Il benessere ha radici antiche


mamani curanderosHernan Huaranche Mamani – Gli ultimi Curanderos – 172 pagine. Piemme edizioni

La malattia non è sempre un nemico, talvolta è il modo che la Natura ha per dirci che stiamo sbagliando strada e che dobbiamo solo cambiare direzione”, con queste parole Mamani sintetizza questo breve saggio che tratta dell’antica medicina dei curanderos peruviani, che affonda le proprie radici non solo nella civiltà Inca, ma anche in quelle preincaiche. Un diverso modo di intendere la patologie che ci colpiscono, ma anche la stessa vita che viviamo. Vale la pena prendersi il tempo per leggere questo libro se il nostro benessere ci sta a cuore.

E’ interessante notare come l’autore, laureato in economia e docente universitario, sia diventato un curandero a seguito di una patologia che la medicina tradizionale occidentale non è riuscita a curare. Ed è ancora più interessante notare le analogie riscontrabili in un’altra arte antica, meglio definita come “arte di lunga vita”: il Qi Kung (madre delle attuali arti marziali). Stessi suoni quelli scelti dai curanderos andini per stimolare alcuni tipi di guarigione e dai cinesi che prediligono la vibrazione del suono per avere effetti sul corpo. Stessa concezione della malattia sia per gli andini che per i cinesi, anche per gli antichi medici cinesi.

Mamani fa un escursus sui curanderi ancora in vita e che stanno nelle Ande, con i dovuti paralleli con la medicina occidentale. Sono guaritori dell’anima e del corpo quelli raccontati dall’autore, perchè l’Uomo è considerato indivisibile, anima-corpo, in sintonia con gli antichi medici cinesi che parlavano di mente-corpo.

Il lettore viene preso per mano in questo viaggio attraverso un’antica cultura ancora in vita e rimane indubbiamente affascinato da una civiltà che ha faticato a conservarsi e che merita di essere conosciuta per quel tesoro di saggezza e tradizione che ci vuole tramandare.

E’ un libro, fondato su fonti precise e sull’esperienza dell’autore in qualità di curandero, che indica una diversa via, un diverso benessere che passa anche attraverso la malattia. E che ci conferma che vivere in un altro modo, in una maggiore sintonia con la Natura, è possibile e ci porta solo al nostro benessere. Noi siamo il riflesso dell’Universo e per questo, tramite le osservazioni empiriche dei fenomeni, è possibile curare diverse patologie e disagi, anche mentali.

Dimostrando in modo logico e pratico che non si tratta affatto di magia, ma di un diverso modo di chiamare le cose e di arrivare a risultati sorprendenti in fatto di salute e benessere. Perchè per gli andini, siano essi considerati peruviani o incas, è uno dei valori della vita, da salvaguardare.

Forse varrebbe la pena soffermarsi a riflettere su quanto raccontato da Mamani, perchè se uomini diversi, a diverse latitudini, arrivano alle stesse conclusioni, c’è un fondamento di verità in ciò che dichiarano. E in questo caso, stiamo parlando di una reale dichiarazione d’amore alla vita e all’Uomo.

Bianca Folino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: