Pubblicato in: CRONACA

LA SVOLTA FASCISTA DEL SECONDO GOVERNO BERLUSCONI


La svolta da regime poliziesco che il governo Berlusconi intendeva dare durante il G8 di Genova del 2001, con la complicità di apparati dello stato ed anche di una parte della cosiddetta opposizione, riuscì soltanto a metà perchè evidentemente i funzionari di polizia, succubi del governo, preposti alla gestione dell’ordine pubblico durante il G8, agirono in modo assai dilettantesco, innanzitutto coinvolgendo troppi stranieri nei pestaggi avvenuti nella scuola media Diaz e nei successivi sequestri di persona, che portarono tanta gente all’ interno della caserma di Bolzanetto, tra i quali anche semplici turisti e persino qualche giornalista, ma soprattutto perchè vi furono delle riprese filmate, che finirono nei notiziari TV di tutto il mondo, le quali mostrarono chiaramente come la polizia italiana ignorò i facinorosi incappucciati e armati di spranghe di ferro che fecero danni ingenti in tutta la città di Genova e si scagliò invece con pestaggi gratuiti e di violenza inaudita contro manifestanti pacifici e inermi, tra i quali anche numerose persone anziane, lasciando palesemente ad intendere che la repressione brutale messa in atto nei loro confronti da parte, appunto, delle forze dell’ordine, avesse esclusivamente un carattere intimidatorio, da dittatura sud americana, e che nulla aveva a che fare con un’ esigenza reale di difesa dell’ordine pubblico. Inutile dire che il governo Berlusconi, e soprattutto l’Italia come nazione, ci fecero una figura di merda gigantesca davanti a tutto il mondo, e la debole e disunita reazione da parte dell’ opposizione di centrosinistra a questa palese prova di forza del governo di destra non servì certo a far cambiare in senso positivo l’opinione pubblica internazionale sul nostro paese. Tuttavia il governo in carica era alquanto messo male, e Berlusconi fu costretto infatti a far dimettere il ministro degli interni Scajola, ed anche se l’elettorato di destra non si rese mai conto, o forse chiuse volutamente gli occhi, in merito alla gravità di quanto che era accaduto a Genova, quello di sinistra fu, tutto sommato, invece abbastanza compatto nel condannarlo. Inoltre la coalizione di destra cominciava ad avere delle fratture anche al suo interno, in quanto, Follini dell’UDC , chiese a gran voce che si varasse una legge contro la tortura, alla quale la sia pur, in parte, riluttante opposizione di centro sinistra non poté negare il suo appoggio per non doversi poi sputtanare coi propri elettori. Il secondo governo Berlusconi rimase così in bilico e rischiò persino di cadere come il primo, ma circa un mese dopo il G8 di Genova, ossia l’11 settembre 2001, avvenne il ben noto attacco alle torri gemelle di New york e tutta l’opinione pubblica mondiale, inclusa quella italiana, si spostò sul palcoscenico americano, perché la paura di altri possibili attacchi terroristici prese il sopravvento anche in Europa e fece passare in secondo piano le tragiche vicende di Genova. I notiziari di tutto il mondo si concentrarono sui terroristi di Al Qaida e su Bin Laden, e il governo Berlusconi poté quindi tirare un sospiro di sollievo e riuscire a salvarsi. La legge sul reato di tortura naturalmente non venne mai varata e così la Corte Europea ci ha recentemente condannato.

An anti-globalization group of protestors make a performance in front of the Italian embassy in cent..

Autore:

sono ateo e di sinistra.

Un pensiero riguardo “LA SVOLTA FASCISTA DEL SECONDO GOVERNO BERLUSCONI

  1. L’ha ribloggato su Sinistra Newse ha commentato:
    Vi furono delle riprese filmate, che finirono nei notiziari TV di tutto il mondo, le quali mostrarono chiaramente come la polizia italiana ignorò i facinorosi incappucciati e armati di spranghe di ferro che fecero danni ingenti in tutta la città di Genova e si scagliò invece con pestaggi gratuiti e di violenza inaudita contro manifestanti pacifici e inermi, tra i quali anche numerose persone anziane, lasciando palesemente ad intendere che la repressione brutale messa in atto nei loro confronti da parte, appunto, delle forze dell’ordine, avesse esclusivamente un carattere intimidatorio, da dittatura sud americana, e che nulla aveva a che fare con un’ esigenza reale di difesa dell’ordine pubblico.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...