Aspettando il 1 maggio:Il futuro non è più quello di una volta


Lo Statuto dei lavoratori è nato come espressione di quanto dice l’articolo 3 della Costituzione, quello che dispone che si persegua l’eguaglianza sostanziale per tutti, e ha reso i lavoratori prima di tutto cittadini titolari di diritti. Oggi si vuole rottamarlo come superato, ma i valori che afferma sono universali e senza tempo

La Francia in lotta


Mobilitazione massiccia in Francia per il quarto giorno. Mobilitazione  contro la loi Travail ( legge sul lav0ro ), mentre il 3 maggio inizia il dibattito all’Assemblea sulla contestata riforma che porta il nome della ministra El Khomri. Si stima la partecipazione di  circa 500.000 manifestanti. Il ministro degli Interni, Bernard Cazeneuve, ha affermato che 24Continua a leggere “La Francia in lotta”

Il documento di 50 costituzionalisti sulla riforma costituzionale


http://www.lastampa.it/2016/04/22/italia/politica/il-documento-di-costituzionalisti-sulla-riforma-costituzionale-kx4tkWutrnQ1h24sW1zeSM/pagina.html Una cinquantina di costituzionalisti ha elaborato un documento in cui si esprime alcune valutazioni critiche sulla riforma costituzionale che sarà sottoposta a referendum. Il documento vuole essere un contributo ad una discussione, fondata sul contenuto effettivo della riforma piuttosto che su ragioni pregiudiziali di consenso o di dissenso rispetto al Governo.   LA SCHEDAContinua a leggere “Il documento di 50 costituzionalisti sulla riforma costituzionale”

Nei fossili marini i futuri cambiamenti climatici: 53 mln di anni fa picco di CO2.


http://www.repubblica.it/ambiente/2016/04/26/news/nei_fossili_marini_i_futuri_cambiamenti_climatici_53_mln_di_anni_fa_picco_di_co2-138482567/?ref=HRLV-17 Nei microorganismi dell’Eocene le prime prove di concentrazione di anidride carbonica atmosferica all’origine dell’estremo riscaldamento con una temperatura di 14 gradi superiore alla media. LA risposta ai cambiamenti climatici è racchiusa nei fossili marini risalenti a milioni di anni fa. Bisogna tornare all’Eocene per trovare le prime tracce di alte concentrazioni di anidride carbonica che,Continua a leggere “Nei fossili marini i futuri cambiamenti climatici: 53 mln di anni fa picco di CO2.”

Non è (più) un Paese per vecchi


La vita media si è allungata ed i cittadini che hanno superato i 70, se non gli 80 sono sempre più numerosi e si trovano ad affrontare da soli le molteplici carenze assistenziali, economiche, previdenziali, ed affettive, che la nostra arida società non ha saputo affrontare. Carenze quindi generate dall’evoluzione della società sempre più attentaContinua a leggere “Non è (più) un Paese per vecchi”

Greenpeace: Chernobyl 10 volte più grave di Fukushima


http://www.repubblica.it/ambiente/2016/04/25/news/greenpeace_chernobyl_10_volte_piu_grave_di_fukushima-138431219/?ref=fbpa Decine di migliaia le vittime del disastro nucleare più grave della storia. Oggi oltre 5 milioni di persone abitano nelle zone contaminate. La denuncia di Greenpeace: ritardo nella costruzione del nuovo sarcofago che dovrebbe racchiudere il reattore 4. STIME esatte non esistono: i morti di Chernobyl si dividono tra i 9mila secondo l’Organizzazione mondialeContinua a leggere “Greenpeace: Chernobyl 10 volte più grave di Fukushima”

Lottavamo per la libertà: ci chiamavano banditi e terroristi.


http://www.marx21.it/index.php/rivista/19332-lottavamo-per-la-liberta-ci-chiamavano-banditi-e-terroristi-# Rivivere questa sera, con Nori e Giovanni Pesce, gli stati d’animo, le ansie, il coraggio, le paure, ma soprattutto la grande tensione ideale che ci animava in quelle terribili giornate di lotta di tanti anni fa è sempre una grande emozione. Anche allora gli invasori ci chiamavano banditi e terroristi, come succede ancora oggiContinua a leggere “Lottavamo per la libertà: ci chiamavano banditi e terroristi.”

Aspettando il 25 aprile: il balcone di Duccio Galimberti.


  Il 25 luglio 1943, con la caduta del regime, quasi tutti gli italiani si illusero che la guerra era finita. Non Duccio Galimberti, lui aveva  capito benissimo la situazione e che da lì iniziava il peggio Era il 26 luglio 1943, il giorno successivo la deposizione di Mussolini, e il giovane avvocato cuneese, cheContinua a leggere “Aspettando il 25 aprile: il balcone di Duccio Galimberti.”

Oggi è la Giornata mondiale del libro La lettura mezzo di comunicazione e di progresso


http://www.si24.it/2016/04/23/oggi-e-la-giornata-mondiale-del-libro-la-lettura-mezzo-di-comunicazione-e-di-progresso/229915/ Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro, e per quest’anno i protagonisti sono loro, due tra i grandi nomi della letteratura internazionale, William Shakespeare e Miguel de Cervantes. Entrambi, infatti, scomparvero il 23 aprile del 1616, data scelta dall’Unesco come simbolo per celebrare la giornata dedicata alla lettura e ai diritti d’autore. Per laContinua a leggere “Oggi è la Giornata mondiale del libro La lettura mezzo di comunicazione e di progresso”

Aspettando il 25 aprile: Emanuele Artom, il partigiano ebreo.


 Emanuele Artom, con il suo bagaglio di ironia, impegno civile e rigore morale, salirà tra le valli piemontesi per resistere, assieme ai  partigiani compagni, ai nazifascisti. Il 25 marzo 1944 le SS italiane lo cattureranno, per poi torturarlo a morte. Artom è stato un partigiano, un ebreo ma soprattutto un maestro la cui lezione, seContinua a leggere “Aspettando il 25 aprile: Emanuele Artom, il partigiano ebreo.”

Aspettando il 25 aprile: Giacomo Ulivi, la giovinezza tenace.


La brevità e la drammaticità del tuo percorso sono da imputare agli eventi nei quali tu stesso e, per tua volontà precisa, sei stato coinvolto. Contemplando la foto ricevuta da tua madre mi domando quale imperativo ti abbia spinto a gettare i tuoi diciannove anni per espirare colpe che altri, certamente non tu, avevano commesso.Continua a leggere “Aspettando il 25 aprile: Giacomo Ulivi, la giovinezza tenace.”

– Ci mancavano le cartelle cliniche taroccate


La sanità in Italia funziona malissimo da quando ha cominciato a diffondersi l’idea che i diritti sono bellissimi ma li garantiamo nella misura in cui abbiamo le risorse. Se prima le risorse erano subordinate ai diritti che comunque dovevano essere garantiti, poi si è cominciato a dire: garantiamo i diritti finché ci sono i soldiContinua a leggere “– Ci mancavano le cartelle cliniche taroccate”

QUEI 7 RAMI SPEZZATI…..


    di Gianluca Bellentani A  Campegine, un paese della bassa reggiana, vive la famiglia Cervi. E’ una di quelle grandi famiglie di un tempo, composta dal padre Alcide, dalla madre Genoeffa ( scritto così ) Cocconi e da 9 figli. I figli sono 7 maschi, Gelindo Antenore Aldo Ferdinando Agostino Ovidio e Ettore piùContinua a leggere “QUEI 7 RAMI SPEZZATI…..”

Aspettando il 25 aprile: Capitano Filippo Maria Beltrami


http://www.anpicomo.it/index.php/in-italia/803-la-battaglia-di-megolo BATTAGLIA DI MEGOLO La battaglia di Megolo fu uno degli episodi più eroici della Resistenza. Il 13 febbraio 1944, alle prime luci dell’alba, reparti delle SS, appoggiati da una compagnia della GNR, invasero la piccola frazione di Pieve Vergonte, con l’intento di stroncare la Resistenza dei ribelli che operavano in quel luogo. Due giovaniContinua a leggere “Aspettando il 25 aprile: Capitano Filippo Maria Beltrami”

Ndrangheta, il Comune di Brescello sciolto per mafia


http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio-emilia/ndrangheta-comune-brescello-sciolto-1.2081309 Reggio Emilia, 20 aprile 2016 – Il consiglio dei ministri ha deciso questa mattina lo scioglimento del Comune di Brescello per infiltrazioni mafiose.  Si attende ancora il comunicato ufficiale. E’ la prima volta che succede in Emilia Romagna. Il Resto del Carlino aveva già anticipato una settimana fa il probabile epilogo della vicenda iniziataContinua a leggere “Ndrangheta, il Comune di Brescello sciolto per mafia”

Addio Pd: Renzi fonda il Partito dell’Astensione


Dopo “#Lavoltabuona” o “#Italiariparte“, un prossimo hashtag renziano potrebbe essere “#Ilvotouccide“, magari come accessorio su Twitter a un monito presidenziale del tipo: “Il voto crea un’elevata dipendenza, non iniziare“. La campagna pro-astensionismo dell’ex sindaco è massiccia e feroce. Dopo il niet all’election day comprensivo diAmministrative e referendum trivelle, adesso la corazzata del non-voto punta dritta aContinua a leggere “Addio Pd: Renzi fonda il Partito dell’Astensione”

La colletta dei ragazzi per comprare l’isola di Budelli fa il boom sui social


http://www.lastampa.it/2016/02/18/italia/cronache/la-colletta-dei-ragazzi-per-comprare-lisola-di-budelli-fa-il-boom-sui-social-O2CcUqwo15jsKQa4xivxgO/pagina.html L’idea ha già centinaia di adesioni: dalla Sicilia al Piemonte. Passando ovviamente per la Sardegna. Il sogno dei ragazzi della scuola media di Mosso (piccolo paese della provincia di Biella) fa felici gli ambientalisti ed entusiasma molti altri studenti. I messaggi arrivano di continuo, soprattutto sui social network. Tutti più o meno scrivono leContinua a leggere “La colletta dei ragazzi per comprare l’isola di Budelli fa il boom sui social”

Si perde il pelo ma non il vizio di non votare.


La proroga senza limiti delle concessioni per l`estrazione di petrolio e gas rimane una colossale ingiustizia, in contrasto con le regole del diritto UE sulla libera concorrenza. Non sarà certamente il mancato raggiungimento del quorum a fermare un cambiamento del modello energetico che sta già mettendo le fonti fossili ai margini, perché esiste un altroContinua a leggere “Si perde il pelo ma non il vizio di non votare.”

Al cimitero di Staglieno i migranti puliscono le tombe dei partigiani


  “Ci è sembrato un gesto di grande significato” dice Elena Fiorini, assessore comunale ai servizi civici, guardando il gruppo di migranti e richiedenti asilo ospitati dall’Arci che stamani hanno lavorato, insieme ai volontari e agli operai del Comune, per gli ultimi ritocchi alla sistemazione del Campo dei Partigiani al Cimitero monumentale di Staglieno. PersoneContinua a leggere “Al cimitero di Staglieno i migranti puliscono le tombe dei partigiani”

Cosa accade nei fondali marini.


Left n. 15 | 9 aprile 2016 Terminata  la concessione dovrebbe iniziare la fase dello smantellamento  della piattaforma e dello smaltimento dei rifiuti, ovviamente anche pericolosi. Operazioni che  comportano costi economici rilevanti per i concessionari, i quali provano, perciò, a mantenere in vita l’attività estraendo piccoli quantitativi di idrocarburi -per i quali non si versanoContinua a leggere “Cosa accade nei fondali marini.”

Federico e Roberto, una vita a scavare.


Roberto Ricci Antonioli Ricci Antonioli, 54 anni, viveva a Casette, piccolo paesino di montagna nel Comune di Massa, lascia una moglie e una figlia di 20 anni. In cava faceva il gruista. In paese tutti ne parlano come un gran lavoratore, padre di famiglia, dedito al lavoro e affettuoso con i figli. Era andato aContinua a leggere “Federico e Roberto, una vita a scavare.”

La battaglia tra andare o non andare… a votare


Il  17 aprile andiamo a votare.  A votare SI, per dare a questo SI un indirizzo politico ben preciso, un indirizzo che rappresenti la volontà di un Paese, che tiene al suo territorio e al suo ambiente, di cambiare rotta in materia di politiche energetiche, investendo negli anni che intercorrono da qui alla scadenza delle concessioniContinua a leggere “La battaglia tra andare o non andare… a votare”

La gigantesca macchia solare: un ‘neo’ solitario a forma di cuore.


Gli scienziati stanno, ormai da giorni, tenendo d’occhio questa grossa macchia solare che spicca nelle immagini scattate alla nostra stella. La regione attiva 2529 sembra essere, tuttavia, piuttosto ‘tranquilla’. Dalle zone che presentano macchie solari, infatti, ci si possono aspettare violenti lampi di energia (brillamenti o flare) oppure eruzioni di massa coronale che, se colpisconoContinua a leggere “La gigantesca macchia solare: un ‘neo’ solitario a forma di cuore.”

Clima: le città surreali degli artisti


http://www.wwf.it/news/notizie/?19680   I combustibili fossili stanno inquinando la nostra vita e le nostre città. In un futuro surreale e a tratti apocalittico potremmo ritrovarci in un ecosistema totalmente trasformato. Ecco perché il WWF Italia ha deciso di lanciare, in occasione della COP21 di Parigi, due serie di immagini destinate ai social media. La prima èContinua a leggere “Clima: le città surreali degli artisti”

In India un ‘treno dell’acqua’ contro la siccità


Un treno merci speciale carico di 500 mila litri di acqua potabile ha raggiunto oggi una regione del Maharashtra, nell’India centrale, gravemente colpita dalla siccità. Lo riferiscono oggi i media indiani. Il convoglio, di dieci cisterne contenente ciascuna 50 mila litri di acqua, era partito ieri dalla stazione di Mijra, nel nord dello Stato eContinua a leggere “In India un ‘treno dell’acqua’ contro la siccità”

Come difendersi dalle bufale sul web


http://ilquotidianoinclasse.quotidiano.net/2015/10/come-difendersi-dalle-bufale-sul-web-2/ Negli ultimi anni un numero sempre crescente di persone ha iniziato a vedere internet come fonte primaria di informazioni,ma non tutti sono a conoscenza del fatto che non sempre quello che si trova in rete è affidabile.Così sempre più spesso le persone si affidano ad occhi chiusi a quello che leggono,senza approfondire l’affidabilità dellaContinua a leggere “Come difendersi dalle bufale sul web”

SONDAGGIO: dai un voto a Matteo Renzi da 0 a 10


Matteo Renzi è il Premier del nostro Paese da poco più di due anni. A prescindere dalle simpatie politiche di ognuno di noi, resta un fatto oggettivo: nessuno ha mai votato Matteo Renzi in elezioni politiche che lo vedevano leader di una coalizione e, secondo recente prassi, anche candidato Premier. Insomma, toglietevi lo sfizio diContinua a leggere “SONDAGGIO: dai un voto a Matteo Renzi da 0 a 10”

“L’Europa è incapace di darsi regole e tutelare i bambini”


La crisi di rifugiati e migranti è divenuta una crisi di bambini. «I minori sono una percentuale sempre più alta di chi arriva in Europa», spiega Lucio Melandri, che da tempo si occupa del tema per l’Unicef. «L’Europa non ha sviluppato un quadro armonioso di procedure e standard al riguardo». In comune c’è però l’urgenzaContinua a leggere ““L’Europa è incapace di darsi regole e tutelare i bambini””