Pubblicato in: CRONACA

Giorno della memoria. Raoul Wallenberg.


raoul_wallenberg
IL GIUSTO SENZA RIPOSO
Consegnò a molti Ebrei dei certificati con bandiera svedese e stemma della corona svedese, le persone che portavano con sé questi cosiddetti “passaporti Wallenberg” erano al sicuro dai nazisti e non venivano deportate nei campi di concentramento.
Wallenberg istituì anche cucine da campo, ospedali, orfanotrofi e scuole per gli Ebrei ungheresi superstiti, istituì una “zona sicura” comprendente 31 case ed ostelli speciali che ospitavano circa 33.000 persone.
Negli ultimi giorni di guerra sventò il piano nazista di far esplodere due ghetti salvando così circa 100.000 persone.
Raoul Wallenberg fu imprigionato dalle truppe sovietiche nel 1945 e di lui non si seppe più nulla. In seguito l’Unione Sovietica dichiarò che morì nel palazzo della Lubjanka nel 1947.

http://www.instoria.it/home/raoul_wallenberg.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...