UN NUOVO MARTIRE : S. MASSIMO CALEARO DA VICENZA


Dopo le sconcertanti dichiarazioni della settimana scorsa, l’imprenditore vicentino Massimo Calearo, eletto deputato nelle file del PD, poi passato all’ API di Rutelli e poi nel gruppo misto con Scilipoti ( della serie idee chiare e inattaccabile fede politica ) dichiara in un’ intervista al programma radiofonico ” La Zanzara ” che smettera’ di fare politica e tornera’ ad occuparsi della propria azienda. Riassumiamo brevemente le sue esternazioni. ” Le mie parole sono state fraintese … ( vi ricorda qualcuno ?) Ho dovuto assistere mia moglie gravemente ammalata che e’ deceduta in questi giorni. Sono stato vittima di un linciaggio mediatico da parte dei vari blog della rete che hanno minacciato di pestarmi. Tornero’ a fare l’imprenditore ” !!! A costui vorremmo dire alcune cose….Innanzitutto porgiamo le nostre piu’ sincere condoglianze per la perdita della di lui consorte : non la conoscevamo ma ci fa’ davvero tanta pena….morire prematuramente dopo aver passato la vita accanto ad una persona del genere..beh, e’ una cosa che non augureremmo nemmeno al nostro peggior nemico. Riguardo alle minaccie dei vari bloggers, Calearo stia tranquillo, almeno da parte nostra. Noi del Malpaese usiamo le parole per far valere le nostre opinioni e poi le merde non le pestiamo ma le evitiamo in quanto puzzano di marcio e lei Calearo in fatto di marcio esala un fetore nauseabondo. Non ci piace che lei smetta i panni di profittatore della politica ( che le calzano a pennello ) per auto – cucirsi addosso quelli di martire , che lei certo non e’. Certe sue dichiarazioni secondo cui ”andare una volta la settimana in Parlamento a spingere un bottone e’ una scocciatura … ” sono un pugno nello stomaco nei confronti di chi si fa’ il culo in fabbrica per prendere in un anno quanto lei in un mese. Fare politica non e’ certo fare del volontariato come lei ci vuol far credere. Lei poi afferma che e’ stato ” costretto ” a scendere in politica…. Chi e’ stato il deficiente che l’ha convinta lo sappiamo ma ci dica, sinceramente….Le ha puntato una pistola alla tempia ? Ha usato parole che l’hanno ipnotizzata ? Perche’ nel qual caso lo denunceremmo per minaccia a mano armata o per circonvenzione di incapace : ci libereremmo di 2 idioti in un colpo solo. Speriamo davvero che le sue parole non siano di circostanza ma veritiere. Torni a fare l’imprenditore e per farle capire che noi del Malpaese non portiamo rancore, le regaliamo anche un consiglio gratuito e disinteressato : cerchi di avere come imprenditore quella credibilita’ che non ha mai avuto in politica….noi da lei non compreremmo nemmeno uno spillo !!!

GIANLUCA BELLENTANI

4 pensieri riguardo “UN NUOVO MARTIRE : S. MASSIMO CALEARO DA VICENZA

  1. Guarda, personalmente evito i commenti sulla persona di Calearo e sulla sua compianta consorte. Sono una caduta di stile che non vale la pena.
    In compenso vale la pena spender parola sul comportamento politico del sig. Calearo (chiamarlo onorevole… bah): io minacce non ne ho lette. E vabbè, tanto la pratica di fare il martire sta diventando universale.
    SI vergogna di prendere tanto per schiacciare un bottone? Si dimetta, che è molto semplice.
    Sul fatto che sia stato costretto a scendere in politica, mi fa semplicemente ridere!! Ma a chi vuole darla a bere??

    "Mi piace"

  2. Sicuramente Calearo non è il peggiore tra i vari “culoni” che siedono in Parlamento. In quelle poltrone, infatti, siedono degli autenti mascalzoni e delle zoccole dichiarate.
    Probabilmente, è il più idiota perchè se non avesse fatto le dichiarazioni che sappiamo, di lui non ce ne saremmo nemmeno ricordati.
    E’ un opportunista, uno dei tanti. Ed è anche un provocatore: Le dichiarazioni che ha rilasciato in merito al mutuo della villa che si paga con lo stipendio di Deputato, infatti, sono di una gravità assoluta.
    Ora afferma che tornerà a fare l’imprenditore. Sino a qualche giorno fa negava questa possibilità per non consentire che un altro, il primo dei non eletti, diventasse deputato perchè…sicuramente di sinistra.
    Anche questo per me basta ed avanza per giudicarlo quel NULLA che è.
    Quanto, invece, al suo Mentore, a Veltroni, che lo ha portato in Parlamento, chiedo: è davvero questo l’errore più grave commesso da Walterone ?
    Se così fosse l’assolverei senza esitazione. Io penso, invece, che l’ex sindaco della mia Città (ruolo che ha svolto egregiamente) di colpe da espiare e peccati di cui doversi pentire ne ha commessi tanti ed altri, come quello ad esempio, di aver inquinato il valore assoluto dell’essere di sinistra, seppure nei giorni nostri.A mio giudizio è lui il procreatore dei vari Renzi.
    Offro questo mie riflessioni come contributo al dibattito degli Amici.
    Ciao a tutti e complimenti a quel “leghista pentito, imparentato con Mafiolo” di Gianluca.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: