Aspettando il 1 maggio:Il futuro non è più quello di una volta


Lo Statuto dei lavoratori è nato come espressione di quanto dice l’articolo 3 della Costituzione, quello che dispone che si persegua l’eguaglianza sostanziale per tutti, e ha reso i lavoratori prima di tutto cittadini titolari di diritti. Oggi si vuole rottamarlo come superato, ma i valori che afferma sono universali e senza tempo