Pubblicato in: CRONACA

Risiera San Sabba: per non dimenticare.


san saba

Il 4 aprile 1944, entra in funzione il forno crematoio del campo di sterminio della Risiera di San Sabba. I primi ad essere, inceneriti furono i cadaveri di 70 di ostaggi fucilati il giorno prima nel poligono di tiro di Opicina.
Secondo calcoli effettuati sulla scorta delle testimonianze, il numero delle vittime cremate in Risiera è oscillante tra le 3-5mila persone (triestini, sloveni, croati, friulani, istriani ed ebrei) . Ma un numero ben maggiore di prigionieri – ostaggi, partigiani, detenuti politici ed ebrei – sono passati dalla Risiera e smistati nei lager o al lavoro obbligatorio. Vi transitarono – diretti a Buchenwald, a Dachau, ad Auschwitz – più di 25.000 persone. Gente di nazionalità , credo religioso e politico diverso furono accomunati da un destino crudele, bruciarono nella Risiera o vennero deportati per un viaggio quasi sempre senza ritorno.

http://www.risierasansabba.it/

Pubblicato in: CRONACA

Informazioni discordanti sul fronte del lavoro


Evitiamo festeggiamenti e annunci vittoriosi: cala il numero di uomini occupati, come calano anche i lavoratori a tempo indeterminato, a dispetto dei dipendenti con un contratto a termine che invece aumentano.  Quindi meno posti di lavoro fissi e aumenta il precariato. 04 aprile - Informazioni discordanti sul fronte del lavoro.jpg