Ciro Esposito – E i media rovesciano le parti


Ormai era una regola. Prima l’omicidio. Poi la speranza di avere anche un mezzo sospetto sull’omicida per darlo in pasto all’opinione pubblica. Al suo irrefrenabile desiderio di vendetta. Era una regola. Finora era andata sempre così. Dell’omicida, anche se solo indiziato, anche di striscio, in un minuto veniva rivelato tutto. Foto in tutte le pose.Continua a leggere “Ciro Esposito – E i media rovesciano le parti”

Il sottoMarino che riflette anzichè urlare


                          5 mesi fa circa una frana danneggiava seriamente la Tangenziale di Roma nel tratto dell’ Olimpica, impedendone la fruizione a tutti coloro che, sempre o saltuariamente, dovevano utilizzare tale arteria. Un lavoro di ripristino durato troppo, andato a rilento… secondo molti. Parole provenientiContinua a leggere “Il sottoMarino che riflette anzichè urlare”

Per la differenziata mancano i soldi: si ritorna ai vecchi bidoni per l’umido La raccolta «porta a porta» non avrebbe costi sostenibili


NAPOLI — Forse non sarà un vero scivolone, ma sicuramente un clamoroso dietrofront. La raccolta differenziata porta a porta resta, almeno per Napoli, una mezza illusione, sia per il debole incremento registrato dal 2008 ad oggi, rispetto al 70 per cento di differenziata annunciato in campagna elettorale dal sindaco Luigi de Magistris (sebbene oggi ilContinua a leggere “Per la differenziata mancano i soldi: si ritorna ai vecchi bidoni per l’umido La raccolta «porta a porta» non avrebbe costi sostenibili”

EXPO


L’Esposizione universale verso il fallimento Expo Milano 2015: si ritirano 10 paesi In Svizzera referendum per rinunciare all’evento Milano – Dopo Danimarca, Norvegia, Finlandia, Svezia, Islanda, Portogallo, Turchia, Australia, Canada e Sudafrica, anche la Svizzera potrebbe rinunciare alla partecipazione, con un proprio padiglione, all’edizione dell’Expo che si terra’ a Milano l’anno prossimo. Molti di questi,Continua a leggere “EXPO”

Il campo di calcio al posto della casa dei guaranì


Demarcação


Qualcuno di voi avrà probabilmente assistito alla cerimonia di apertura della Coppa del Mondo, probabilmente avrà anche assistito alla scenografica immagine dei tre giovani brasiliani (i tre giovani in maglia bianca nella foto sopra) che rilasciano tre colombe al centro del campo. Difficilmente, invece, avrete assistito o vi avranno mostrato quel che è accaduto pochiContinua a leggere “Demarcação”

LETTERA A ROBESPIERRE, L’INCORRUTTIBILE


Caro Maximilien, ti scrivo di ritorno da un mio recente viaggio a Londra, dove, strano a dirsi, il mio pensiero è corso fino a te. Stenterai a crederci, ma davanti al Parlamento inglese ho visto una statua di Oliver Cromwell, regicida (condannò a morte re Carlo I Stuart – 1649) ed anche golpista, diremmo oggi,Continua a leggere “LETTERA A ROBESPIERRE, L’INCORRUTTIBILE”

A PROPOSITO DI “LIBERAZIONE”


 Ci lamentiamo ogni giorno sui giornali e sui blog che in Italia una vera opposizione ai governi che via via si sono succeduti non esiste e che questa sarebbe una delle cause delle ‘anomalie’ italiane che ci fanno ‘diversi’. Eppure ci sono risposte ovvie a questa ‘anomalia’, ma sembra che politici e giornalisti le ignorino…Un po’Continua a leggere “A PROPOSITO DI “LIBERAZIONE””

GRILLO RIDIMENSIONATO DA RENZI


Alla fine Matteo Renzi l’ha spuntata: M5S ridimensionato e costretto ad aprirsi ufficialmente al dialogo con il Partito Democratico. I pentastellati passano dalla politica bellica alla diplomazia. «Se non puoi batterli, unisciti a loro si dice». Per quanto sia critico nei confronti dell’operato di Matteo Renzi, devo riconoscere una notevole sagacia nella sua persona riguardoContinua a leggere “GRILLO RIDIMENSIONATO DA RENZI”

Quelle due stelle che oggigiorno parrebbero brillare di meno


In questi strani tempi politici di tutti contro tutti, anche all’interno dello stesso partito,molti avranno notato come vengano spesso riesumate due figure della politica italiana di fine ‘900, Enrico Berlinguer e Sandro Pertini. Sono stati rispettivamente il Segretario di un grande Partito, l’ allora PCI e un Presidente della Repubblica. Sono due figure a cuiContinua a leggere “Quelle due stelle che oggigiorno parrebbero brillare di meno”

MARE NOSTRUM E “LA SCELTA DI SOPHIE”


L’operazione #MareNostrum ha permesso di tutelare 39mila persone provenienti dal mare, in barconi privi di sicurezze, con bambini che vomitano, donne incinte, persone costrette a sopportare condizioni igieniche scandalose… Oggi, il Parlamento ha respinto una mozione di FI, LEGA e GAL che chiedevano la fine dell’operazione. Votare contro una proposta del genere è un DOVERE civico, cheContinua a leggere “MARE NOSTRUM E “LA SCELTA DI SOPHIE””

Decrescita responsabile, ovvero Latouche in sintesi.


A guardarla giorno dopo giorno sui giornali e sui telegiornali questa ‘crisi’ mondiale, siamo nostro malgrado tentati di seguirla passo passo, tra slogan, paure, domande e speranze, entrando in discorsi ristretti che tolgono l’aria e la visione d’insieme.  E allora ci ritroviamo a cercare un ‘salvatore’…ora individuato in un economista di fama, ora in un novello masaniello. Proviamo invece a considerare ilContinua a leggere “Decrescita responsabile, ovvero Latouche in sintesi.”

Divieto di autocritica


Terminano queste Elezioni Europee, coi risultati che sappiamo. Il PD stravince oltre ogni piu’ rosea previsione, ottenendo numeri mai raggiunti prima. Si rafforza pure la Lega Nord, cavalcando i soliti slogan del Basta Euro e del Fuori i clandestini. Forza Italia e’ in caduta libera e il NCD e la lista Tsipras passano la sogliaContinua a leggere “Divieto di autocritica”

Non sporchiamo le cose belle


Finisce finalmente l’odissea delle coppie italiane ferme in Congo. Non uso questo termine a caso : probabilmente solo chi ha vissuto un’esperienza di questo tipo, lontano da casa in un Paese di cui magari non parli nemmeno la lingua, spesso in balia di trafficoni senza scrupoli,  fermo tra le mura di un grigio orfanotrofio inContinua a leggere “Non sporchiamo le cose belle”