Cannata illuminaci !


L’estate sta finendo cantava Righiera  nel 1985 , ma la campagna elettorale , con le relative tensioni e l’immancabili deliri , è appena iniziata. A livello regionale sembra ormai scontato l’appoggio del PD a Rosario Crocetta il quale si è alleato con l’UDC di D’Alia. I giovani democratici per giustificare la sete di potere che li pervade hanno resuscitato dalla tomba Enrico Berlinguer e Aldo Moro, paragonando l’accordo PD- UDC al compromesso storico degli anni 70.  Iellati anche con i ricordi, visto che il PCI non entrò neanche allora al governo, additano come mafiosi ipotetici intellettuali che ricordano ai giovani democratici che l’Udc è l’ex partito di Cuffaro e Romano. Cari amici democratici , i mafiosi non sono quelli che vi rinfrescano la memoria, i mafiosi sono quelli che incontrava il deputato PD Vladimiro Crisafulli, per gli amici “cappeddazzo”, all’’hotel Garden di Pergusa. Il così detto centro destra ha quasi raggiunto l’accordo sulla candidatura di Nello Musumeci, ex presidente della provincia di Catania , ex presidente dell’ Aiccre Sicilia (associazione che unisce le Regioni, le Province e i Comuni d’Europa) e leader de la Destra. I burattinai infatti sanno benissimo che una loro eventuale candidatura causerebbe il record dell’astensione. Sicuramente avranno pensato: candidiamo gente presentabile e noi li manovriamo dietro le quinte. Solo un povero sciocco può pensarla diversamente. Era il 10 agosto quando Gianfranco Miccichè, invece di andare a mare, scoprì che il 28 ottobre la Sicilia sarebbe andata ad elezioni. Colto da un enfasi autonomista bambinesca decise di candidarsi per (testuali parole): “ derattizzare la burocrazia e rilanciare l’economia”.  Passarono 10 giorni e Miccichè stesso capì che la sua candidatura  sarebbe stata un disastro.  Si pensò bene di cercare qualcun’ altro. Prese quota Francesco Cascio , ma all’improvviso, sempre lo stupefacente Gianfranco ebbe un’idea geniale e sbaragliando tutti  decise di candidare l’ex presidente della provincia di Catania.  La colazione , o per meglio dire, la cosca che si sta venendo a formare attorno allo sfortunato Nello Musumeci è tra le più vario pinte e stravaganti. Troviamo il partito di Lombardo il quale viene sbeffeggiato in pubblico, ma adulato in privato, lo scontato partito di Miccichè , l’inesistente Destra di Storace e se gli ex An, che fanno capo al sindaco di Catania Stancanelli, ingoieranno l’ennesimo rospo,  il PDL dei vari Nania, Castiglione e il silurato Cascio. Molti ricorderanno che tempo fa Miccichè e Lombardo ebbero un dialogo tra i più raffinati ed eleganti degli ultimi 150 anni. “Lombardo ha detto così perché è un figlio di puttana – urlava Gianfranco-  ma non ha importanza. E’ disperato, ormai è fallito” .  Don Raffè, dalla sua altezza letteraria,  rispose: “ E’ un drogato”. Adesso sono alleati. Che ci vuoi fare ? E’ la politica bellezza!  Ma gli scontri non riguardano solo  il duo Lombardo- Miccichè. Infatti da qualche giorno sta succedendo di tutto nel comune di Siracusa. Grande Sud ha deciso di abbandonare la giunta Visentin rinunciando all’unica poltrona di assessore fino ad ieri occupata da Roberto Di Mauro (al bilancio) e la polemica è divampata. U zu Titti, dalle pagine de la Sicilia,  fa sapere che è deluso e amareggiato, mischineddu. Ma tiene a farci sapere che il suo partito è disinteressato ai posti di potere. Ovviamente neanche lui crede a una cosa del genere. Infatti la lite col PDL nasce da fatto che Grande Sud vorrebbe un secondo assessore. Molti lettori diranno, ma a noi cosa può importare degli scontri politici a palazzo Vermixio ? Ebbene cari lettori c’è qualcosa che è sfuggito in questi giorni di polemica ai vostri poco attenti occhi. Sulle pagine de “Il giornale di Sicilia” di qualche giorno fa , il sentore Alicata (PDL) rimproverava gli ormai ex alleati di Grande Sud di non aver rispettato gli impegni ad Avola. Sul giornale infatti la parte colorata recita : “ Vorrei ricordare ai nostri alleati di Grande Sud che una coalizione esiste non solo quando c’è da prendere ma anche quando c’è da dare(….) Senza contare gli impegni non rispettati dopo le elezioni ad Avola”. Scusate , ma di che impegni sta parlando il Senatore Bruno Alicata ? Cosa c’entra il PDL con Grande Sud ad Avola ? Ricorderete benissimo che il neo Sindaco Luca Cannata urlava fino alla nausea da Canale 8 : “Non abbiamo fatto accordi sottobanco ”. Ci stava forse mentendo ? Sign. Sindaco ci illumini ! Sa, la gente mormora, pensa male. E forse, pensando male, ci si azzecca sempre.  

 Francesco Migliore

 

Una opinione su "Cannata illuminaci !"

  1. Per non parlare di coloro che aspirerebbero al futuro Governo nazionale di centro sinistra(PD,UDC,SEL,IDV) che non riescono a trovare un candidato unico ma si dividono tra Fava e Crocetta.Poi non ci lamentiamo se la “crocetta” gli elettori la rimetteranno su Silvio(i suoi emissari politici nell’isola) o su una bella giornata di lotta coninua con la sistemazione lato sole della sdraio e/o del lettino(il 28.10 in sicilia si può ancora godere di marosi e clima solatio,di solito)…Questi(il pd,in primis) dalle solite e ripetute sconfitte,non impara niente.Viene in mente la battuta di Marx(Groucho):”si comporta da idiota, sembra un idiota..ma non lasciatevi ingannare..è davvero un’idiota”.Non biasimerò i siculi che si asterranno.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: