Pubblicato in: CRONACA

Barnard: “Monti è un bugiardo, un criminale, un disgraziato.” Io sto con Barnard.


Tutti a prendere le distanze, naturalmente dal “criminale” e non dal “bugiardo”.

Tu, cittadino dello Stato italiano, non riesci piu’ ad andare avanti, non hai piu’ un lavoro, per dare da mangiare ai tuoi figli sei stato costretto ad accedere ad un prestito ipotecando la casa, lo Stato si ricorda di te solo quando non hai pagato le tasse ed infatti casa tua (quella ipotecata) è piena di cartelle esattoriali e tu, di giorno in giorno, diventi sempre piu’ fragile, nonostante tutto continui a lottare perchè credi che una via di fuga ci possa essere, ci debba essere. Vivi mesi, anni, credendo che la speranza sia l’ultima a morire. Un giorno pero’, la tua fragilità, la tua disperazione, unitamente alla convinzione che lo Stato se ne fotte altamente dei tuoi problemi, ti porta ad un’altra convinzione ancora piu’ nefasta: per te morire è diventata l’ultima speranza.

Interroghiamoci sul fatto che viviamo in uno Stato che si interessa di noi nella misura in cui siamo utili (paghiamo le tasse) e ci abbandona nel momento in cui non riusciamo, per cause di forza maggiore determinate dall’incapacità dello stesso Stato di mettere il cittadino nella condizione di potere avere un reddito, a  pagarle piu’. Interroghiamoci sul fatto che viviamo in uno Stato che continua a tartassare i poveri cristi lasciando in pace gli evasori per scelta, hobby, lavoro e anche piacere. Interroghiamoci sul fatto che chi ha stretto il cappio, premuto il grilletto, spinto dal balcone… sono i rappresentanti di decenni di mala-politica.

Ora, mi sembra evidente che il Mondo sia sempre piu’ dominato dai grandi gruppi di potere della Finanza internazionale, come Goldman Sachs e Trilateral.

 Ci sono degli individui senza scrupoli che giocano a Monopoli con i soldi dei poveri cristi: pensionati, disoccupati, lavoratori e anche imprenditori sull’orlo di una crisi di nervi e non solo.

E i governi cosa fanno davanti a questa gentaglia ? Semplicemente, con la scusa di una crisi creata proprio da questa  gentaglia continuano a togliere i soldi ai poveri cristi per finanziare gli stessi speculatori.

Con Berlusconi abbiamo visto una politica al servizio di un uomo, dei suoi interessi e degli interessi degli amici suoi. Con Monti stiamo vedendo una politica che fa gli interessi degli amici di Monti e degli altri banchieri che siedono nel governo.

Cose che capitano quando il virus si fa antivirus per portare vantaggi (cioe’ distruggere il sistema: lo Stato sociale) all’antivirus. Fuori di metafora vuol dire che un uomo che per decenni ha rappresentato il virus, oggi siede sulla poltrona di primo ministro continuando a fare quello che faceva quando siedeva sulle poltrone dei consigli di amministrazione di Goldman Sachs e Trilateral: togliere i soldi ai poveri cristi per foraggiare i grandi gruppi di potere. Con la differenza che fino a qualche tempo fa Monti veniva considerato il virus mentre oggi è visto da gran parte dell’opinione pubblica come il salvatore della Patria.

A questo proposito andrebbe detto che salvare la Patria (ammettendo che la stia salvando) ammazzando i cittadini che in quella Patria ci vivono non mi sembra che sia una soluzione, puo’ al massimo essere la “soluzione finale ”.

Giustamente, molto giustamente gli italiani perbene hanno fatto della lotta alle mafie una missione di vita. Sarebbe auspicabile che la gente cominciasse a svegliarsi anche per combattere la mafia istituzionalizzata che miete piu’ vittime della mafia vecchio stile. Perche’ vedete, la mafia vecchio stile agisce fuori e dentro le Istituzioni, la lupara e il tritolo li usano ancora ma non come prima e ti chiede ancora il pizzo. La mafia moderna non ha bisogno di chiederti il pizzo ma ti fa pagare il pizzo di Stato, aumentando a dismisura la pressione fiscale. Agisce sempre dentro le istituzioni e la vedi seduta sulle poltrone piu’ importanti e non ha bisogno di premere nessun grilletto perchè ti esaspera talmente tanto da indurti al suicidio.

Tutti coloro che hanno ridotto un gran numero di italiani in uno stato di disperazione sono, a dir poco, dei criminali e in questo caso Monti sarebbe solo l’ultimo criminale.