Quando i fumetti facilitano la vita


Abraham J. Twerski – su con la vita charlie

Su con la vita Charlie Brown!

136 pagine Edizioni Mondadori

I fumetti possono facilitare la vita o sono solo un passatempo per bambini? A parere del rabbino e psichiatra Twerski sicuramente alcuni fumetti possono rendere più leggero il nostro passo e soprattutto possono aiutare a comprendere alcune dinamiche che inevitabilmente ci troviamo ad affrontare durante il nostro percorso. E’ il caso delle strisce, apparse su diversi quotidiani nazionali, non solo statunitensi o stranieri e dei libri di Charles M. Schulz, meglio conosciuto come il papà di Charlie Brown, Linus, Snoopy, Lucy e tutta una serie di personaggi che spiegano in modo ironico, spesso semplificando, alcuni stati psicologici, dal disagio alla gioia che caratterizzano la vita dei suoi personaggi quanto la nostra. Meglio ancora, quel mondo dell’infanzia che è anche il nostro, i processi di crescita e la motivazione di alcuni schemi mentali che continuamo ad adottare anche in età adulta. Twerski in particolare analizza in questo libro l’utilità di questi fumetti e delle caratterizzazioni dei personaggi che ci possono far comprendere alcuni passi della nostra crescita, alcune dinamiche infantili. Non si tratta di un vero e proprio manuale, piuttosto di un libro che attraverso le strisce ci spiega alcune dinamiche psicologiche, al fine di renderci maggiormente consapevoli di ciò che accade nella nostra mente e anche al di fuori di noi. Del perchè abbiamo alcune reazioni piuttosto che altre di fronte agli eventi della vita.

Twerski ha esaminato anche le conflittualità familiari in un altro libro intitolato “Parliamone Charlie Brown”, dove si sofferma sul rapporto tra familiari e in particolare tra fratelli. Il inguaggio è volutamente semplice per rendere la materia accessibile a tutti, alla maniera di Schulz appunto.

Charlie Brown ci parla di noi” dice l’autore e allora una rilettura più attenta di questi fumetti molto ci può spiegare di noi, delle dinamiche che mettiamo in atto alla ricerca della soddisfazione personale e del nostro benessere. E la risata che la vita di questi personaggi suscita in noi, può alleggerire molto il processo di consapevolezza e cambiamento che richiede un notevole impegno. Lo psichiatra, nel trattare questo argomento, parte da alcuni pazienti, dalle analogie tra i loro comportamenti e alcune strisce di Schulz. Charlie Brown, Lucy, Linus e Snoopy sono comici indubbiamente, ma ognuno di loro porta in sè una grande verità: Charlie ha il problema dell’autostima ma cerca di crescere da questa mancanza di autostima, mentre Lucy non vuole crescere e la sua mancanza di autostima viene rafforzata nell’arroccarsi dietro ad una una rigida sicurezza che diventa posticcia nel momento in cui la ragazzina viene a contatto con il piccolo pianista dei suoi sogni. E se Linus si rifugia nella sua coperta per affrontare la realtà e le frustrazioni insite in essa, Snoopy si rifugia nella proria immaginazione creando una realtà quasi parallela. Chi di noi non può dire di ritrovarsi in alcune battute, in qualche atteggiamento, di questi bambini che ci somigliano davvero? Chi di noi non ha mai pensato ad una fuga dalla realtà, magari anche solo momentanea, che ci permettesse di riprendere il fiato? E allora forse è proprio da loro che possiamo trarre una lezione di consapevolezza che ci aiuti ad affrontare al meglio la vita.

Bianca Folino

Pubblicato da biancaprecaria

Quindici anni di giornalismo, laureata in lettere moderne, studia medicina tradizionale cinese, diplomandosi alla scuola Shiatsu Xin e seguendo alcuni corsi di specializzazione superiore. E' una scrittrice autonoma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: