Federico e Roberto, una vita a scavare.


cava

Roberto Ricci Antonioli

Ricci Antonioli, 54 anni, viveva a Casette, piccolo paesino di montagna nel Comune di Massa, lascia una moglie e una figlia di 20 anni. In cava faceva il gruista. In paese tutti ne parlano come un gran lavoratore, padre di famiglia, dedito al lavoro e affettuoso con i figli. Era andato a lavorare a Colonnata, dopo le scuole, scavallando il confine comunale di Massa perché Casette è da sempre una piccola sorella di quel paesino carrarese, che fin dopo la guerra ha dato tanto lavoro, soprattutto nel suo bacino marmifero.

Federico Benedetti

Con lui, sotto il versante franato, per motivi ancora da accertare e forse addirittura sopra una gru, c’era anche Federico Benedetti, massese, anche lui morto tra le circa 2000 tonnellate di marmo e macerie cadute dall’alto: Benedetti aveva 46 anni e faceva il gruista da decenni, da quando cioè il padre ha fondato la Scaviter, una grande azienda di escavazioni, che poi è fallita. Lavorava da anni per la cava dei fratelli Antonioli, assieme al figlio, Matteo, che lui stesso aveva introdotto nell’ambiente. Giovedì Matteo è andato via da Colonnata alle 12, salutando il padre poche ore prima dell’incidente.

 

http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/16_aprile_15/due-padri-due-figli-destino-vita-passata-scavare-18cdf066-02dd-11e6-8e3c-64e4c3f58891.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: