Lo Stato e (è) l’antistato, verbo o congiunzione ?


di Gio’ Chianta Ci sono delle attività altamente lucrative sulle  quali lo Stato lucra senza lasciare spazio ad intermediatori, come nel gioco d’azzardo, le sigarette e via dicendo. Poi ci sono altre attività altamente lucrative , come gli stupefacenti e la prostituzione, sulle quali lo Stato fa una scelta ben precisa: cede il passo all’antistato, ovvero alla criminalità organizzata. Il gioco d’azzardo, come è ampiamente dimostrato, genera in molti soggetti dipendenza. Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità il gioco d’azzardo compulsivo è una malattia sociale. E’ altrettanto ampiamente dimostrato che fumare  esponga l’organismo ad essere potenzialmente piu’ vulnerabile. Insomma, il gioco d’azzardoContinua a leggere “Lo Stato e (è) l’antistato, verbo o congiunzione ?”

Pasolini e il movimento No TAV (di Lucio Garofalo)


» Una bieca circostanza, solo apparentemente marginale, che si inquadra nel profilo della vertenza sorta in Val di Susa e che ha destato in me una reazione di scandalo, al di là della dura repressione scatenata contro il movimento No TAV, si riferisce al tentativo di strumentalizzazione e mistificazione ideologica del pensiero di Pier PaoloContinua a leggere “Pasolini e il movimento No TAV (di Lucio Garofalo)”

Il partito vampiro


Nella politica italiana, si aggira uno strano partito che tutti credevano scomparso da molti anni ma che non è mai morto. Si tratta della misteriosa congrega della Margherita,  vivente e non vivente, morta e non morta, sopravvissuta nutrendosi come un parassita di quell’essenza vitale chiamato “rimborso elettorale”. Lontano dalla luce del sole e dai riflettori questoContinua a leggere “Il partito vampiro”