Pubblicato in: CRONACA

UN PROFESSORE IN UNA CLASSE DI CIECHI, SORDI E ……SMEMORATI


Era chiaro che questo Governo Tecnico avrebbe avuto pochi consensi…. Troppe tasse, troppe nuove disposizioni  impopolari e soprattutto repentine in questo Paese lento ,sonnacchioso e diffidente verso tutto cio’ che e’ nuovo e diverso. Lo avevo gia’ scritto in tempi non sospetti e, per chi non lo credesse, puo’ tranquillamente consultare sull’ archivio del blog Il Malpaese . Non occorreva certo essere delle moderne Cassandre per capirlo : quello che invece ogni giorno mi stupisce sono le critiche che vengono mosse a questo Governo , critiche che mi sarei aspettato venissero dalla Lega, da giornali fedeli a Berlusconi e anche da partiti che fanno del populismo la loro bandiera ma MAI da quel popolo della sx di cui faccio orgogliosamente parte. Perche’ essere di sx non vuol dire difendere solo i propri interessi ( altrimenti saremmo uguali al PDL ) ma anche avere una certa maturita’ ed una certa capacita’ di analisi che, seppure a malincuore , devo dire non esiste a sx. Come sostengo da tempo, il berlusconismo ha inquinato le menti e anche il popolo della sx non ne e’ stato immune. Poniamoci innanzitutto una domanda : come mai il Professor Monti non ci piace ? Eppure e’ una persona garbata nei toni e nei modi , nella postura, lontano anni luce dal suo predecessore…..Probabilmente non piace perche’ ci ricorda quei professori che avevamo al liceo, integerrimi e tutto d’ un pezzo che non ci perdonovano alcun errore o comportamento non consono e che consideravano i nostri buoni risultati come normalita’ e gli errori come sbagli da correggere sempre e comunque. Berlusconi invece e’ molto piu’ simile a quei ” bauscia ” che possiamo incontrare in un qualsiasi bar della Pianura Padana, quelli che sorridono sempre, che si vantano delle loro avventure sentimentali e che misurano gli altri dalla griffe degli abiti che portano e dall’ automobile che guidano. Monti invece e’ del tutto piu’ simile ad un Lord d’oltremanica, col suo aplomb ed anche il suo umorismo inglese. Su di lui e sulla sua squadra di Governo sono piovute critiche di ogni sorta, a volte infondate , a volte calunniose ed infamanti ed anche ridicole ( vedi la polemica di Calderoli sulla cena di Capodanno ). Non voglio soffermarmi su ogni accusa mossagli ma credo sia doveroso ricordare qualche particolare, che probabilmente pochi hanno colto. Il suo rinunciare allo stipendio e’ stato bollato come un atto demagogico…. Avete mai visto un politico, negli ultimi anni, rinunciare al proprio stipendio ? NO, nemmeno dai componenti dell’ IDV ( Scilipoti e Razzi compresi ) che fecero questa proposta in Parlamento, destando tanta ammirazione. Molti sostengono che il Ministro delle Sviluppo Corrado Passera, possedendo milioni in azioni Intesa- S. Paolo , sia in conflitto d’ interessi.Il Ministro le sta’ vendendo in quanto non vuole essere macchiato da questa accusa : scusate ma, quello che c’era prima non lo era mille volte di piu’ essendo proprietarie di diverse emittenti televisive ? Avete mai visto nel precedente Governo un Ministro o un sottosegretario ” costretto ” dal Premier a dimettersi per fatti accaduti 4 anni prima ? Gia’ queste poche cose ci dovrebbero dare l’idea del livelllo morale di questa squadra di Governo. Basterebbe riascoltarsi l’ultimo discorso alla Camera del Premier x fugare ogni dubbio ….

” LA MANOVRA CHE ABBIAMO IMPOSTO  AL PAESE NON E’ NOSTRA. SONO ACCORDI FATTI DAL PRECEDENTE GOVERNO CON GLI ALTRI PARTNERS EUROPEI E L’ ITALIA DEVE RISPETTARE GLI IMPEGNI PRESI PERCHE’ NE VA’ DELLA CREDIBILITA’ DEL PAESE.  SIAMO STATI CHIAMATI PER FARE QUELLE RIFORME CHE IL PRECEDENTE GOVERNO NON E’ STATO IN GRADO DI FARE. LA MANOVRA NON E’ MIA MA LO E’ LA SQUADRA DI GOVERNO CHE HO CREATO : SE VOLETE POTETE CRITICARMI SU QUELLA ”…Piu’ chiaro di cosi’….. Forse la gente avrebbe capito meglio se il discorso fosse stato del tipo ..

” MA CHE C…. AVETE DA PROTESTARE ? LE RIFORME PRESE SONO STATE DETTATE DALLA BCE A QUEL DEFICIENTE CHE SIEDEVA PRIMA AL MIO POSTO E LUI LE HA SOTTOSCRITTE. LUI FA’ SOLO PROMESSE A VANVERA E IO INVECE LE PROMESSE LE MANTENGO. SIAMO STATI CHIAMATI DA NAPOLITANO PER SALVARE IL PAESE DA UN DISASTRO ECONOMICO CHE CI AVREBBE FATTO FINIRE COME LA POVERA GRECIA. QUINDI PIANTATELA DI CRITICARE QUESTA MANOVRA CHE NON CI APPARTIENE E AL MASSIMO CRITICATE CHI HO PRESO AD AIUTARMI ”…… Ormai, dopo anni di confronti politici urlati e sempre sopra le righe, la gente non capisce chi parla pacatamente ma in modo chiarissimo. Basterebbe confrontare i curriculum-vitae dei componenti dell’ attuale Esecutivo con quelli dei predecessori per capire quale e’ la caratura di questi tenici. Purtroppo il Paese tutto e’ impregnato non solo di berlusconismo ma pure di un qualunquismo becero e volgare, che porta a considerare chi fa’ politica come un ladro legalizzato, che esercita il potere solo per fini personali. A nessuno viene in mente che esistono ancora persone, non solo idealmente, che ad un certo punto della loro vita si sentano in dovere di dare un contributo al Paese. infischiandosene del danaro ma esclusivamente per una questione di orgoglio personale….E questa idea che ci si e’ fatta dei politici e’ PERICOLOSISSIMA in quanto e’ focolaio di violenza e spiana la strada alla dittatura. Siamo tutti ammalati di una sorta di Sindrome di Stoccolma, che ci porta ad odiare chi ci cura facendoci del male ancor di piu’ di chi e’ stata la causa vera della nostra malattia. Quindi Egregio Professor Monti, da una persona di sx , con ancora una buona memoria e che, a torto o a ragione non si considera ne’ sordo ne’ cieco, che quest’anno fara’ piu’ fatica ad arrivare alla fine del mese ma non per colpa sua di Lei, le auguro sinceramente un BUON LAVORO !!!!

 

Gianluca Bellentani

 

38 pensieri riguardo “UN PROFESSORE IN UNA CLASSE DI CIECHI, SORDI E ……SMEMORATI

    1. Ognuno di noi ha la propria opinione. Questo non vuol dire che non siano accette opinioni contrarie. Il blog non ha una posizione condivisa da tutti penso su nulla tranne sull’antiberlusconismo 🙂

      "Mi piace"

      1. fammi dire una cattiveria: è difficile dirsi antiberlusconiani quando a volte si critica Monti con gli argomenti del berlusconismo.

        la mia impressione di vecchio antiberlusconiano è che i giovani antiberlusconiani vissuti e formati sotto il suo regime non sappiano veramente riconoscere il berlusconismo, e non si accorgano di essere spesso berlusconiani anche quando lo criticano.

        niente di strano, successe lo stesso anche alla fine del fascismo: molti antifascisti erano fascisti ancora, senza saperlo, e la stampa antifascista grondava di mussolinismo stilistico per semplice mancanza di altri modelli di espressione.

        ciao, e grazie comunque della risposta.

        "Mi piace"

      2. Io ho 40 anni e sono sempre stato oppositore del Berlusconismo (prima ancora di Craxi e di Andreotti).
        Mi sembra una mancanza di argomenti dare del berlusconiano a chi critica Monti sinceramente….sarebbe meglio rispondere nel merito delle critiche e se sono infondate penso che si puo dimostrare.

        "Mi piace"

    2. Poi mi sembra che quasi tutti sono concordi nel ritenere il governo Monti (dal premier fino ai sottosegretari) migliore del predecessore. Tutta un altra classe certamente. Il lord inglese come hai scritto….. ma io non faccio parte dell’aristocrazia e nemmeno della borghesia. Dire che e’ un governo espressione di poteri forti,moderato,chiesa,banche,finanza vuol dire essere populista e demagogico? Io non ero contrario al governo Berlusconi perche e’ un bauscia e trovo cafone come si comporta o per l’incompetenza dei ministri (che comunque era una cosa grave) ma perche il governo berlusconi ha distrutto la scuola,la cultura,la giustizia,l’economia. Non ha aiutato i lavoratori. Si la BCE ..gia prima che cadesse il governo Berlusconi sia sul blog che su facebook avevo criticato le richieste che aveva fatto al nostro governo,le misure antisociali, quelle che vanno a toccare il diritto del lavoro e la Costituzione (cosa c’entrava con la crisi?)…e continuo a pensarla in quel modo. Ma rispetto il tuo modo di pensare. Poi mi chiedo : ma chi ci ha messi in questa situazione? chi sono i responsabili della crisi? chi ha generato il debito pubblico? perche devono essere sempre i lavoratori a pagare (parole di Napolitano nel discorso di fine anno…i lavoratori sono abituati a pagare…dai governi di austerità… ma gli altri quando pagano? loro quando pagano? gli industriali quando pagano? gli evasori? i mafiosi? i banchieri? quando?

      "Mi piace"

    3. Ciao, ho postato un commento che credo possa dare delle risposte alla tua osservazione, percio’ lo posto in risposta al tuo commento:x Giulio e Gianluca, tutti gli amministratori e i lettori,

      sono davvero orgoglioso di avere nel nostro blog due persone come Gianluca Bellentani e Giulio Landolfo. Due persone che, possono pensarla diversamente su molte cose ma sono ugualmente valide. Anche io ho le mie idee politiche e non, e voi le conoscete bene ma ho sempre fatto di tutto per fare il modo che chi ha un opinione diversa dalla mia potesse essere libero di esprimerla. Io mi sono spinto anche oltre: solitamente invito a collaborare con me persone che hanno idee molto diverse, su molte cose, dalle mie. Certamente questo si nota, ma il bello è proprio questo, questo non è un blog dal pensiero unico ma dal libero pensiero, lo dimostra proprio il dibattito interno che c’è tra gli amministratori. Oggi posso dire che il blog sta sempre di piu’ diventando quello che volevo: un posto dove gente che ha diverse idee e ideologie discute in maniera anche animata ma sempre rispettosa del pensiero altrui. Questo è un blog democratico, nel senso piu’ nobile del termine.

      "Mi piace"

  1. Qualcuno mi spiega per esempio perche se e’ il governo berlusconi a cambiare l’articolo 18 e’ un attentato ai diritti dei lavoratori,massacro sociale, grandi manifestazioni a piazza san giovanni , insulti a raffica sul nuovo fascismo padronale ma se lo propone il governo Monti allora le cose cambiano. E’ un governo amico….ci stà la crisi,..lo chiede la Bce ….(come se non bastassero i disoccupati che ci stanno).

    "Mi piace"

      1. Infatti l’ocse ha detto che noi gia abbiamo una legislazione estremamente libera sul lavoro (come confermerebbe anche il tuo post sul “feticcio” dell’art. 18) a differenza della Germania e di altri paesi dove comunque il risarcimento per il licenziamento ingiusto e’ uguale a 2,3 anni di stipendi (e non pochi mesi). Ma se e’ vero tutto questo perche eliminare quel poco che ci stà? e’ una battaglia ideologica. Vogliono eliminare il principio. Se non e’ importante perchè il governo ne parla,la BCE ne parla? me lo spieghi?

        "Mi piace"

      2. @ GiulioL

        non sono un esperto da poterti rispondere con certezza.

        la mia impressione, dopo quel tentativo di analisi, è che il problema della rigidità del mercato del lavoro italiano stia nascosto in qualche altra piega della legislazione e che l’art. 18 agisca da specchietto per le allodole, per parlare d’altro.

        non credo sia ingiusto per un datore di lavoro potere licenziare un dipendente che non lavora oppure non è competente, ma sento diversi imprenditori dichiarare che è praticamente impossibile; non faccio fatica a crederlo, come dirigente pubblico, perché so benissimo che se mi capita un dipendente lazzarone me lo devo tenere, e le volte che ho cercato di venirne a capo sono venuti addosso a me un mare di guai.

        ma questo non ha proprio NIENTE a che fare con l’art. 18, il quale dice soltanto, “a contrario, oltretutto, che, se uno è licenziato ingiustamente in una azienda con più di 15 dipendenti, deve essere reintegrato: principio di elementare civiltà giuridica che non deve essere toccato.

        ma dov’è, invece, che stanno nascoste le norme che permettono ad uno scansafatiche patentato di continuare a percepire lo stipendio anche di fatto senza lavorare? perché non si parla di queste norme, ammesso che ci siano da qualche parte e che invece non si tratti del tipico COSTUME italico della tolleranza ad oltranza e della mancanza di etica sociale?

        secondo me (per quel poco che ho capito io) il modo di aggirare questo problema è quello – totalmente assurdo – di voler impedire al licenziato ingiustamente di mantenere il proprio posto di lavoro.

        la borghesia italiana è piuttossto schiavista (come rivelano anche i livelli stipendiali), ma è possibile che non riesca a individuare qualcha altra soluzione intermedia più giusta che impedisca una guerra di religione, per la quale -se vogliono togliere questo diritto elementare al reintegro – io devo schierarmi, sembrerebbe, a difesa di chi prende lo stipendio senza lavorare?

        "Mi piace"

      3. http://www.lettera43.it/economia/macro/36248/lavoro-cgil-per-ocse-art-18-non-e-anomalia.htm

        È guerra aperta sull”articolo 18. Dopo la dichiarazione del presidente di Confindustria Emma Marcegaglia che aveva definito il reintegro della norma «un’anomalia italiana», la Cgil ha voluto ribadire la legittimità della propria posizione in favore dei lavoratori citando l’Organizzaizone per la cooperazione e lo sviluppo economico: «L’Ocse ha segnalato che la rigidità in uscita colloca l’Italia al di sotto della media europea, e la tutela fondata sul reintegro, in caso di licenziamento illegittimo, non rappresenta affatto una anomalia del nostro ordinamento».
        ANALISI PRONTA PER IL MINISTRO FORNERO. Il segretario confederale Fulvio Fammoni è tornato a sottolineare la posizione del sindacato sui licenziamenti, nel dibattito riacceso dalla linea degli industriali: «Il fatto che il nostro Paese non costituisca affatto un caso anomalo nel quadro europeo lo dimostra l’analisi comparata contenuta in un rapporto dell’European labour law network, presentato a fine novembre al seminario sui temi del ‘licenziamento individuale in Europa’, e che abbiamo intenzione di inviare al ministro del Lavoro Fornero».
        VERA ANOMALIA L’ART. 8. Secondo il sindacalista, una vera anomalia in Italia esiste: «In nessun Paese europeo, neanche in Spagna dove il sistema contrattuale è stato drasticamente decentrato, esiste una norma come l’art.8 della manovra di agosto che consente di derogare gli standard fissati dalla legge».

        «Illegittima la scelta Fiat»
        Nel pomeriggio del 12 gennaio, poi si è riunito il comitato direttivo della Cgil che ha definito «grave e sbagliata la scelta della Fiat di continuare sulla strada della rottura aggravata dalla definizione di un contratto di primo livello che cancella il contratto nazionale e la storia della contrattazione collettiva del gruppo e che tiene fuori illegittimamente dai luoghi di lavoro il sindacato maggiormente rappresentativo». Il sindacato ha «approvato a larga maggioranza (3 i voti contrari) un ordine del giorno sulla Fiat. Nel testo la Cgil ha criticato «la scelta Fiat», rilevando che «tutto ciò viola i principi di uguaglianza e di libertà sindacale stabiliti dalla nostra costituzione, dal nostro ordinamento legislativo, dai contratti nazionali e rappresenta per tutto il sindacato confederale un problema da risolvere perché mette in discussione i principi fondamentali su cui si è sempre basato il pluralismo sindacale ed è fuori dalle regole ed in contrasto con l’accordo del 28 giugno».
        In questo senso, ha chiesto la Cgil, «è urgente ripristinare il diritto dei lavoratori di essere rappresentati nei luoghi di lavoro dai sindacati a cui liberamente aderiscono».
        IL GOVERNO CHIEDA CONTO. E «per tutto ciò è importante che il governo chieda conto a Fiat e avvii un confronto serio sul piano industriale e sugli investimenti più volte annunciati». Contemporaneamente, «confermando la scelta della Cgil sui temi della democrazia e rappresentanza«, nel documento approvato dal direttivo «si valuta urgente un confronto per ripristinare lo spirito della regola originaria dell’art. 19 dello statuto dei lavoratori». Il direttivo Cgil «sostiene e condivide la richiesta dei lavoratori del gruppo Fiat per l’indizione di un libero referendum abrogativo avanzata». E «impegna la segreteria alla rapida attuazione degli impegni contenuti nell’accordo del 28 giugno sulla certificazione della rappresentanza, e le categorie alla definizione di regole unitarie e condivise per la validazione democratica dei contratti collettivi nazionali di lavoro con la definizione di appositi intese e regolamenti».

        "Mi piace"

  2. X TUTTI = In questo blog scrivono liberi ” pensatori ” che hanno magari idee diverse e si confrontano . Le uniche idee che non vengono accettate, per scelta ( da tutti condivisa ) del creatore del blog Gio Chianta, sono quelle berlusconiane e fasciste. Le cose che ho scritto sono esclusivamente il mio pensiero, condivisibile o meno ma che e’ la mia opinione su un argomento specifico. Il blog IL MALPAESE e’ da sempre un esempio di liberta’ di pensiero…A volte magari sposa idee piu’ vicine a movimenti del tipo M5S, a volte verso idee proprie dell’ IDV e a volte, come in questo caso, vicino alle idee del PD, partito a cui aderisco. MAI scriverei per un blog o giornale che non ammettesse posizioni inquadrate.
    Buonasera a tutti i lettori, commentatori e collaboratori !!!

    "Mi piace"

    1. x Giulio e Gianluca, tutti gli amministratori e i lettori,

      sono davvero orgoglioso di avere nel nostro blog due persone come Gianluca Bellentani e Giulio Landolfo. Due persone che, possono pensarla diversamente su molte cose ma sono ugualmente valide. Anche io ho le mie idee politiche e non, e voi le conoscete bene ma ho sempre fatto di tutto per fare il modo che chi ha un opinione diversa dalla mia potesse essere libero di esprimerla. Io mi sono spinto anche oltre: solitamente invito a collaborare con me persone che hanno idee molto diverse, su molte cose, dalle mie. Certamente questo si nota, ma il bello è proprio questo, questo non è un blog dal pensiero unico ma dal libero pensiero, lo dimostra proprio il dibattito interno che c’è tra gli amministratori. Oggi posso dire che il blog sta sempre di piu’ diventando quello che volevo: un posto dove gente che ha diverse idee e ideologie discute in maniera anche animata ma sempre rispettosa del pensiero altrui. Questo è un blog democratico, nel senso piu’ nobile del termine.

      "Mi piace"

  3. x Giulio = Forse nn si e’ afferrato x bene cio’ che ho voluto dire…nessuno loda Monti x la postura, il comportamento etc…. Con B. non ci sarebbe gara. Credo pero’ che criticare questo Governo che adempie ad impegni presi precedentemente sia quantomeno irriguardoso nei confronti di chi ha avuto il coraggio di assumersi responsabilita’ che credo che pochi avrebbero avuto il coraggio di accollarsi. Questo nn vuol dire dare al nuovo Governo carta bianca sul suo operato ma non si puo’ ne’ criminalizzarlo ne’ tantomeno condannarlo a prescindere .

    "Mi piace"

    1. Ma rispetto al niente che era il governo Berlusconi anch’io preferisco il governo Monti. Non lo condanno a prescindere. Probabilmente non esisteva alternativa a parte le elezioni anticipate (con la legge attuale che fà schifo e con i problemi che derivano dalla crisi).
      Sono a favore delle liberalizzazioni in generale (che tra l’altro riprendono uno dei pochi provvedimenti che ebbe un forte consenso da parte del governo di centrosinistra).
      Io penso soltanto che non devono essere solo i soliti a pagare una crisi di cui non hanno nemmeno responsabilità. La finanza criminale crea la crisi? si punisca la finanza. Le banche fanno operazioni che portano a queste situazioni? paghino le banche. Si taglino i sprechi. Ma io voglio comunque vivere in un paese dove non si investono miliardi di euro per comprare bombardieri e si tagliano i fondi per la scuola,la sanità,le pensioni,le forze dell’ordine,la cultura,la ricerca,l’art. 18. I lavoratori da decenni che fanno sacrifici. Abbiamo stipendi bassi e la precarizzazione dei rapporti di lavoro. Vedere Casini e Rutelli andare alle Maldive non aiuta….

      "Mi piace"

  4. X Allegriadinubifragi = Verissimo quello che dici ma, ed e’ bene ricordarlo sempre, questo Governo che io considero davvero all’ altezza non possiede la bacchetta magica, ne’ lui ne’ nessun altro. Poi ricordiamoci che e’ in carica da 3 mesi….e non si puo’ fare in cosi’ poco tempo quello che altri non hanno voluto o saputo fare in anni….,Visto che di B. si diceva sempre ” LASCIATELO LAVORARE …..” beh, io credo che se abbiamo dato tempo ( anche troppo ) a Berlusconi, potremmo tranquillamente darlo anche a questo Governo .

    "Mi piace"

    1. Io penso anche che questo governo compie quel “lavoro sporco” che ci aveva chiesto la BCE ma che nessun governo “politico” avrebbe avuto il coraggio di compiere per motivi di elettorato e di consensi. Tanto il governo e’ tecnico..a loro che gli frega?
      Io apprezzerei molto di piu Monti se oltre a far pagare i soliti con tasse,iva e benzina (che come dicono anche molti economisti porteranno a recessione sicura ed una dimunuzione ancora piu drastica dei consumi) e riforme che toccano il lavoro (dall’art. 18 alle pensioni) colpisse chi non ha mai pagato.

      "Mi piace"

  5. Scusate ma allora i controlli del tipo Cortina non sono un segnale ? Il fatto che finalmente ” pare ” anche la Chiesa debba pagare le tasse , o almeno una parte che le competono ? Che sia stata aumentata la tassa sui capitali rientrati in Italia ? Certe cose non sono poi cosi’ facili da fare, almeno nel breve periodo…aspettiamo , diciamo la nostra, diamo suggerimenti, non accettiamo tutto a scatola chiusa…. Ma il dare al Governo Monti colpe che non sono sue mi pare una cazzata !!!

    "Mi piace"

    1. Su questo punto sono totalmente d’accordo con Giulio quando scrive:”Io penso anche che questo governo compie quel “lavoro sporco” che ci aveva chiesto la BCE ma che nessun governo “politico” avrebbe avuto il coraggio di compiere per motivi di elettorato e di consensi. Tanto il governo e’ tecnico..a loro che gli frega?
      Io apprezzerei molto di piu Monti se oltre a far pagare i soliti con tasse,iva e benzina (che come dicono anche molti economisti porteranno a recessione sicura ed una dimunuzione ancora piu drastica dei consumi) e riforme che toccano il lavoro (dall’art. 18 alle pensioni) colpisse chi non ha mai pagato.”

      I CONTROLLI TIPO CORTINA ? Sono solo un segnale appunto, quasi uno spot pro governo. Sappiamo bene che i controlli si fanno soprattutto incrociando i dati e questo è un lavoro molto piu’ complesso.

      PARE CHE LA CHIESA DEBBA PAGARE LE TASSE ? non pagherà proprio nulla, nella manovra “salva italia” oppure “Ammazza italiani onesti” non è previsto nulla. Il resto sono chiacchere.

      QUELLA DEI CAPITALI SCUDATI è una farsa, i capitali dovevano essere tassati con percentuali molto piu’ alte cosi’ come avviene in tutta Europa. E moi c’erano mille modi per copire davvero la ricchezza.

      Al governo Monti non possiamo addossare certamente le colpe dei precedenti governi ma una colpa gravissima: aver preso i soldi da morti di fame, quelli veri.

      A questo proposito, sapete che nella mia Sicilia c’è una stato di agitazione notevole: lo sciopero degli autotrasportatori sta paralizzando il nostro territorio provocando enormi danni economici. Io stesso, come produttore, sto perdendo molta merce. Nonostante cio’ ritengo giusto che si vada avanti con lo stato di agitazione, nella mia citta’ è previsto un sit-in 24 ore su 24 fino a Lunedi’ al quale aderiscono agricoltori, pescatori, negozianti, piccole imprese, artigiani e tutta la cittadinanza.

      Mentre il governo Monti aumenta le tasse noi produttori del settore agricolo non riusciamo nemmeno a pagare i costi di produzione. Vendiamo i carciofi a 5 centesimi al pezzo, le zucchine variano da 20 centesimi a 50 centesimi al kg, i cavolfiori a 40 centesimi. Ora, con chi dobbiamo prendercela se non con chi ha il potere decisionare di aiutare concretamente questo settore ?

      "Mi piace"

  6. Gianluca, condivido tutto di quanto ai scritto, vorrei solo aggiungere che l’ opera di liberalizzazione va compiuta su tutto, anche sui poteri forti quale le banche , assicurazioni, e associazioni petrolifere. Altrimenti non è giustificato quello che Monti ha fatto fino ad ora, e pur limitando le perdite del Paese , non riuscirebbe mai a farlo ripartire perchè oggi chi domina l’Italia è la SFIDUCIA. Come si può pensare in una ripresa economica quando abbiamo visto lo schifo che hanno fatto le nostre banche, appropriandosi di 110 miliardi di euro dalla BCE al tasso d’ interessi dell’ 1%, che dovevano servire come aumento di credito alla piccola e media impresa e al cittadino ; invece GLI STESSI BANCHIERI SE NE SONO SERVITI PER SPECULARCI SUI BOT A BREVE TERMINE.Gian LE COMPAGNIE PETROLIFERE E ASSICURATIVE SONO UN ALTRO SCANDALO MA NESSUNO NE PARLA ………MI SAI DIRE PERCHE?.Iveri poteri forti sono loro, allora evviva la liberalizzazione su tutto , altrimenti di cosa parliamo, Stimo Monti ma lo vedo un po assente , per quanto riguarda queste tre LOBBY.

    "Mi piace"

      1. Che astiosità! Il commento sulle accise era solo un po’ ironico, stile Crozza.
        IO ho il mio pensiero libero che non sempre coincide con quello ufficiale della Lega, ma evidentemente, per i meridionali solo Crozza o i fratelli Guzzanti sono autorizzati a ironizzare sulla mafia. Tutti gli altri, famosi o meno, bisogna censurarli, non è vero?

        "Mi piace"

      2. io ho avuto il bene di leggere il tuo commento prima che venisse giustamente cancellato; credo che non ti farebbe male imparare un po’ di buona educazione comunicativa: le battute razziste non sono stile Crozza e non fanno neanche ridere, sono solo delle schifezze.

        "Mi piace"

      3. Vorrei capire, per cortesia, quale sarebbe la frase incriminata.
        Forse quando parlo di “meridionali disonesti”? Evidentemente, mi riferisco a quella parte che lo è, i mafiosi ad esempio, altirmenti se avessi voluto generalizzare avrei scritto “i disonesti dei meridionali”. Sinceramente non trovo nient’altro oltre a ciò nel mio commento che avete immotivatamente censurato.
        Per non dire di tutti gli insulti, mai censurati, che ho ricevuto dal Sig. GiulioL. a cui non ho mai risposto per le rime soprattutto perché non è nel mio stile abbassarmi a certi livelli.
        La peggior offesa è per me la disonestà intellettuale, quella che attribuirò a voi se non avrò una spiegazione più dettagliata delle mie presunte frasi razziste.

        "Mi piace"

      4. Sig. Isidoro,

        come al solito, lei si arrampica sugli specchi per difendere l’indifendibile. Dice che se avesse voluto offendere i meridionali avrebbe scritto: “i meridionali disonesti” invece che ” meridionali disonesti”. Ma chi vuole prendere in giro ? Ma si rende conto che è un’autodifesa che non sta in piedi ne’ da un punto si vista logico ne’ sul piano grammaticale e sintattico. Non scada nel ridicolo.

        Già questa frase era passibile di sanzione ma è stata la seconda parte del commento che mi ha tolto ogni dubbio: luoghi comuni offensivi e battute razziste nei confronti dei meridionali (dei siciliani, nel caso di specie.)

        Quella che lei chiama censura è in realta applicazione del regolamento. Se qui qualcuno avesse voluto censurarla avremmo semplicemente fatto il modo che lei non avesse piu’ la possibilità di scrivere su questo blog. Invece no, non è nel nostro stile, abbiamo un regolamento e siamo i primi a rispettarlo (spero che ne abbia preso finalmente visione)

        Finora, abbiamo sempre fatto il modo che lei potesse pubblicare i suoi commenti, anche se erano in netto contrasto con le posizioni degli amministratori e molto spesso dai toni eccessivi e continueremo volentieri a farlo se lei si atterrà al regolamento.

        Le voglio ricordare che non solo io e Giulio abbiamo trovato offensivo e razzista il suo commento ma anche moltissimi lettori che mi hanno inviato delle e-mail per esprimere il loro disappunto. Uno su tutti, appartiene al nostro lettore Bortocal, cha ha postato un commento assolutamente da sottoscrivere:

        Bortocal: “io ho avuto il bene di leggere il tuo commento prima che venisse giustamente cancellato; credo che non ti farebbe male imparare un po’ di buona educazione comunicativa: le battute razziste non sono stile Crozza e non fanno neanche ridere, sono solo delle schifezze.”

        Sono intevenuto nuovamente perchè il suo vittimismo è del tutto fuori luogo. Non interverrò nuovamente perchè le ho fornito tutte le spiegazioni possibili. Ulteriori interventi non farebbero altro che alimentare una polemica inutile: veda, come noi tutti, anche se a volte non ci piacciono, dobbiamo attenerci a quelle regole che le società si danno (Leggi, codici, regolamenti, costituzioni ecc..) se poi non le rispettiamo non possiamo fare le vittime perchè “Dura lex, sed lex”. La stessa cosa accade per un blog, gli amministratori sono i giudici e il regolamento è la nostra Legge. C’è una sostanziale differenza tra le Leggi dello Stato e il regolamento di un blog: qui non è costretto a rispettare il nostro regolamento, ma c’è una conditio sine qua non: non seguire piu’ questo blog. A lei la scelta.

        Distinti saluti

        "Mi piace"

      5. COMUNICAZIONE DEL FONDATORE DE “IL MALPAESE”

        Sig. Giuseppe isidoro,

        mi pare evidente che lei non abbia mai letto il regolamento del blog:
        REGOLAMENTO DEL BLOG

        “Non sono tollerati :

        1.BESTEMMIE
        2.INSULTI PERSONALI
        3.INSULTI GRATUITI ( che non abbiano a che fare con l’argomento del post che si sta commentando )
        4.RAZZISMO, XENOFOBIA, OMOFOBIA.
        Qualche parola forte che SOTTOLINEA l’argomento può essere ACCETTABILE purchè non vi siano ripetute segnalazioni negative da parte dei lettori.

        Insulti fuori contesto , bestemmie ed in particolar modo insulti PERSONALI SARANNO SANZIONATI.

        SANZIONI:

        PRIMA VOLTA : AMMONIZIONE con cancellazione del post o del commento
        SECONDA VOLTA: MODERAZIONE PER UNA SETTIMANA DEI COMMENTI DELL’INSULTATORE e non si pubblicano post PER UNA SETTIMANA e/o cancellazione nel caso che il redattore posti da solo.
        TERZA VOLTA : IDEM COME SOPRA PER UN MESE con cancellazione.
        QUARTA VOLTA: AD LIBITUM

        Si potrà avere diritto ad una spiegazione/giustificazione, una sola in risposta alla sanzione.

        Per il resto si applicano le leggi vigenti civili e penali ed i principi della Costituzione Italiana sui reati di apologia.”

        Piu’ di una volta lei ha scritto su questo blog commenti al limite del regolamento, questa volta pero’ il limite è stato superato. Applicando il regolamento, ho provveduto ad eliminare il commento e solo per questa volta, sono tenuto a darle una spiegazione:

        Il commento eliminato, non aveva nulla di ironico, anzi, conteneva una serie di luoghi comuni ed offese verso i meridionali ( nel caso di specie, i siciliani) Molto probabilmente, lei si crede capace di ironizzare su argomenti molto seri, è una qualità che solo poche persone hanno, le assicuro che questa qualità proprio non le appartiere, non fa ridere nessuno e personalmente, mi sento offeso da quelle parole. Ho anche ricevuto delle e-mail da persone che si sentivano offese da quel commento. Convenivano con me che quel commento: piu’ che “un po’ ironico” fosse “un po’ razzista.”

        Mi auguro che i suoi prossimi commenti siano “postati” in osservanza al regolamento. In caso contrario, dovremmo nuovamente infliggerle nuove sanzioni.

        Distinti saluti.

        "Mi piace"

      6. Io non censuro nessuno. Se ti hanno censurato e’ perche hai scritto un commento razzista che non era affatto ironico. E’ inutile che fai la vittima. Poi vorrei vedere se su un blog leghista ci farebbero scrivere quindi ringrazia al fatto che ti facciamo commentare. Ma se superi il limite sappi che verrai censurato.

        "Mi piace"

      7. Ho dato le spiegazioni del caso al Sig. Isidoro ieri e oggi sono nuovamente intervenuto. Chiudiamo questa polemica: sono stato chiaro con Isidoro, è liberissimo di pubblicare tutti i commenti che vuole purchè non vadano oltre il regolamento. Da ora in avanti, da regolamento, non siamo tenuti a dare ulteriori spiegazioni.

        "Mi piace"

  7. Sul fatto che la “rivolta dei forconi” sia sicuramente manipolata dalla mafia, non ho fatto altro che riportare l’opinione del sindaco di Bari nonché ex magistrato, Michele Emiliano, in una sua recente apparizione alla TV.

    "Mi piace"

  8. Riguardo al fatto che “rivolta dei forconi” sia stata sicuramente manipolata dalla mafia, non ho fatto altro che riportare l’opinione del sindaco di Bari nonché ex magistrato, Michele Emiliano, in una sua recente apparizione alla TV.

    "Mi piace"

    1. Non e’ la stessa cosa. Esiste un indagine della magistratura che suppone un infiltrazione e/o una manipolazione della Mafia. Non ci sono prove di questo. Probabilmente su una protesta popolare si possono essere infiltrati dei mafiosi ma a dire che la mafia usa i forconi per protestare sulle accise mi sembra esagerato e soprattutto non provato. Il garantismo vale solo per Cosentino? con intercettazioni,testimonianze e addirittura foto il tuo capo ha datto che non e’ nulla,l’ha assolto. Lo so che voi leghisti considerate i tribunali optional. I processi li fate voi direttamente dall’alto delle vostre competenze giuridiche (si fa per dire..questa e’ ironia).

      "Mi piace"

      1. Non stai smentendo me, ma il sindaco di Bari, ex magistrato. Le accise siccome sono una tassa che colpisce tutti, colpiscono di conseguenza anche gli interessi della mafia o no?
        Non vorrei rinfocolare la polemica, ma sinceramente preferisco gli insulti che a volte tu mi indirizzi alla disonestà intellettuale dei tuoi colleghi amministratori.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...