Pubblicato in: CRONACA

Lo spreco alimentare è il terzo emettitore di Co2 al mondo, dopo Cina e Usa


http://www.focus.it/ambiente/ecologia/spreco-alimentare-terzo-emettitore-di-co2-al-mondo-dopo-cina-e-usa

“L’impronta di carbonio del cibo prodotto ma non mangiato, ogni anno, viene stimata in 3,3 miliardi di tonnellate di Co2. Se fosse un Paese sarebbe preceduto soltanto sa Cine e Stati Uniti. Per il Wwf è un dato allarmante, anche dal punto di vista della sicurezza alimentare.
DI CHI È LA COLPA? E secondo il Wwf la responsabilità è divisa a metà tra consumatori e sistema produttivo. Se è vero infatti che «i consumatori spendono in media 316 euro l’anno in cibo che per disattenzione o negligenza viene buttato senza essere consumato», c’è anche «un sistema produttivo che troppo spesso perde cibo e risorse lungo la filiera, fino al 50% delle perdite totali, prima ancora che arrivino in tavola».
Secondo studi recenti il cambiamento climatico potrebbe ridurre la produttività agricola, diminuendo le disponibilità alimentari globali e danneggiando le popolazioni più povere e le famiglie che basano il proprio reddito sulle colture, l’allevamento del bestiame e la pesca.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...