Pubblicato in: berlusconeide

Lisa, due anni e mezzo, risponde: “Ho visto il nonno Mario (Monti), quello che dice le cose giuste per il futuro”.


 «Lisa, una bambina di due anni e mezzo, alla domanda “che cosa hai visto in TV?”, risponde “Ho visto il nonno Mario, quello che dice le cose giuste per il futuro».

 Firmato: “una coordinatrice pedagogica di una cooperativa sociale.”

Questo commento è apparso nientemeno che nel sito del Governo italiano, nella rubrica Dialogo con il cittadino.

Il primo a notare il commento è stato Luca Sappino ed è stato poi oggetto di discussione.

Come giustamente osserva Metilparaben: “Bisogna dire la verità: se quello che Luca Sappino ha pizzicato sul sito del governo fosse stato concepito da Berlusconi, sarebbe stato tutto un fiorire di scompisciamenti collettivi, di accigliate considerazioni sul livello raggiunto dalla propaganda e di roventi polemiche per l’uso inappropriato e demagogico di un sito istituzionale.”(http://metilparaben.blogspot.com/2012/01/e-se-lavesse-fatto-berlusconi.html)

Ed è vero, molto probabilmente se l’avesse fatto Berlusconi (che per la cronaca, ha fatto molto di peggio) blog, siti e giornali avrebbero parlato di propaganda berlusconiana. Con Monti è diverso, lui è sobrio.

Mi preoccupa la lucidità di coloro che dovrebbero moderare questi commenti sul mega-sito istituzionale. E, ammesso che bambina, educatrice e commento non siano un fake,  mi preoccupa pure la bambina di due e mezzo, perché solitamente i bambini a quell’età non solo non riconoscono il Presidente del Consiglio ma non capiscono nemmeno nulla di politiche per il futuro. Ma questa sobria bambina di due anni e mezzo sarà sicuramente un genio, oppure, non sarà davvero la nipote di nonno Mario ?

Pubblicato in: CRONACA

IL RITORNO DEL CAVALIERE : INCUBO O PERICOLO REALE ?


In queste giornate fredde e imbiancate da una coltre purificatrice di neve, un fetore insopportabile sta’ salendo dalle fogne : e’ il paventato  ritorno di Berlusconi sulla scena politica. Incubo di fredde notti dopo pesanti libagioni o pericolo reale ? Proviamo come sempre a guardare i fatti, quelli passati e quelli attuali senza farci prendere dal panico . Torniamo a quel fatidico 9 Novembre 2011, quando B. non ebbe la maggioranza in Parlamento. Un uomo politico normale si sarebbe presentato la sera stessa dal Presidente della Repubblica per consegnare il mandato ma B. non e’ ( e mai sara’ ) un uomo di Stato e passarono 2 giorni prima della sua salita al colle. Che successe in quei giorni e’ noto ormai a tutti ma credo sia doveroso ricordarlo. Era gia’ pronta la Macchina del fango per punire i Giuda che avevano osato tradire e gia’ il Cavaliere aveva in mente quale sarebbe stata la campagna elettorale da farsi quando verso sera arrivo’ la telefonata di E. Doris che disse testualmente ” Silvio, qui salta tutto, dimettiti ”. A quel punto B. fu’ preso da un dubbio tremendo : salvare le proprie aziende o perdere il proprio potere politico ? Furono le parole di G. Letta e di F. Cicchitto a fugare ogni dubbio sul da farsi. Probabilmente il dialogo fu’ di questo tipo : ” Silvio, dimettiti…sfrutta la situazione a tuo vantaggio ; fai fare il lavoro sporco a Monti che vedrai fara’ misure economiche impopolari e a cui la gente si ribellera’. Tu allora, tornerai in campo come il vero salvatore della Patria. Non preoccuparti nemmeno dei vari processi in corso….vedrai che gli italiani avranno altro a cui pensare. Diamo la nostra fiducia a Monti con Alfano portavoce del PDL ma alla fine quello che muovera’ le corde sarai tu.  Tieniti fuori dalla partita ma allo stesso tempo fai capire che ci sei ancora e che la vita del Governo Tecnico dipende solo dal tuo assenso. Quando quei 4 professorini faranno qualcosa che lede i ns interessi daremo il nostro veto. Lascia che Umberto ( Bossi ) si schieri all’opposizione …. sono problemi suoi ; ma non mollarlo, ricorda che ti serve. Poi sai che facciamo ? Proponiamo Gianni come componente della squadra di Governo cosi’ sapremo sempre per tempo cosa bolle in pentola ” ! Era la soluzione ideale:far fare il lavoro sporco ad altri ed eventualmente prendersi i meriti . Il poter giocare contemporaneamente su 2 tavoli, la cosa che B. sa’ fare meglio. Credo che la sua famosa frase ”  Lascio responsabilmente per il bene del Paese .. ” faccia molto piu’ ridere di mille delle sue laide barzellette da caserma. Subito qualcosa va’ storto : ne’ Amato ne’ G. Letta vengono messi come componenti della nuova squadra di Governo. ” Che deficienti ! Cosi’ si assumeranno tutte le colpe ” !!! ( Dedicato a chi crede che B. e Monti siano uguali ).  Poi pero’ accade qualcosa che ne’ B. e i suoi accoliti ne’ tantomeno La Lega Nord avevano messo in preventivo : il pensiero della maggioranza degli italiani. Per una volta almeno il popolo ” sembra ” aver capito che le colpe sono di chi ha fatto il male e non di chi ti cura e la fiducia in Monti e’ andata via via cresciendo, fino ad arrivare ad un 57 % di consenso, percentuale altissima che credo debba far riflettere TUTTO il mondo politico, nessuno escluso. Accade quindi che il Governo Tecnico proceda spedito e vari quelle riforme che Berlusconi in tanti anni di Governo e con maggioranze bulgare non era riuscito a fare. Monti si dimostra addirittura ( cosa impensabile pure dal sottoscritto ) un eccellente politico, non attaccando mai chi lo ostacola ma anzi sostenendo che le proteste siano una logica conseguenza per i provvedimenti presi ed elogiando pubblicamente i partiti che lo sostengono, tra cui appunto il PDL con Alfano. Ma che sta’ succedendo ? Qualcosa non funziona e stravolge la strategia del Cavaliere. Bossi spacca il proprio partito per sostenere il PDL nella difesa del camorrista Cosentino ma chiede una contropartita in cambio, quella di far cadere il Governo. Dalla Sicilia, Micciche’ e Lombardo fanno partire la ” Rivolta dei Forconi ” che pero’ appare da subito cio’ che e’ realmente : non una protesta di popolo ma un movimento pilotato. Anche loro pretendono il loro tornaconto. A tutto cio’ si aggiungono i cosidetti Falchi, quelli che all’interno del PDL vorrebbero scrollarsi di dosso la zavorra di Berlusconi, ora come ora piu’ peso che vantaggio. Che fare quindi ? Bisogna aspettare ma tenendo sempre sull’ Esecutivo una Spada di Damocle che pero’ piu’ passa il tempo piu’ si dimostra ben salda . I processi contro B. vanno pero’ avanti …..La Magistratura ne ha abbastanza di essere presa in giro e procede a tappe forzate per non far cadere alcun procedimento a carico di B. in prescrizione. Il Cavaliere urla al complotto, minaccia ma il suo potere non e’ piu’ quello di 4 mesi fa e anche lui se ne accorge…..Mai nella sua storia politica e’ stato tanto vulnerabile . Questo vorrebbe dire che B. non e’ pericoloso e che le sue sfuriate altro non sono che sclerate da vecchio rincoglionito ? Al contrario…Credo che proprio perche’ questo viscido e pericoloso essere si trovi ora al palo, ancor maggiore debba essere l’ osservazione del suo operato in quanto non avrebbe scrupoli ad adoperare tutti i mezzi leciti e non per ritornare al posto che aveva. Quindi teniamolo sotto osservazione senza MAI darlo per finito ma non facciamoci condizionare dalla minaccia di un suo malaugurato e nefausto ritorno. P. S.  Per quel gruppo di Indignados che ha tirato a Bologna le uova contro il Presidente della Repubblica = Visto che il 20 febbraio e’ prevista davanti al Tribunale di Milano una manifestazione di figuranti pagati per manifestare contro la Procura milanese e in favore del ” passerottino ”….. credo e spero che vi siano avanzati molti altri cartoni di uova…. Le proteste sono giuste ma verso chi davvero le merita !!!

GIANLUCA BELLENTANI