Pubblicato in: CRONACA

Al freddo e al gelo. L’emergenza migranti nei campi di Belgrado


belgrado.jpg

Alcuni media internazionali hanno paragonato la situazione con la Stalingrado del 1943 quando nell’inferno della seconda guerra mondiale i prigionieri tedeschi attendevano nel freddo glaciale russo la consegna delle razioni di cibo.
Un paragone che in Serbia hanno respinto con sdegno: “Nei centri di accoglienza c’è posto per tutti coloro che arrivano”, ha affermato Aleksandar Vulin, ministro serbo del lavoro e affari sociali, responsabile dell’emergenza. Ma i migranti sembra che non vogliano andare nei centri per paura di essere registrati e rimandati poi indietro nei Paesi di provenienza. Preferiscono restare all’aperto ma liberi di muoversi e continuare a sperare nel prosieguo (quasi sempre affidandosi ai trafficanti in cambio di denaro) del loro viaggio verso i Paesi del nord Europa.
A occuparsi dei circa 2 mila uomini e donne che ancora resistono al gelo e alle condizioni infernali alla stazione di Belgrado ci sono ong e organizzazioni umanitarie, in primo luogo la sezione dell’Unhcr e Medici senza frontiere, che mettono a disposizione coperte, vestiario e scarpe invernali, cibo e medicine. Anche tanti privati cittadini partecipano ad azioni di solidarietà donando generi di conforto e di prima necessità.

La situazione non è meno drammatica in Grecia, dove sono migliaia i migranti accampati nel gelo e sotto la neve caduta copiosa nelle isole e sulla terraferma.

http://www.unita.tv/focus/al-freddo-e-al-gelo-lemergenza-migranti-nei-campi-di-belgrado/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...