Pubblicato in: CRONACA

ECCO IL NEMICO; SECONDO IL PD:


Beppe Grillo a Parma ha preso più del 15% dei voti e a livello nazionale è attestato nei sondaggi al 7% . Il PD si infuria e dice che Grillo sta sottraendo voti preziosi al partito democratico, ma preziosi per chi ? Per Mario Monti ? E cosa fa il PD per contrastare l’avanzata di Beppe Grillo ? Vota in massa contro il taglio alle pensioni d’oro, vota l’IMU che colpirà indiscriminatamente la prima casa in ogni fascia di reddito, vota i tagli alle pensioni dei poveracci e lascia gli esodati senza pensione e senza stipendio e vota anche per il pareggio di bilancio in costituzione dicendo per, bocca di Fassina a ” Servizio Pubblico “, che anche se dal punto di vista economico è un provvedimento sbagliato e troppo oneroso, introdurlo era necessario per convincere Angela Merkel che l’Italia intende davvero mettere ordine ai propri conti pubblici e questa decisione invoglierà la Germania ad aiutarci aumentando il fondo salvastati. Ora abbiamo visto come la Germania ha aiutato la Grecia che nonostante abbia obbedito con Papademos , un caro amico di Monti, al diktat della Merkel, della Bundsbank e della BCE è finita lo stesso in default e stiamo vedendo come sta aiutando anche la Spagna che ha introdotto il pareggio di bilancio in costituzione e sta andando anche lei in default, dobbiamo quindi ritenere che la Germania aiuterà nello stesso modo anche noi italiani nonostante la macelleria sociale che sta facendo Mario Monti sostenuto dal PDL e dal PD, ma per il PD il nemico da abattere è Beppe Grillo!

Image

Pubblicato in: CRONACA

ALCUNE CONSIDERAZIONI RIGUARDO ALL’ ANTIPOLITICA GRILLINA


Finalmente e’ arrivata la primavera, coi suoi colori, con le sue miti e gradevoli temperture, con le sue fragranze….Questa volta pero’ sentiamo un odore che, piu’ che un profumo pare sinceramente un lezzo : quello dell’ antipolitica. Non e’ un odore nuovo, anzi… E’ vecchio ed esiste da sempre. Si fa’ solo sentire piu’ forte quando la congiuntura economica e’ sfavorevole e il nostro tenore di vita subisce una diminuzione verso il basso. Non e’ vero che nasca quando la classe dirigente e’ corrotta o non all’ altezza… Ne e’ la prova eloquente il fatto che altri politici e altri Governi, tipo quelli andreottiani o craxiani ( che di certo non brillavano per onesta’ e moralita’ ) non abbiano avuto tante critiche come accade ora. Ci fu’ l’ antipolitica dopo la 1a Guerra Mondiale e nacque il fascismo e ci fu’ l’antipolitica del dopo Craxi e della crisi dei primi annni ’90 che ci portarono al berlusconismo e che fecero nascere un movimento xenofobo e antinazionale denominato Lega Nord . Quindi niente di nuovo : cambiano solo i nomi di coloro che cavalcano il malcontento . Prima fu’ Mussolini, poi Berlusconi ed ora Grillo e cambiano solo i mezzi con cui questi ” geni del rinnovamento ”, questi ” uomini nuovi ” incantano le platee : o con un’ oratoria fatta da un balcone di Palazzo Venezia, o con televisioni e giornali o con la rete internet. Questi 3 uomini, che paiono tanto diversi, hanno ( se ci fate caso ) un punto in comune : TUTTI NON VOGLIONO AVERE UN CONTRADITTORIO . Amano la folla plaudente e non sopportano ne’ le critiche ne’ tantomeno i suggerimenti ….Veri esempi di democrazia . Questa antipolitica e’ quindi pericolosa ?? Tantissimo !!! Ci potrebbe portare a nuove dittature, non dico sanguinarie in stile mussoliniano ma quantomeno soft, in pieno stile berlusconiano : e questo tipo di dittatura, che ci pare meno pericolosa per certi versi lo e’ di piu’ in quanto spegne le menti e ci porta ad un livellamento delle coscenze a cui occorreranno anni per disintossicarci. Bisogna quindi avere paura di questa antipolitica ?? Starne alla larga ed evitarla come un serpente velenoso ? No, anzi….Questa antipolitica e’ solo un effetto nefasto della malapolitica di questi ultimi 20 anni. E’ un tipo di protesta , fatta in modo sbagliato ma che non puo’ essere ignorata dalla classe politica tutta che governa il Paese. I partiti devono dare risposte alle domande del popolo e si devono impegnare col massimo sforzo per dare quel buon esempio che giustamente gli elettori esigono. Questo e’ il vero antidoto all’ antipolitica…..Una politica seria , fatta per i cittadini e non per interesse personale, con persone oneste e capaci collocate nei punti giusti. Non c’ e’ alcun bisogno di smantellare l’ apparato statale perche’ chi lo dirige non e’ all’ altezza : basta solo cambiare le persone..Sarebbe come se aveste la batteria del motore scarica : la cambiate o rottamate la macchina interamente ?? NON C’ E’ BISOGNO DI NUOVA POLITICA MA DI BUONA POLITICA !!! ( e la differenza non e’ da poco )…..

GIANLUCA BELLENTANI