Ecco la lista delle vittime della crisi.


02/01/2012: Bari, 74 anni, pensionato si getta dal balcone Inps chiedeva rimborso
09/01/2012: Bari 64 e 69 anni, pensionati si suicidano in coppia
12/01/2012: Arzachena, 39 anni commerciante tenta di asfissiarsi, viene salvato
22/02/2012: Trento, 44 anni per i troppi debiti si getta sotto ad un treno…. è salvo
… 25/02/2012: San Remo, 47 anni, elettricista si spara
26/02/2012: Firenze, 65 anni, imprenditore si impicca
02/03/2012: Ragusa, commerciante tenta di darsi fuoco
02/03/2012: Pordenone, 46 anni, magazziniere si suicida
9/03/2012: Genova, 45 anni disoccupato, sale su un traliccio della corrente
9/03/2012: Taranto, 60 anni, commerciante trovato impiccato
10/03/2012: Torino, 59 anni, muratore si da fuoco
14/03/2012: Trieste, 40 anni, appena disoccupato si da fuoco
15/03/2012: Lucca, 37 anni, infermiera ingerisce acido
21/03/2012: Lecce, 29 anni, artigiano si impicca
21/03/2012: Cosenza, 47 anni, disoccupato si spara
23/03/2012: Pescara, 44 anni, imprenditore si impicca
27/03/2012: Trani: 49 anni, imbianchino disoccupato si getta dalla finestra
28/03/2012: Bologna: 58 anni, si da fuoco davanti all’Agenzia delle entrate
29/03/2012: Verona, 27 anni, operaio si da fuoco
01/04/2012: Sondrio: 57 anni, perde lavoro, cammina sui binari, salvato in tempo
02/04/2012: Roma: 57 anni, corniciaio, si impicca
03/04/2012: Catania, 58 anni, imprenditore si spara
03/04/2012: Gela,78 anni pensionata si getta dalla finestra,riduzione della pensione
03/04/2012: Roma, 59 anni, imprenditore, si spara con un fucile.
04/04/2012 Milano, 51 anni, disoccupato si impicca
04/04/2012 Roma Imprenditore si spara al petto col fucile La sua azienda stava fallendo.

Fonte: un copia-incolla che gira su Fb

.

UNA COSA:

Oggi, vi prego, non auguratemi buona Pasqua, non solo perché non sono credente ma perché una trentina di persone da inizio anno “è stata ammazzata” dalla crisi economica. Una vera e propria mattanza i cui responsabili sono proprio coloro che fingono di adottare misure anti-crisi.  Poveri cristi dimenticati dai governi e da gran parte dell’opinione pubblica che, quando proprio finge di interessarsi, condivide qualche link come questo su qualche social network. In questo Paese si fanno manifestazioni su tutto ma sembra che non interessi a nessuno creare un grande mobilitazione per fermare questa mattanza. Ricordati che su quella corda oggi c’è uno della cui sorte te ne freghi ma domani potrebbe esserci un tuo caro, percio’ agisci adesso.

4 pensieri riguardo “Ecco la lista delle vittime della crisi.

  1. ..ed allora? Quale la conclusione? Se lo pubblico sul mio post tutto cio’ finisce? Dobbiamo creare sempre piu’ tensione? ..e perche’??

    "Mi piace"

    1. Considerando che i media piu’ importanti dedicano a coloro che si suicidano per motivi economici legati alla crisi qualche articoletto in ultima pagina, sarebbe buona regola che almeno i bloggers indipendenti dessero il giusto spazio a questi cittadini abbandonati dallo Stato. Domanda per te: se anche noi, oltre che alle Istituzioni, abbandonassimo questi cittadini, nemmeno ricordandoli in un non utile post, non credi che dovremmo considerarci, a pieno titolo, gentaglia ?

      "Mi piace"

  2. Che malinconia. Stiamo diventando come i giapponesi, almeno per quanto riguarda difetti e criticità; purtroppo non ne condividiamo l’etica, specie nella gestione delle cose di tutti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: