Caro Tremonti, quella spocchia non se la può più permettere


Quell’atteggiamento altezzoso, da professorino, il titolare dell’Economia l’ha sempre avuto. Anche l’altro ieri dava le pagelle agli interventi in Commissione anziché rispondere alle domande. Oggi in conferenza stampa citava principi giuridici in un inglese traballante e si vantava della sua cravatta di Yale. Ma dopo la vicenda Milanese, e soprattutto dopo che i mercati hanno mostrato che non ne ha azzeccata una, quel modo di fare da primo della classe non se lo può proprio più permettere.

Gentile Ministro Tremonti, basta. Basta con le sue battutine, basta con la sua spocchia, basta con la sua arroganza. L’altro ieri dava le pagelle agli interventi in Commissione anziché rispondere alle domande. Oggi in conferenza stampa citava principi giuridici in un inglese traballante e si vantava della sua cravatta di Yale. Ma lei non è più quello che si può permettere questi atteggiamenti.

La vicenda Milanese, il suo pagare in nero l’affitto, ma soprattutto la plateale sconfessione che i mercati hanno riservato ai suoi modi altezzosi, avrebbero dovuto servirle ad abbassare le ali. Non ne ha inforcata una, ha mentito al Paese sullo stato di salute dei conti, ha condotto una politica economica da ragioniere, senza crescita né sviluppo, si è circondato di figure alla Marco Milanese a cui faceva addirittura fare nomine pubbliche, ha fatto scoppiare la Guardia di finanza che da lei dipende e che ora è ancora più lacerata di prima.

Insomma per uno che non ne ha azzeccata manco mezza questo atteggiamento non è più solo insopportabile. Semplicemente non se lo più permettere. Non ha notato che ora nessuno la vuole più primo ministro? Non ha notato che è dopo che lei ha sbagliato pure la manovra economica di luglio che è iniziata anche per l’Italia la tempesta sui mercati?

Lei caro ministro è un Pangloss, che ci ha rifilato ottimismo mal posto a basse mani. Stamane minacciava addirittura di scrivere un altro dei suoi libri di quelli dove, nello sforzo di dire tutto e il contrario di tutto, non è manco riuscito a prevedere una crisi che lei ha definito «non prevedibile» nonostante tutti o quasi la ammonissero che stava per accadere quello che Obama ha definito, con termine biblico, l’Armageddon.

Ma ci lasci dire che se lei dall’alto, o forse meglio, dal basso della sua altezzosità avesse capito che spesso pessimista è solo il nome che dà l’ottimista dà al realista, noi molto probabilmente ora non staremmo in questa situazione, dove i suoi modi da professorino suonano come l’ultima farsa di una penosa storia.

Leggi il nostro articolo su tutte le giravolte del titolare dell’Economia: Giulio, l’oracolo del giorno dopo

Fonte : http://www.linkiesta.it/caro-tremonti-quella-spocchia-non-se-la-puo-piu-permettere

Una replica a “Caro Tremonti, quella spocchia non se la può più permettere”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: