IL PROFESSORE E IL PIAZZISTA


Due dichiarazioni, distanti pochi giorni l’una dall’altra, scuotono la politica in questo afoso mese di luglio : il Premier M. Monti dichiara che non fara’ parte di nessuna coalizione nel prossimo Governo mentre invece l’ex Premier S. Berlusconi dichiara che ” riscendera’ in campo ” con un partito dal nome e dal simbolo nuovo.

Alle parole del Professore, credo che tutti ( tranne i vertici dell’ UDC ) abbiano tirato un sospiro di sollievo. Troppe tasse e rincari hanno minato l’immagine di questo Governo Tecnico ; e’ vero che vi erano delle urgenze economiche ; e’ vero che occorreva dare al mondo un’ immagine del Paese diversa dalla precedente fatta solo di battutaccie da osteria  e bunga – bunga ; e’ vero che si doveva tener fede agli impegni – capestro presi da Berlusconi ma credo che i tagli di spesa avrebbero dovuto essere rivolti in modo piu’ drastico verso armamenti e sprechi dei vari Enti anziche’ tagliando i servizi ai  cittadini e aumentando l’ IVA sui generi di prima necessita’ e le accise sui carburanti . Nei prossimi mesi vedremo se questa manovra lacrime e sangue sia stata una medicina amara ma necessaria oppure una fatica di Sisifo. Al Professor Monti va’ pero’ riconosciuto l’ impegno profuso in questi mesi nonche’ la sua serieta’ e dedizione al suo mandato. Mai abbiamo visto politici lavorare la domenica ne tantomeno gratuitamente . Mai abbiamo visto un Premier Capo del Governo e allo stesso tempo Ministro dell’ Economia prodigarsi in un’ estenuante lavoro diviso tra impegni nazionali ed internazionali. Che dirle Professore …… Sicuramente la sua immagine e’ molto piu’ apprezzata all’ estero che in Italia e credo che questo le interessi molto di piu’ che avere degli adulatori in cerca di favori e prebende. Se si facesse il suo nome magari per il Quirinale, personalmente ne appoggerei la scelta.

Alle parole del piazzista di Arcore, credo che tutti a sx ( e non solo ) si siano messi le mani nei capelli ( chi ce li ha ) e si siano toccati i testicoli ( sempre chi ce li ha ). Assieme ad irripetibili bestemmie sono salite al cielo frasi del tipo ” Ma non aveva detto che si toglieva dalla scena politica definitivamente ” ? ” Ma dopo tutti i danni che ha fatto ancora si ripresenta ? ” Abbiamo fatto solo figure di m… con questo buffone e ancora vuole andare a Capo del Governo ? Speriamo che muoia prima etc etc.. Ai componenti del variegato popolo della sinistra vorrei porre una semplice domanda : ” MA VOI CREDEVATE DAVVERO CHE BERLUSCONI SI TOGLIESSE DEFINITIVAMENTE DALLA SCENA POLITICA ? Ma in che mondo vivete ? Ma non avete imparato ancora a conoscerlo dopo tanti anni ? Questo losco personaggio, implicato nel malaffare da 30 anni a questa parte, non e’ altro che un piazzista che e’ sceso in politica per salvare ed arricchire le proprie aziende e non andare in galera : e secondo voi avrebbe lasciato tutto la sua creatura politica in mano ad Angelino Alfano ? Si sarebbe tolto dalla politica per affidarsi alle amorevoli cure delle sue giovanissime accompagnatrici ? Ma dai…. Non ci voleva un paragnosta per capire che avrebbe lasciato fare il lavoro sporco a Monti per poi ritornare in campo come il salvatore della Patria. Qualcuno si e’ chiesto dove trovera’ quel 20% di voti che almeno gli occorrono : li trovera’, state sicuri. Tanti video – lesi credono ancora in lui, qualunque cosa egli dica o faccia. Aggiungetevi una parte di grillini, una parte di voti di chi cerca favori e di voti ancora ne trovera’, magari meno di prima ma ancora ne avra’, sempre troppi. Che fare allora per non ricadere ancora una volta nel berlusconismo ? Qualcuno ha dato una risposta lapidaria e sensata : NON VOTATELO , ma credo che questo non basti. In questi anni l’ intera classe politica e’ stata attaccata dall’ opinione pubblica per i propri comportamenti , spesso giustamente e qualche volta no. Si e’ creato un disamore , se non un’ avversione verso la politica in genere ed e’ aumentata in maniera preoccupante la percentuale degli astenuti. Quindi, se non volete ancora il piduista a Capo del Governo, assieme alla sua corte di puttane e ruffiani, andate a votare chi volete ma assicuratevi che non abbia come prospettiva una alleanza col partito di Berlusconi e spingete affinche’, come priorita’, venga fatta una legge sul conflitto d’ interessi, molto piu’ urgente persino del Porcellum. Per far fuori Berlusconi non occorrono armi, basta solo una matita !!!

GIANLUCA BELLENTANI

3 risposte a “IL PROFESSORE E IL PIAZZISTA”

  1. Speriamo soltanto che Bersani(o chi per lui, candidato a Palazzo Chigi per il PD) faccia una campagna propositiva, e vedremo COME: dovrà spiegare cos’è che lo diiferenzia da un governo di Centro,con cui è da mesi alleato e,in un certo qual modo,spiegare come mai le persone che criticherà aspramente nei comizi(il pdl,insomma) sono stati suoi compagni di viaggio per così lugo tempo,tra tunnel e abecedari.Buon per il PD che almeno Mario Monti non si presenti direttamente come candidato:in quel caso il sor Bersani avrebbe pure dovuto dire cosa ha di diverso e di migliore il PD rispetto all’uomo della Goldman accanto, con cui ha fatto lingue in bocca per mesi,e tutt’ora.Silvio Berlusconi (o la sua testa di legno)avrà sicuramente più mestiere nel far dimenticare (e da destra,comunque) l’appoggio a un periodo di decisioni sciagurate e filo-bancarie(leggasi:ingiuste).

    "Mi piace"

  2. Condivido, condivido; purtroppo dopo un weed- end in Francia a festeggiare il 14 luglio mi tocca tornare e parlare ancora di Berlusconi, sono affranta…che devo dire???

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: