Pubblicato in: CRONACA

Spendiamo 3 miliardi per farmaci salvavita che la mutua non passa


farmacia_0007-kpxC-U11001691829919D6C-1024x576@LaStampa.it.jpg
Sono Farmaci di fascia C con ricetta per i quali gli italiani spendono 3 miliardi l’anno.Molti cittadini non riescono a pagarli di tasca loro, eppure
La Costituzione riconosce la salute come diritto fondamentale.
L’ Italia ha 18.200 farmacie con 70mila addetti. I farmaci di fascia C, sia quelli con obbligo di ricetta sia quelli senza, sono interamente pagati dai cittadini, ma i medicinali sono tutti necessari se utili a una terapia. Un farmaco è di fascia C per diverse ragioni. Una è il mancato accordo tra produttore e l’Aifa sul prezzo da dare al medicinale per ammetterlo alla rimborsabilità da parte del Ssn e quindi inserirlo nel prontuario in fascia A (cioè totalmente gratuito o con ticket). Altra possibilità è che l’Aifa giudichi negativo il rapporto tra prezzo e beneficio e quindi escluda il farmaco dalla rimborsabilità, cancellandolo dal prontuario e ritenendo di fatto che la terapia possa essere effettuata in altro modo. E ci sono medicinali introvabili nelle farmacie nonostante i malati li paghino di tasca propria.

http://www.lastampa.it/2017/03/12/italia/cronache/spendiamo-miliardi-per-farmaci-salvavita-che-la-mutua-non-passa-VpJXZKjKh9hRdg2DafnHNM/pagina.html

 

 

Pubblicato in: CRONACA

L’intelligenza artificiale contro il terrorismo


artif
È possibile prevedere un crimine? In un certo senso, sì: è quello che fanno le agenzie di sicurezza di tutto il mondo con l’aiuto di intelligenze artificiali sempre più sofisticate. Che però possono sbagliare.

Lo scenario non è da fantascienza: tutto ciò che facciamo online, ogni sito che visitiamo, ogni prodotto che acquistiamo, ogni like che lasciamo, si trasformano in una traccia elettronica che viene registrata, conservata e studiata per finalità commerciali dagli operatori della rete.

In questo modo chi si occupa di veicolare la pubblicità online è in grado di sapere che cosa ci piace, dove abitiamo, qual è la nostra fascia di età, se pratichiamo sport e via dicendo, e mostrarci così il banner perfetto o la promozione alla quale non potremo dire di no.

Mettiamo da parte l’aspetto etico della privacy: perché tutta questa tecnologia non viene utilizzata per analizzare i comportamenti criminali e, possibilmente, fermarli?

http://www.focus.it/tecnologia/digital-life/lintelligenza-artificiale-contro-il-terrorismo