Ladri di carciofi


L’Italia è il maggiore produttore mondiale di carciofi, le zone  piu’ produttive sono la Sardegna, la Sicilia e la Puglia. Un fenomeno  che si sta sempre piu’ sviluppando è  il furto di carciofi, questi furti ci spiegano bene la natura di molti italiani: regole morali e civili ci dicono che non si ruba a nessuno ed è doppiamente vile rubare ai poveri, in Italia pero’, piu’ rubi e piu’ vieni considerato furbo.

Partiamo dal tessuto economico nel quale avvengono questi furti.

Nell’ultimo decennio, l’agricoltura italiana ha subito una crisi dopo l’altra dovute in gran parte all’aumento della concorrenza sui mercati e all’aumento dei costi di produzione: sementi, carburanti, concime, fertilizzanti, plastica per tunnel e serre, costi di distribuzione e molto altro. In questo scenario, solo le grandi cooperative sono riuscite a stare sul mercato mentre i piccoli agricoltori sono ridotti alla fame anche per demeriti propri, l’incapacità di sapersi organizzare, ma è anche vero che senza soldi non è possibile organizzare molto ed è altrettanto vero che le grandi multinazionali hanno messo le mani da tutte le parti. Un esempio su tutti: le sementi sono ormai tutte ibride e poche multinazionali gestiscono tutto il mercato mondiale delle sementi.

Licata (Agrigento)  è forse la città simbolo: è una delle zone piu’ produttive di carciofi e allo stesso tempo una delle zone nelle quali i contadini sono peggio organizzati. A Licata ci sono pochi grandi produttori e moltissimi contadini che coltivano il loro pezzetto di terreno. Questi piccoli produttori, inevitabilmente, finiscono nelle mani dei grandi distributori che, comprano da loro la merce a prezzi ridicoli (compreso il 10 % per il servizio) e la rivendono nei grandi mercati nazionali ed europei a prezzi fuori da ogni logica. In questo diabolico meccanismo, il piccolo produttore è l’ultima ruota del carro, il piu’ penalizzato insieme al consumatore finale “nordico” che compra un carciofo anche ad 1 euro e piu’.

Detto del tessuto economico, andiamo al tessuto sociale nel quale avvengono questi furti.

carciofi a campo apertoI carciofi vengono coltivati in pieno campo aperto e molto spesso, in questi campi, non ci sono né barriere ne’ controlli di alcuni tipo. Insomma, è molto facile rubare i carciofi.

E quanto costano i carciofi al mercato di Licata ? Al massimo 30-20 cent a carciofo per un breve periodo (dicembre)  mentre da metà febbraio ad aprile il prezzo scende a 5 cent a carciofo, prendendo ad esempio la qualità violetto, addirittura a 3 cent per la qualità tema.

Quindi, in questo momento, chiunque volesse comprare dei carciofi, per rivenderli o per mangiarli, potrebbe comprare  25 carciofi  a soli 75 centesimi di euro.

Capirete che nemmeno la scusa che “i carciofi costano tanto” potrebbe reggere a Licata.

Perché allora rubare? Sia per il professionista del furto che per il ladro occasionale è un modo per sentirsi furbi:  per non correre il rischio di sentirsi onesti preferiscono rubare 75 cent o un euro di carciofi.

carciofo capolinoMa non è solo colpa dei ladri ma anche di chi quei carciofi rubati li compra. I cittadini licatesi sanno bene che i carciofi si raccolgono con il fusto e sanno anche bene che quando qualcuno per strada ti vende dei carciofi senza fusto ma soltanto con il capolino è perché, per la fretta di rubarli, li raccoglie spezzando, con le mani, il capolino dal fusto.

Cosa comportano questi furti ? Vendere dei carciofi a prezzo netto pari a 2-3 centesimi non  consente ai contadini nemmeno di pagarsi il costo intero di produzione, raccoglierne tanti a quel prezzo consente loro di pagare una parte dei costi di produzione, raccoglierne pochi (per via dei furti) consente al contadino solo ed unicamente di fare la fame, di licenziare un operaio, di non raccoglierli proprio piu’ perchè non si ripaga nemmeno il costo del carburante. Stiamo parlando quindi di un danno enorme per le tasche dei contadini.

Quindi, perché i cittadini non vanno direttamente nei campi a comprare i carciofi a prezzi piu’ che convenienti piuttosto che rubarli o comprarli dai professionisti del furto con incremento del prezzo del 50-100 % ? Non solo risparmierebbero ma correrebbero anche il rischio di sentirsi onesti e anche piu’ furbi di chi crede di essere tale ma è solamente un parassita della società.

Gio’ Chianta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: