Pubblicato in: articoli dal blog "mimmoblog"

De coe(renzi)a


di Gianluca Bellentani —

Nei giorni scorsi, in un mio post sulle Olimpiadi a Roma, in cui chiedevo lumi sul perché di questo cambio di pensiero da parte di tanti che solo due anni fa le bollavano come un insostenibile spesa di soldi pubblici, un amico mi ha risposto che i tempi sono cambiati, che l’ Italia non è più sull’orlo del precipizio e che per questo motivo si può anzi si deve avere una vetrina per il Paese.
Bene, prendo atto. Non sono molto convinto, ma posso anche essere parzialmente d’accordo. Cambiano i tempi, e quello che ieri non andava bene, oggi può andar bene. E viceversa.

Adesso proviamo a porre la stessa domanda di ieri con gli stessi esempi, ma al posto della parola Olimpiadi mettiamo due nomi:

                      Ignazio Marino                                      Vincenzo De Luca
aaaamarinoaaaaa de-luca

Ignazio Marino ieri
“Forse uno dei migliori Sindaci che Roma abbia mai avuto. Persona capace ed equilibrata, mai toccata da scandalo alcuno. Davvero un marziano, l’unico che può risollevà le sorti de sta povera città. Marino daje!”

“Beh, sarà anche una persona brava e senza macchia, ma il degrado in cui versa Roma mi pare palese e sotto gli occhi di tutti… “

“Ao’, ma te rendi conto dei disastri che ha fatto la giunta Alemanno ? Ma lo sai quant’è il debito in cui ha lasciato Roma? Quante so’ le cricche che governano la Capitale? Solo Marino ce po’ salvà e se lo critichi, anche tu stai a magnà in quel troglo de’ fascisti assieme alla Meloni e a Storace oppure con quell’altro palazzinaro de’ Marchini”.

Ignazio Marino oggi
“Certo era ‘na persona onesta, ma troppo piena de sé. Poi diciamola tutta, a Roma le buche nell’asfalto ci sono ancora e paiono crateri. Il problema dell’immondizia e quello dei trasporti non sono stati risolti. Dispiace per Marino come persona, ma bene ha fatto Renzi a sollevarlo dall’incarico. Giusto metterne uno come Giachetti, che ha sicuramente più esperienza e capacità”.

Ma Marino non era quello che poteva risollevare le sorti della città? non era quello che per primo aveva sfidato le lobby di Mafia Capitale? Le colpe di Marino erano le stesse anche sei mesi fa. Poi vi pare una cosa normale che un partito sfiduci dal notaio (non in Aula Consiliare) un sindaco del proprio partito? Con questa mossa, non si consegna la città su un piatto d’argento al M5Stelle (come poi è avvenuto)?

“È vero, è stata una mossa dolorosa ma è giusto intervenire quando un sindaco, anche se del tuo partito, non è in grado di amministrare una città. Renzi si dimostra ancora una volta persona intelligente, che mette da parte le logiche di partito per il bene della città e dei cittadini. I romani capiranno benissimo che, per il loro bene è meglio affidarsi a Giachetti piuttosto che a Giorgietta occhi a palla o a quella ‘fresciamoscia’ della Raggi” (e il risultato finale di questa mossa “strategica” la conosciamo).

Vincenzo De Luca ieri
Durante le Primarie tra Bersani e Renzi, scoppia il caso delle false tessere nei circoli del salernitano. Le nuove tessere spuntano come funghi e i vertici del PD ritengono doveroso che la Magistratura accerti se vi siano state irregolarità.

“Ecco il camorrista di turno che vuole inquinare gli esiti della votazione per avere protezione per tutti i suoi loschi traffici… “

“Beh, sicuramente De Luca è un personaggio da prendere con le molle e con cui non prenderei nemmeno un caffè, ma bisogna riconoscere che è un bravo amministratore, visto che i salernitani lo votano in massa”.

“E cosa c’entra se è un bravo amministratore? questo è un delinquente camorrista, e solo questo conta!”

Vincenzo De Luca oggi
L’On. Rosy Bindi, capo della Commissione Antimafia, dichiara De Luca impresentabile per correre alla poltrona di presidente della Regione Campania. La Bindi spiega pubblicamente che la decisione presa non deriva certo da una sua antipatia per De Luca, che anzi considera un validissimo amministratore, ma che, essendo lei a capo della Commissione Antimafia, ha solo applicato il regolamento, che prevede la dichiarazione di impresentabilità per chi ha un’indagine in corso. De Luca gira in ogni luogo e trasmissione televisiva per spiegare che le accuse che gli vengono mosse sono fandonie e denuncia la Bindi per diffamazione, infischiandosene se dai vertici del Pd lo invitano a darsi una calmata.

“Diciamolo francamente: la Bindi non ci ha fatto certo una bella figura con questi comportamenti nei confronti di un collega del suo stesso partito. Che non sia tanto favorevole a Renzi è cosa nota ma, visto il ruolo che ricopre, doveva avere un comportamento diverso e lasciare da parte le antipatie personali. Anche certe affermazioni di De Luca su di lei, se sono da condannare, allo stesso tempo sono anche meritate”.

“Ma cosa state farneticando? Proprio per il ruolo che ricopre, la Bindi bene ha fatto ad applicare il regolamento. Sarebbe stata una vergogna che non si fossero usati gli stessi pesi e misure. L’antipatia verso il premier e persone a lui vicine è una pura invenzione. Riguardo alle frasi che oggi voi condannate, ma allo stesso tempo giustificate, non rammentate la levata di scudi che facemmo contro Berlusconi quando la insultò in diretta durante una trasmissione televisiva? quando a l‘Aquila raccontò una delle sue barzellette da osteria con lei protagonista?

Poi, il Tribunale dichiara che le accuse su De Luca sono infondate e quindi l’ex sindaco di Salerno può correre per la carica di presidente di Regione, carica che assume dopo aver vinto le elezioni.

“Ao’… hai visto che De Luca è una persona per bene? Che non ha commesso nulla di penalmente rilevante? Me meraviglio di un ex comunista come te, che difende a spada tratta ‘na vecchia democristiana come la Bindi”.

Cronaca di questi giorni
Intervistato da un’emittente televisiva, quando la giornalista chiede a De Luca un parere sulla Bindi, questo risponde che la Bindi è “un’infame da uccidere”. Parole vergognose, ancor più gravi in quanto pronunciate da un uomo delle Istituzioni e non da un guappo di strada, così come vergognosa è la sua difesa, quando afferma che “le frasi sono state inventate”, quando invece esiste il video a riguardo. Le parole del premier, che “si dissocia e condanna queste affermazioni” sono solo parole di circostanza. Sicuramente il fiume di voti per il SÌ al referendum costituzionale che porterà De Luca, a cui “non gliene frega niente della Costituzione ma dei tanti soldi che verranno dal Governo per 300 Comuni campani ”sono importantissimi per il premier. Così come importante è l’appoggio in Parlamento di Ala, quella parte del centrodestra in cui milita il senatore D’Anna (quello che mimava un rapporto orale verso una deputata grillina), il quale, a proposito della presidente Antimafia, dichiara che “l’unico vero nemico della Bindi è madre natura”.
Si può anche capire che Renzi non intervenga espellendo dal Pd De Luca o chiedendo agli alleati di governo di fare altrettanto con D’Anna, ma dissociarsi e condannare queste dichiarazioni sono davvero poca cosa in confronto alla gravità di certe affermazioni. Un premier serio avrebbe dovuto chiedere agli interessati il ritiro di certe affermazioni e le scuse pubbliche verso l’on. Bindi, cosa che non c’è stata.

renziCari amici del Pd, partito di cui ancora faccio parte, vorrei ricordarvi che la gente non è poi così stupida come pensate e certi comportamenti, certe affermazioni, le ricorda. In nome della disciplina di partito e del centralismo democratico (sistema che avete resuscitato) state difendendo l’indifendibile, e questo solo per non mettere in difficoltà il segretario-premier. Questa COE(RENZI)A ci farà solo perdere consensi, poiché l’elettore, piuttosto che votare uno che nega la realtà per raccontare le cose nel modo a lui più favorevole, preferirà votarne uno originale e non costruito per la bisogna. E di cacciaballe, nel panorama politico italiano non ne mancano certo.

Fonte: “mimmoblog”

Link:https://mimmomirarchi.wordpress.com/2016/11/21/de-corenrenzia/

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...