Pubblicato in: CRONACA

L’intelligenza artificiale contro il terrorismo


artif
È possibile prevedere un crimine? In un certo senso, sì: è quello che fanno le agenzie di sicurezza di tutto il mondo con l’aiuto di intelligenze artificiali sempre più sofisticate. Che però possono sbagliare.

Lo scenario non è da fantascienza: tutto ciò che facciamo online, ogni sito che visitiamo, ogni prodotto che acquistiamo, ogni like che lasciamo, si trasformano in una traccia elettronica che viene registrata, conservata e studiata per finalità commerciali dagli operatori della rete.

In questo modo chi si occupa di veicolare la pubblicità online è in grado di sapere che cosa ci piace, dove abitiamo, qual è la nostra fascia di età, se pratichiamo sport e via dicendo, e mostrarci così il banner perfetto o la promozione alla quale non potremo dire di no.

Mettiamo da parte l’aspetto etico della privacy: perché tutta questa tecnologia non viene utilizzata per analizzare i comportamenti criminali e, possibilmente, fermarli?

http://www.focus.it/tecnologia/digital-life/lintelligenza-artificiale-contro-il-terrorismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...