L’energia più potente si chiama amore


 

la donna dalla coda d'argentoHernan Huaranche Mamani – La donna dalla coda d’argento – 406 pagine. Mondadori

La donna sarà colei che salverà il mondo. Questa è la tesi di Mamani, il curandero peruviano, docente universitario di economia, che sta girando il mondo per diffondere la cultura Inca. La madre Terra soffre, modificazioni climatiche, disastri ecologici e cataclismi dovrebbero farci capire che il mondo ha preso una direzione sbagliata, sfruttando quella terra che ci ospita e che, se continuiamo in questo percorso, imploderà su se stessa. E’ innegabile che qualcosa stia andando storto nel nostro vivere, se assistiamo a continui terremoti, uragani, onde anomale e piogge continue che fanno franare il territorio, è anche innegabile che l’uomo ha cercato da sempre di sfruttare la terra senza prendersene cura (si pensi ad esempio ai deserti che sono il risultato di una agricoltura intensiva che non ha mai tenuto conto delle rotazioni e della messa a riposo del terreno). A parere di Mamani bisogna cambiare rotta e le donne saranno la massima risorsa per un mondo nuovo, diverso e sicuramente migliore, perchè fondato sull’amore che è l’energia più potente capace di trasformare e innalzarci fino a percepire il divino. Gli spagnoli hanno portato in questa parte di America, a detta dell’autore, una cultura maschilista tipicamente occidentale.

Questo libro è un romanzo, più precisamente una guida spirituale sotto forma di romanzo, scritta proprio per le donne, per risvegliarle e far capire loro che hanno risorse immani e una forza senza pari. Lara, la protagonista è una donna in crisi, dopo il naufragio del proprio matrimonio. Si recherà in Perù, per incontrare i curanderos che la trasformeranno in una “donna vera”, cioè una donna di luce, capace di un amore senza pari e di dedicarsi agli altri, siano essi intesi come singola persona o come gruppi. Lara dimostrerà di avere un coraggio senza pari, superando di volta in volta prove sempre più dure. E alla fine troverà l’origine stessa della serenità, in se stessa e nell’amore che sentirà per l’intero universo.

Il finale è aperto, non si sa se Lara deciderà di dedicare se stessa ad un uomo o alle persone, di imparare a guarirle da diversi mali, ma soprattutto dall’infelicità.

Il ricavato di questo librò sarà devoluto all’Università della Vita e della Pace che Mamani sta costruendo in Perù (www.mamani-inca.com). Credo che questo romanzo sia una specie di balsamo per quelle donne che ancora devono rinascere, devono imparare a volersi bene e a capire che posseggono davvero risorse incredibili, ma che per sfruttarle devono iniziare a vivere un modo più autentico di essere donne. Perchè le donne sono l’origine dell’amore, quello universale dal quale procedono la pace e l’armonia. Non per niente, danno la vita.

Dobbiamo perciò imparare dalle donne e dalla loro forza il modo per poter vivere in armonia, con noi stessi e con tutto il creato. La storia di Lara è anche un pretesto per parlare di una cultura millenaria, che non va dimenticata, ma che va studiata e approfondita perchè può solo arricchirci. Ed è anche un modo per dimostrare che un diverso modo di vivere è possibile.

Bianca Folino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: