Pubblicato in: CRONACA

Addio mais e grano. Nei campi americani ci sarà sempre più soia


soia-coltivazione-campo-olycom-kn0C--835x437@IlSole24Ore-Web.jpg

Il successo della soia tra gli agricoltori statunitensi si spiega facilmente. Il prodotto viene pagato meglio: al Cbot i semi si sono apprezzati del 14% l’anno scorso (a fronte del -2% del mais e del -13% del grano) e nel 2017 sono in rialzo di quasi il 20%, sopra 10 $/bushel. I future per consegna a fine anno (quelli del nuovo raccolto) indicano che la soia vale 2,6 volte il mais, il rapporto più favorevole dal 1997. Inoltre il legume è più facile ed economico da coltivare e sembra meno esposto ai rischi di guerre commerciali, che con la presidenza Trump minacciano di acuirsi (il Messico è uno dei maggiori acquirenti di mais Usa): tutti vantaggi che diventano ancora più importanti in tempi di crisi come quelli attuali.

Le entrate degli agricoltori Usa sono in calo per il quarto anno consecutivo, di un ulteriore 9%, fa sapere l’Usda, e a 62,3 miliardi di dollari sono più che dimezzate rispetto al picco del 2013. Le difficoltà hanno indotto non solo a una rotazione delle colture, ma anche a un abbandono di terreni: le aree coltivate si ridurranno dell’1,4% a 249 milioni di acri.

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2017-02-24/addio-mais-e-grano-campi-americani-ci-sara-sempre-piu-soia-214225.shtml?uuid=AEC1Awc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...