Pubblicato in: CRONACA

Risolto il mistero dei girasoli: seguono il sole perché hanno un orologio biologico


il girasole.jpghttp://www.tgcom24.mediaset.it/green/risolto-il-mistero-dei-girasoli-seguono-il-sole-perche-hanno-un-orologio-biologico_3024193-201602a.shtml
I ricercatori dellʼUniversità della California di Davis hanno scoperto che a far voltare da est a ovest i fiori è il ritmo circadiano
“Risolto il mistero dei girasoli: ciò che fa seguire a questi fiori costantemente il sole, voltandosi da est a ovest, è il ritmo circadiano, un orologio biologico interno sincronizzato con il ciclo naturale del giorno e della notte.
Quando sono giovani, questo orologio ne guida la crescita. Una volta maturi, i girasoli smettono di seguire il Sole da est a ovest, e guardano solo a est. In questo modo si riscaldano di più e attirano di più gli insetti impollinatori. Si tratta del primo esempio, in natura, di un orologio interno di una pianta che ne modula la crescita”.

Pubblicato in: CRONACA

Pena di morte: 1.685 esecuzioni da inizio 2016, ma prosegue trend per l’abolizione


mondo

“I dati del rapporto annuale diffuso da Nessuno tocchi Caino. Cina e Iran rimangono i Paesi in cui continua a essere praticata senza tregua: Pechino, nella sola prima metà dell’anno, ha fatto eseguire almeno 1.200 condanne, Teheran 209. Sono 160 i Paesi che hanno deciso di abolirla. In Europa resiste solo la Bielorussia

ALLO stato d’emergenza si risponde con più stato di diritto. Perché è quando c’è un’emergenza che occorre tenere i nervi saldi e, soprattutto, tenere saldi i principi democratici su cui la nostra società si fonda. È questo il messaggio sotteso al rapporto annuale sulla pena di morte nel mondo diffuso da “Nessuno tocchi Caino”. La lega internazionale affiliata al Partito radicale, che da anni monitora il ricorso alla pena capitale e conduce campagne per il rispetto dei diritti delle persone private della libertà personale, segnala un’evoluzione nel complesso positiva riguardo alla questione. Ma, in tempi in cui è altissimo l’allarme per la minaccia terroristica e gli Stati si blindano con misure di sicurezza eccezionali, l’associazione mette in guardia su una possibile regressione democratica collegata alle esigenze di repressione.”

 

 

 

 

http://www.repubblica.it/solidarieta/diritti-umani/2016/08/03/news/pena_di_morte_1_685_esecuzioni_nel_2016_trend_in_calo-145310281/?ref=HREC1-19