Pubblicato in: berlusconeide, cose da PDL, economia, INGIUSTIZIE, LAVORO, politica, società

RUBARE AI POVERI PER DARE AI RICCHI


(dal blog  http://eleboa.blogspot.com/)  Cosa ci si poteva attendere dal conclave di Arcore di un terzetto composto da un piazzista che si è messo in politica per farsi gli affari suoi e che invita i cittadini a non pagare le tasse, da un ministro dell’ economia che paga la l’affitto in nero, abile tributarista ad insegnare ai suoi facoltosi clienti come evadere/eludere il fisco e da un povero cerebroleso a capo di un movimento di esaltati, capace soprattutto di sproloquiare, offendere, fare gesti volgari, affermare oggi una cosa per poi domani smentirla … si potrebbe continuare all’ infinito. Ebbene, questo governo, dopo che per tre anni consecutivi ci ha ripetuto che la crisi economica era alle nostre spalle, che i fondamentali della nostra economia erano solidi, che coloro che denunciavano la gravità della situazione erano delle cassandre che danneggiavano il paese, che con l’ ottimismo si supera tutto e così via bla bla bla ….tutte menzogne, è stato solamente capace di elaborare una manovra iniqua, che servirà a deprimere ancora più l’ economia con tasse e tagli che peseranno sulla già debole e tartassata classe media-bassa!!!

Oggi sento tutti incazzati(anche chi ha votato il nano) per l’anno di servizio militare e gli anni del corso di laurea che secondo la nuova manovra non dovrebbero più essere cumulabili ai fini pensionistici.Ci indigniamo…solo per questo?? Sono mesi anni che ci prendono per culo,abbiamo una maggiornaza di corrotti,corruttori,evasori fiscali e ‘amici-amici’ la quale ha sfasciato l’economia del paese a colpi di depenalizzazione del falso in bilancio,di scudi fiscali,di lotte all’evasione solo sbandierate (considerato che misure concrete non sono mai state cantierate,anzi si è provveduto anche a cancellare la tracciabilità dei pagamenti),di prescrizioni brevi,di legittimi impedimenti, di società off-shore, di nomine politiche per figli,nipoti,mogli, amanti e ‘geni’ discorrendo,permettersi la becera arroganza di condannare,a ogni costo, i lavoratori ai lavori forzati a vita,quando,oltre tutto,l’infame e insulsa casta parassitaria dei politici,alla quale anche loro appartengono,continua beatamente a gonfiarsi di privilegi (per poche ore di struscia chiappe al mese) e ad andare in pensione dopo una sola legislatura,con vitalizi da mille e una notte?

E come può permettersi uno scostumato (già pensionato) come Brunetta di continuare a insultare intere categorie di cittadini e vomitare stupidaggini sulla meritocrazia,quando viene negata la pensione a chi ha servito il paese (leva, per giunta, obbligatoria) o ha studiato (corso di laurea) mentre, contemporaneamente, vengono mantenuti gli ingiustificati privilegi, di cui sopra, a vantaggio di emeriti delinquenti che in vita loro hanno solo saccheggiato lo Stato e/o hanno passato il tempo a intessere affari illeciti nel proprio,esclusivo interesse,oltre a creare e alimentare infami clientele?E a voi elettori del centro destra ce oggi siete incazzati,sì proprio voi che avevate timore di quelli che mangiavano i bambini e al punto di affidarvi a Lui.E come diceva chi ben lo conosceva (Montanelli)..Lui si è mangiato il vostro futuro,anzi ha fatto di meglio si è mangiato pure il futuro dei vostri figli.Ora vi lamentate.E perchè?

Vi ha dato quello che volevate,ossia una valanga di illusioni.Vi ha fatto credere che scendeva in campo nel vostro interesse.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere che era lì per salvare la democrazia.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere che avrebbe tolto lacci e lacciuli.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere che vi avrebbe reso tutti più ricchi.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere, perchè ricco di suo,che avrebbe moralizzato la politica.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere che avrebbe liberalizzato tutto.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere di vivere in un paese ricco e progredito.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere che non avrebbe messo le mani nelle vostre tasche.E ci avete creduto.Vi ha fatto credere che i vostri figli avrebbero avuto le stesse opportunità dei suoi.E ci avete creduto.Ora ha anche inventato il viagra previdenziale,quello che serve a farvi lavorare sino a quando nel posto di lavoro non tirerete le cuoia.E’ la giusta fine che fanno i creduloni.

La grande manovra(Rita Pani)
Dice: “Ma della manovra economica, se ne deve parlare …” ed è vero. Solo che verrebbe più facile, se solo ce ne fosse una. D’altronde siam passati da la crisi non c’è, a forse c’è ma non si vede, al cuore che gronda sangue per la sorte dell’italiota, fino all’ultimo: “Yuppy!!! La manovra economica, senza neppure una tassa in più.”Quindi come se ne parla di questa ennesima buffonata, dettata da un manipolo di criminali coadiuvati da un altro manipolo di inetti ed imbecilli? La mia regola sarebbe quella di attendere con i gomiti posati al davanzale della finestra. Attendere di vedere quel che accadrà, quando finalmente cadranno le banche.E poi che noia! Manovra iniqua, che va a toccare le tasche dei lavoratori, sempre i soliti … Perché davvero qualcuno aveva creduto che avrebbero tassato loro stessi? Oppure qualcuno ha pensato che la geniale idea di calderoli, di tassare chi non paga le tasse, potesse essere la panacea? Eppure io l’ho letto: “Finalmente! Ci sarà il taglio dei deputati.” Non viene benissimo spiegare che in questa manovra economica non vi è nulla di sensato, se non un po’ di populismo e un briciolo di demagogia, che gli unici soldi reali saranno quelli che pagheremo noi, e che il resto sono numeri a scadenza nel 2013, probabilmente sperando nei maja.

Non so voi, ma ho letto poco fa una dichiarazione di scajola, il quale ammette sì di non aver venduto la casa che qualcuno pagò a sua insaputa, ma – a mo’ di scusa e pentimento – continua: “ci dormo soltanto”. È così che mi è venuta un’idea piccola, piccola, per risanare il debito pubblico ed avere anche qualche avanzo: “Trattare tutti i proventi dei furti di stato, anche quelli sanciti e istituzionalizzati dallo stesso governo, come fossero beni sequestrati alla mafia”. Solo facendo un calcolo di ciò che sappiamo, dalle tangenti a questo o quello, le case, gli stipendi che certi notabili potevano attribuirsi su contratti stipulati in bianco, i milioni e milioni pagati per ricatti, estorsioni, e tutto il meglio di cui la politica italiana ci ha abituato nell’ultimo decennio di barbarie, i conti sarebbero a posto e molto di più.
Rita Pani (APOLIDE)

http://eleboa.blogspot.com/2011/08/rubare-ai-poveri-per-dare-ai-ricchi.html#.Tl0et63JeFA.facebook