Pubblicato in: CRONACA

Impressionisti del Paleolitico, capolavori scolpiti nella roccia di 38mila anni fa


punti01.jpg

La scoperta di alcune rocce nei siti archeologici della Vallée de la Vézère, in Francia, dimostra che la tecnica del puntinismo che rese famosi artisti come Georges Seurat e Paul Signac si sviluppò almeno 38 mila anni fa. Per mano di alcuni rappresentanti della cultura aurignaziana.
Solo lo scorso mese si annunciava la scoperta dell’immagine di un uro (una mucca selvatica) databile intorno ai 38 mila anni fa, proveniente dal sito di Abri Blanchard (rifugio Blanchard).

Dopo l’uro è stato rinvenuto anche un mammut ritratto con la stessa tecnica e risalente allo stesso periodo, ma proveniente da un sito diverso, seppur non lontano dal precedente, quello di Abri Cellier (rifugio Cellier). Una conferma che il puntinismo, o quanto meno uno dei suoi antenati, si sia sviluppato oltre 35 mila anni prima della sua riscoperta dal parte degli artisti moderni, per mano degli Aurignaziani.

http://www.repubblica.it/scienze/2017/03/03/news/quegli_impressionisti_del_paleolitico-159650489/?ref=RHPPRT-BS-I0-C4-P1-S1.4-T1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...