Pubblicato in: CRONACA

QUELLI CHE LA LEGGE DEL FAR WEST…


 

benzinaio stacchioIn un Paese della bassa vicentina, tre balordi armati di pistola, svaligiano in pieno giorno una gioielleria ed escono trascinandosi dietro la titolare come ostaggio. A fianco del negozio, vi e’ un distributore di carburante gestito dal 65enne Graziano Stacchio. Udite le urla della donna, il benzinaio imbraccia il fucile, regolarmente denunciato e si fa incontro ai rapinatori. Spara un colpo in aria per intimorirli ma questi, per tutta risposta, rispondono al fuoco sparando contro il benzinaio. Nasce un vero e proprio conflitto a fuoco ed alla fine due malviventi riescono a fuggire mentre il terzo, Albano Cassol , ferito gravemente ad una gamba dal fucile di Stacchio, muore prima ancora di arrivare in ospedale, lasciando vedova la giovane moglie in avanzato stato di gravidanza. Il gestore viene fermato con l’accusa di eccesso di legittima difesa. La moglie del rapinatore lo denuncia, chiedendo il risarcimento danni.
Come sempre l’ Italia si divide tra accusatori e difensori ma almeno questa volta, quelli che difendono il benzinaio sono una vasta maggioranza. Non solo : in tanti lo chiamano eroe. Il Sindaco di un Paese vicino, tale Joe Formaggio, si mostra in giro con una felpa con la scritta ‘’ IO STO’ CON STACCHIO ‘’ ( Salvini docet ). Anche nei Paesi limitrofi, vengono distribuiti e affissi alle finestre e ai balconi volantini con questa farse. Facciamoci quindi anche noi una domanda riguardo a questa vicenda: ‘’ Ha fatto bene il benzinaio a sparare ‘’ ? Ma soprattutto ‘’ Stacchio e’ davvero un eroe ‘’ ?
Innanzitutto credo che vada puntualizzata una cosa, su cui credo che tutti concordino. Graziano Stacchio era e rimane una brava persona, onesta e laboriosa e Albano Cassol un balordo che viveva di rapine ed espedienti . Cassol sapeva il rischio che correva ma se ne e’ infischiato, forse convinto di farla sempre franca. Se la meritava questa fine ? Sicuramente no, in quanto non si uccide neanche un cane per strada in questo modo . Stacchio invece, ha fatto bene o male a sparare ? Questa domanda, credo che in quei momenti di concitazione il benzinaio non se la sia neanche posta. Ha agito d’istinto, con coraggio o incoscienza, ma ha fatto comunque una cosa che non doveva fare : sparare ad una persona. Che lo abbia ucciso, cosa sicuramente che non era nelle sue intenzioni, non e’ un fatto accidentale ma una conseguenza, sicuramente la piu’ tragica, del suo intervento contro i rapinatori.
Come possiamo quindi sostenere che Stacchio sia un eroe ? Non lo e’ sicuramente, come lui stesso fa notare nelle sue dichiarazioni. Ha fatto solo quello che, se avessimo avuto il suo coraggio o la sua incoscienza, avremmo fatto anche noi. Avremmo agito come il nostro istinto suggeriva, non curandoci delle conseguenze ma allo stesso tempo infischiandocene del fatto che stavamo facendo qualcosa che non era consentito fare ma consci che il nostro agire sicuramente sarebbe stato punito in quanto reato. Siccome siamo in una societa’ civile, abbiamo delle leggi scritte sotto cui dobbiamo sottostare. Non siamo nel Far West dove gli uomini si fanno giustizia da soli ma dove questa giustizia e’ amministrata dagli organi competenti.
Cosa succedera’ quindi a Stacchio ? Avra’ sicuramente tutte le attenuanti del caso, essendo egli incensurato ed avendo agito per aiutare l’ostaggio. Sara’ condannato sicuramente a risarcire la vedova per averle ucciso il marito ( e in questo caso l’aiuto dei suoi concittadini gli dara’ davvero una mano). Andra’ in prigione ? Sicuramente no, in quanto e’ il suo primo reato grave e non vi sono pericoli di fuga. Tutte attenuanti che, naturalmente, non sarebbero state date a Cassol se avesse sparato e ucciso.
Rimane comunque una vicende triste e drammatica, che lascia una giovane vedova, un bambino che non conoscera’ mai il proprio padre e un uomo onesto e per bene, che vivra’ eternamente col rimorso di aver ucciso una persona. Se proprio Stacchio ci sta’ a cuore, lasciamolo in pace e stendiamo un velo di silenzio su questa vicenda!!
Gianluca Bellentani

3 pensieri riguardo “QUELLI CHE LA LEGGE DEL FAR WEST…

  1. Continuiamo a difendere i delinquenti….uno non è più sicuro neanche a casa sua e noi facciamo i moralisti. Se l’aggressione fosse successa ad un suo familiare o ad un suo amico?? Avrebbe detto le stesse parole?? Io penso proprio di no. Non è più tempo per la morale.

    "Mi piace"

  2. Spesso la risposta a questi quesiti è emozionale e non razionale. Leggendo il tuo post, però, mi sono reso conto che non si può considerare un eroe una brava persona che ha tentato di aiutarne un’altra “con le cattive”. Alla fine la morte del bandito lascia un vuoto in una famiglia magari inconsapevole. e comunque la legge del Far West non è da paese civile.
    Grazie per l’acuta riflessione.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...