credo che nemmeno la mente perversa di Alfred Hitchcock sarebbe arrivata a tanto !!!

In Parlamento viene votato il via libera all’ arresto del deputato del PDL Alfonso Papa per essere al centro di un’ associazione eversiva denominata P4 !! IL PD questa volta sara’ supercoeso nel dare il via libera all’ arresto di Papa poi accada quel che accada…..Se sara’ arrestato avrai dimostrato di essere per la legalita’ e se sara’ salvato dai voti della maggioranza potrai urlare ai quattro venti tutto il tuo sdegno : ma ci pensate che botta di culo ? Qualsiasi cosa accada, farai sempre un figurone ……A me certe fortune non sono mai capitate in piu’ di 50 anni !!

L’ unica cosa che viene chiesta ai deputati e’ una uniformita’ di voto. IL PDL prova a mettere subito i bastoni tra le ruote e chiede e ottiene che nella stessa seduta sia giudicato anche il deputato PD Tedesco, per un reato di corruzione che e’ si assai grave ma mai quanto il reato di Papa…..Ma il PD e’ compatto e come partito degli onesti votera’ l’autorizzazione a procedere anche contro Tedesco che anzi giura solennemente davanti a tutti che votera’ anche egli contro se’ stesso !!!! Questi si che sono veri uomini ….. poi essendo un uomo di  D’ Alema la cosa e’ ancor piu’ ammirevole ….. ( Un pensierino: siccome Baffino non vuole essere secondo a nessuno, vuoi mai vedere che invidioso di Veltroni con Calearo ha voluto anch’ egli il suo ‘’ venduto ‘’ ) ? Ma torniamo al fatidico 20 Luglio 2011 ….. Franceschini, memore forse di quando giocava a pari o dispari per vedere chi doveva pagare da bere nelle calde estati ferraresi, indica che ogni deputato del PD che votera’ dovra’ mettere le dita in un certo modo per dimostrare il proprio voto…. Finalmente partono le votazioni e…….. succede l’ impossibile !!!  La Lega che si era sempre dimostrata tentennante vota compatta per l’ arresto di Papa e il PD…si spacca!! Alcuni deputati votano contro, dicendo che non vogliono essere accusati di giacobinismo ( ma che vuol dire giacobinismo ? Far rispettare la Costituzione che all’ articolo 3 dice espressamente che ogni cittadino e’ uguale dinnanzi alla legge ? Allora sono anch’ io un giacobino )!!! Addirittura 2 deputati dalemiani doc , La Torre e la Maugiello sbagliano a votare, come 2 scolaretti il primo giorno di scuola. Comunque l’autorizzazione a procedere per Papa passa…… e si arriva alla questione Tedesco che prima della votazione dichiara apertamente che votera’ contro di se’ ( e come realmente fara’ )….. Si svolgono le votazioni e a Tedesco viene negato il non luogo a procedere !!! Da chi arrivano questi voti ? Dalla Lega che prima ha votato si compatta ? Dal PDL che ha sempre votato no ? Da quelli del PD ? Misteri della politica !!!!! Tedesco se fosse una persona perbene darebbe per prima cosa le dimissioni dal suo incarico ed invece dichiara tranquillamente che non ne vede il motivo per farlo , quasi che la non autorizzazione per il suo arresto fosse una dichiarazione di non colevolezza……Che giornata ragazzi, mancherebbe solo la ciliegina sulla torta……che arriva nel pomeriggio con la notizia che Filippo Penati, il braccio destro di Bersani , e’ indagato per corruzione e tangenti ( almeno Penati si autosospende ).

 Onorevoli (???) colleghi che ci rappresentate in Parlamento, mi permetto di dirvi alcune cose, visto che sono un iscritto e voi siete le nostre maestranze , anche se i vostri stipendi mensili sono quasi uguali a quelli che noi percepiamo annualmente…..Innanzitutto, parlando sotto metafora, CI AVETE DAVVERO ROTTO LE PALLE !!!! E’ mai possibile che non prendiate mai una decisione su alcunche’ ? Che all’interno del partito vi siano piu’correnti che in un oceano in tempesta ? Ci siamo stancati di pararvi il c……… contro chi vi accusa di essere degli incapaci e collusi , contro chi sostiene che tra il PD e il PDL l’unica differenza sia la elle finale . Per noi la lettera D del simbolo non vuol dire solo democratico ma anche diverso, come programma e come gente che lo compone. Parole come onesta’, sociale, coerenza non sono per noi parole vuote ma impegni di vita …… Il PDL ha come forza la televisione e i soldi, l’ UDC la chiesa ma la nostra forza e’ la base, quella base che vuole continuare a votare questo partito perche’ crede nel progetto di rinnovamento della societa’ ….. Una base che pero’ non e’ piu’ disposta a farsi rappresentare da degli incapaci……Questo per un motivo assai importante : NON CE LO MERITIAMO !

“UEI RAGASSI……..MA QUANDO CI DICONO CHE ABBIAMO ROTTO I MARONI , MICA CI VOGLIONO DIRE CHE ABBIAMO FATTO A PEZZI IL MINISTRO DELL’ INTERNO…. ”
 
 
Pubblicato in: berlusconeide

Ma quando finiscono i titoli di coda di questo brutto film?


E ‘ un po’ di tempo che non so più che dire. Non ce la faccio a ripetere sempre le stesse analisi. Dopo il voto per i sindaci e per il referendum che ha portato un po’ di aria pura, si è tornati come se niente fosse nel tanfo del regime ormai crollato. Ma quanto dura questo crollo? Quante macerie devono ancora cascare? I più cinici dicono che i titoli di coda di questo film dureranno tantissimo , diciamo il tempo che serve  – non solo al nano con la testa asfaltata ma anche a qualche decina dei suoi  complici  – per acquisire qualche garanzia futura, qualche salvacondotto, qualche ennesima schifezza con cui contrattare l’uscita di scena senza troppi guai.

Nè puo’ dirsi che dall’altra parte abbiano capito bene la strada da prendere :  nonostante abbiano beneficiato temporaneamente della rabbia elettorale , non sembra abbiano capito l’atmosfera politica presente, basti pensare alle stupidaggini similberlusconiche che ha detto Bersani l’altro ieri  sulla macchina del fango.

In un Italia commissariata da organismi internazionali ed europei e da un ristretto gruppo di operatori di emergenza capitanati da Napolitano, con Tremonti alle prese con uno scandalo che ne limiterà il raggio di azione e le velleità future, a che serve ancora perdere tempo con analisi sempre uguali?

In un paese cristallizzato da un anno e mezzo nella medesima forma ed espressione, con gli squali della finanza che ormai l’hanno messo nel mirino per mangiarselo in un boccone quanto prima e con un premier ormai completamente ed esclusivamente dedito al  ruolo di zavorra inutile e pericolosa, che altro rimane da dire?

Per il resto non val la pena aggiungere niente, queste poche righe sono già troppe, basta leggere la cronaca di un qualsiasi quotidiano di oggi.

Ah dimenticavo: mi sovviene un esempio che non posso non proporre , una sola  piccola chicca tanto per gradire e salutare chi va in ferie.

Con la norma passata oggi al senato, se si commette un omicidio in un bar sparando due colpi di pistola, la difesa potrà portare come testi non solo coloro che erano presenti nel bar, ma tutti coloro che, abitando nel quartiere dove è sito il bar  –  uno per uno rintracciandoli con l’elenco telefonico –  potrebbero in teoria aver udito il rumore dei due colpi sparati. Ed il giudice non potrebbe  valutarne nè la congruenza nè la rilevanza. Dovrebbe ammetterli e basta…

ps. mi immagino la faccia dei vari mediolungo e panattoni  ( blogger di destra N.D.R. ): chissà dove sono finiti?

Chissà se hanno ancora il fegato di difendere questo regime di corrotti ed incapaci come mai nella storia si era visto?

De resto ognuno di noi conosce sotto casa qualche mediolungo o panattoni e sa bene come reagiscano attualmente: interrogati oggi fan finta di non aver mai conosciuto un tizio di nome Berlusconi, del resto cosa aspettarsi da italiani veri come loro?

La cronaca politica di oggi dal Messaggero.

ROMA – Il governo ha incassato al Senato la fiducia sul processo lungo. Si tratta della fiducia numero 48 posta in tre anni dal governo Berlusconi. Il provvedimento, che torna all’esame della Camera, ha ottenuto 160 voti a favore di Pdl, Lega e Coesione nazionale (gli ex Responsabili), mentre i voti contrari sono stati 139, da parte di Pd, Idv, Udc e Terzo polo. Nell’occasione ha debuttato Il nuovo ministro della Giustizia, Francesco Nitto Palma.

Finocchiaro: Berlusconi strozzato da un dentifricio? «All’assenza dall’approvazione della manovra qui al Senato si rispose dicendo che il presidente Berlusconi era scivolato su una saponetta. Mi chiedo se stamattina, vista la sua assenza, si sia strozzato con il dentifricio – attacca Anna Finocchiaro, nella dichiarazione di voto del Pd contro la fiducia – Abbiamo un premier che non parla al suo popolo. La verita è che questo paese non ha un premier e non ha un governo mentre l’Italia attraversa la crisi piu grave dal dopoguerra. Negli ultimi 15 giorni si ricorda una sola affermazione del Capo del governo, non certo per rassicurare il Paese e i mercati: “se dicessi quello che penso davvero non coinciderebbe con gli interessi del paese”».

«Credo che quando sfilerete sotto quel banco per dire il vostro sì, sentirete sul collo il piede del padrone, dentro di voi qualcosa ribollirà – urla Anna Finocchiaro al termine della sua dichiarazione di voto – Sarebbe il tempo dei liberi e forti e non dubito che molti di voi sarebbero in grado di esserlo e di esprimere la loro natura di liberi e forti e di dare oggi all’Italia la prova che questo governo è capace di badare ad altro che a un premier braccato che si chiude nelle sue stanze».

continua qui

originale   qui Ma quando finiscono i titoli di coda di questo brutto film?