Pubblicato in: CRONACA

Caracas. Colpo di mano in Venezuela: pieni poteri a Maduro. L’opposizione: «Golpe»


Vene1.jpg

Il termine tecnico è “desacato”, letteralmente “oltraggio”. L’Asamblea nacional – il Parlamento venezuelano – sarebbe colpevole di tale delitto. E per tanto, il Tribunal Supremo nacional l’ha privata delle proprie competenze, con un repentino colpo di mano. Il potere legislativo è, poi, stato assunto dalla stessa corte. Cioè, in pratica, dal governo del presidente Nicolás Maduro. «Un colpo di stato», hanno tuonato le forze d’opposizione che, dalle politiche del 6 dicembre 2015, hanno la maggioranza parlamentare e e l’Organizzazione degli Stati americani (Osa). Di certo, è l’apice della “guerra civile” fra i vertici dello Stato: l’Assemblea e l’esecutivo. Uno strappo inedito nella storia venezuelana: mai il massimo organo giudiziario aveva assunto competenze legislative. Il carismatico predecessore di Maduro, Hugo Chávez, non arrivò mai ad esautorare il Parlamento.

https://www.avvenire.it/mondo/pagine/maduro-dittatore

Pubblicato in: CRONACA

Una giornata di risate fin dal 1500!


Le origini della giornata degli scherzi: ecco perché si festeggia il primo Aprile e da quanto tempo.
Non c’è certezza sulle origini del Pesce d’Aprile, ma sono state proposte diverse teorie. Nel XV secolo, infatti, il Capodanno veniva celebrato tra il 25 marzo e il 1 aprile: una delle ipotesi più accreditate riguarda l’introduzione del calendario Gregoriano. Sembra che non tutti si abituarono a questa modifica e proprio questi vennero chiamati gli “sciocchi d’aprile”.
In Europa, gli scherzi del primo d’aprile diventano un’usanza intorno alla fine del 1500, prima in Francia e in Inghilterra e poi nel resto d’Europa. Secondo la leggenda molti francesi, continuarono a scambiarsi regali tra marzo e aprile, festeggiando il Capodanno in quel periodo, seguendo il vecchio calendario anche dopo l’introduzione del nuovo calendario Gregoriano. Per sbeffeggiarli, tutti gli altri cominciarono a consegnare a questi “sbadati” regali assurdi o vuoti durante feste inesistenti o inventate. Nel regalo vuoto spesso si trovava un biglietto con scritto “poisson d’avril”: pesce d’aprile, in francese. In Italia questa simpatica tradizione prese piede molti anni dopo ricalcando la moda francese e le stesse modalità. Infine, anche in Germania si festeggia “Aprilscherz” o “scherzo d’Aprile”.
La tradizione dell’1 Aprile, non è solo europea. Anzi, ogni paese ha un modo tutto suo di chiamare questa giornata. In Francia, come in Italia, si usa l’espressione poisson d’avril o pesce d’aprile. Nel Regno Unito e in America, invece, si chiama April fool’s day, il giorno dello sciocco d’Aprile. “Fool”, infatti significa proprio giullare ed è un termine che richiama l’atmosfera scherzosa della festa. In Scozia il pesce d’aprile dura addirittura due giorni e durante il secondo giorno di festeggiamenti, che è chiamato il “Taily Day”, ci si diverte ad attaccare sulla schiena delle “vittime” un foglietto con la scritta “Kick me!” (Dammi un calcio).

http://www.alfemminile.com/tempo-libero/perche-si-dice-pesce-d-aprile-s2195952.html

Pubblicato in: CRONACA

Fiorentine contro la carne agli ormoni di Trump


fiorentina.jpg

L’amministrazione Usa sta valutando di imporre dazi punitivi del 100%, come ritorsione al divieto comunitario di importazione della carne di manzo trattata con ormoni per garantire la salute dei cittadini europei” – sottolinea la Coldiretti alla “vertenza carne” di Trump per imporre ai cittadini europei carne statunitense trattata con ormoni.
Il divieto europeo di far entrare sul proprio mercato carne trattata con ormoni risale agli anni 80 ma nel 1996 gli Stati Uniti e il Canada hanno presentato il ricorso al Wto con il quale è iniziata una lunga battaglia con alti e bassi che sta portando ora gli Usa a definire una lista di prodotti da colpire.

http://www.quinewsvaldichiana.it/valdichiana-fiorentine-contro-la-carne-agli-ormoni-di-trump.htm