Pubblicato in: CRONACA

La lettera di Einstein al figlio: “Il segreto dello studio è divertirsi”


albert

Nel 1915 Albert Einstein aveva appena portato a compimento otto anni di studi intensi ed estenuanti enunciando in due pagine che sarebbero passate alla storia la sua Teoria della Relatività Generale.

A quell’epoca Einstein aveva 36 anni e viveva a Berlino con la cugina Elsa, che più tardi sarebbe diventata la sua seconda moglie. Einstein aveva già due figli, Hans Albert ed Eduard (detto “Tete”), che vivevano a Zurigo con la sua prima moglie Mileva.

Questa è la lettera che Einstein inviò in quei giorni all’11enne Hans Albert. Si tratta di un documento preziosissimo poiché contiene i consigli che una delle più grandi menti della storia umana dà a suo figlio sullo studio e l’apprendimento.

http://www.3nz.it/6181/lettera-einstein-figlio-studio/?ref=fbpr

Pubblicato in: CRONACA

Bullismo a Vigevano.


bullismo.
Le forze dell’ordine l’hanno definita “La baby gang della stazione. ” Bulli quindicenni che violentavano e picchiavano i coetanei.
Il bullismo nuoce alla società in modo devastante. Impedisce lo sviluppo sociale ed economico, alimenta l’aggressività e la criminalità. Un Paese moderno non può e non deve tollerare tutto questo.

http://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2017/03/14/news/violentavano-e-picchiavano-un-coetaneo-arrestati-quattro-ragazzi-di-15-e-16-anni-1.15028830

Pubblicato in: CRONACA

Il successo del taccuino in un mondo digitale


moles
Ci sono prodotti come il taccuino, dischi di vinile, riviste cartacee capaci di farci fare esperienze estetiche emotive e sensoriali che uno schermo non potrà mai offrirci. Siamo esseri umani e per noi non conta solo l’aspetto produttivo. Il virtuale non ha soppiantato in tutto l’oggetto fisico che ha la sua ragione di essere. Nessun antagonismo, due dimensioni che possono convivere.

http://www.lastampa.it/2017/03/13/societa/vi-spiego-il-successo-di-un-taccuino-di-carta-in-un-mondo-digitale-0kcvXZM9dB4qjT79iP51pL/pagina.html