Pubblicato in: CRONACA

UN PAESE ALLO SFASCIO


In un paese dove fino a qualche anno fa era a capo del governo un indagato per associazione a delinquere, colluso più o meno direttamente con la Mafia, e successivamente condannato in terzo grado per frode fiscale, ma che continua, nonostante la sua condanna, ad avere molta ascendenza sull’attuale governo e ad essere ricevuto persino dal capo dello stato, in un paese dove il governo non si preoccupa della disoccupazione e dello stato sociale ma che invece consente alle società che gestiscono le slot machines di evadere il fisco per 90 miliardi di€, si può ben comprendere che, per far cassa, si arrivi persino a ridurre le retribuzioni agli appartenenti alle forze dell’ordine e a far tagli di bilancio alla scuola, eliminando i supplenti anche in quelle scuole dove c’è già penuria di insegnanti. Ad un governo composto pure da alcuni ministri che forse non sapranno neanche scrivere per intero il proprio nome, e da altri che, come lo stesso capo di governo Matteo Renzi che è stato condannato in primo grado per danno erariale, hanno conti in sospeso con la giustizia, cosa volete che importi di avere una scuola ed una polizia efficienti ? 

polizia_stato1

Pubblicato in: CRONACA

POVERTA’ DELLA CHIESA


Da un bel po’ di tempo a questa parte il nostro amato papa Francesco non parla più della povertà della chiesa, di aprire edifici di proprietà vaticana ai poveri e ai profughi e di dismettere lo IOR. Evidentemente il flusso degli 8X1000 nelle casse della chiesa è ormai ripreso alla grande, dopo il brusco calo che aveva avuto ai tempi di Ratzinger, quello antipatico, e deve essere ritornato più o meno come ai tempi di Wojtyla, quello santo. I  papi che vorrebbero per davvero dismettere lo IOR, di solito arrivano a circa trentatré giorni di pontificato e poi vengono colti da improvvisi malori e dipartono, ma a quanto pare il nostro Francesco continua invece a godere di ottima salute !

Ior-banca-vaticana

Pubblicato in: CRONACA

RISPETTARE LA LEGGE E’ UN OPTIONAL ?


uno scooterista col casco in testa entra in un bar tabacchi ma il gestore come lo vede gli chiede di togliersi il casco, lui se lo toglie, compra un pacchetto di sigarette e se ne va. Nello stesso bar tabacchi, poco dopo, entra una donna con la faccia tutta coperta da un velo, il gestore la vede all’ingresso e le chiede subito di togliersi il velo in modo che lui la possa vedere in faccia, ma la donna gli risponde che non può farlo perchè la sua religione glielo vieta. Il gestore allora le dice di uscire dal locale, diversamente chiamerà la polizia, e la donna se ne va. Alcuni clienti che erano intenti a consumare al bar e altri che erano li per comprar sigarette, gli dicono ” bravo, hai fatto bene, celata sotto quel velo ci poteva essere anche un’italianissima rapinatrice, che magari ti puntava contro una pistola per farsi consegnare l’incasso, sicura di non poter venire identificata neanche con le videocamere di sicurezza. Ma altri ancora invece lo apostrofano come razzista e intollerante della religione altrui, perchè quella povera donna stava soltanto rispettando le regole del suo credo. Ma come la mettiamo col fatto che in Italia, da sempre, esistono delle norme previste dal codice che vietano di andare in giro per strada e di entrare nei locali aperti al pubblico con la faccia coperta al punto da non potersi vedere? Queste norme non prevedono che uno-a ne possa venire esentato-a per motivi religiosi !

Motociclista-con-casco-horz

Pubblicato in: CRONACA

IL NUOVO ROTTAMATORE DELL’ ITALIA


Uomini rimasti senza lavoro che uccidono moglie e figli e che poi si tolgono la vita, giovani che si buttano giù dalla finestra perchè ormai non credono più nel futuro, imprenditori che, rovinati dalle banche, si danno fuoco, pensionati da fame che rubacchiano nei supermercati o che frugano tra la frutta e la verdura scartata dai bancarellisti nei mercatini rionali, appartenenti alle forze dell’ordine che, chiamati per fermare un malato di mente schizofrenico, dopo averlo bloccato a terra lo massacrano di botte fino ad ammazzarlo…. e guardate un po’ chi è colui che dovrebbe tentare di porre fine a questi drammi nazionali.

l43-renzi-gelato-140829194333_medium

Pubblicato in: CRONACA

L’ OPPRESSIONE CATTOLICA


Questo paese da secoli e secoli, ossia dai tempi dell’imperatore romano Teodosio, che ufficializzò la religione cristiana in tutto l’impero, fino ai giorni nostri compresi, viene costantemente tenuto sotto il tallone della chiesa cattolica che vi diffuse la superstizione, il servilismo al clero, l’ignoranza e l’analfabetismo nei ceti sociali più bassi, secondo il conclamato principio che un uomo meno legge e meno pensa. Per questo motivo l’Italia, ancora nella prima metà del ‘900, aveva milioni di analfabeti totali, soprattutto nelle zone rurali, e nel 1948, quando anche le donne ebbero riconosciuto il loro diritto al voto, i preti cattolici nei confessionali di tutto il paese si fecero premura di redarguirle dall’utilizzare ” male ” il loro voto, spaventandole con la prospettiva di finire all’inferno qualora avessero votato per un partito diverso dalla Democrazia Cristiana, il partito scelto da dio, dal buon Gesù e dal papa, per guidare l’Italia!

Tessaera D.C.