Pubblicato in: CRONACA

IL PROBLEMA DI BASE


In un paese dove già vivono non meno di 8-9 milioni di persone sulla soglia della miseria totale, dove il divario tra ricchi e poveri tende costantemente ad aumentare, e dove il governo in carica non ha la minima idea di cosa fare per rilanciare l’economia nazionale, perchè non soltanto non fa nulla per sostenere le attività industriali, commerciali, e le aziende agricole, già esistenti, nè ha da proporre un piano serio di investimenti per aumentarne il numero, ma, al contrario, grava le poche ancora rimaste di ulteriori tasse e, allo stesso tempo, non fa niente di niente per venire incontro alle esigenze di coloro che oggi si trovano in gravi difficoltà finanziare proprio a causa di scelte economiche sbagliate, e di una totale mancanza di criterio nel gestire il danaro pubblico, da parte di questa stessa classe politica che da decenni governa in Italia, è abbastanza comprensibile che l’arrivo di altri poveri dall’estero crei momenti di tensione, e paure a volte anche esagerate, soprattutto tra quegli italiani che si sentono totalmente abbandonati a se stessi sia dal proprio stato che dal resto dell’Europa. Ora pur non tenendo nella minima considerazione coloro che, come Matteo Salvini, speculano su queste paure per fini meramente elettorali, il problema dell’accoglimento dei profughi che arrivano coi barconi è comunque piuttosto serio, soprattutto perchè a capo del nostro attuale governo c’è un tal Matteo Renzi che si diletta a far politica, il quale va si in giro per l’Europa e per l’America a ricevere pacche sulle spalle da tutti, ma, al lato pratico, non conclude niente di utile e di concreto per questo paese, perchè in realtà non avrebbe neanche la competenza necessaria a poter gestire un piccolo chiosco di frutta e verdura, figuriamoci quindi una nazione di 60 milioni di abitanti e un problema di portata mondiale come quello rappresentato dall’esodo e dall’accoglimento dei profughi. Il problema di base che dobbiamo pertanto risolvere, se vogliamo davvero trovare una soluzione anche agli altri, è innanzitutto quello di liberarci dei pagliacci della politica come Renzi ( Berlusconi, Alfano, Fini, Bossi, Salvini, Meloni, La Russa, Gentiloni, Letta zio, Letta nipote, Monti, Bersani, D’Alema, Napolitano, Brunetta, Prodi, Vendola, Bertinotti…. ) che sono l’espressione di un consociativismo di poteri mafio-massonico-clericali interni, al servizio della massoneria internazionale che controlla la BCE e l’UE.

renzi-obama-640