Pubblicato in: CRONACA

19 aprile 1937: In Italia la prima legge razziale


Leggi-Razziali-300x139

In Italia viene approvata la prima legge di tutela della razza dal governo fascista. Con il regio decreto legge 880/37 si vieta l’acquisto di una concubina e il matrimonio con le donne di colore delle colonie. A questa legge razziale ne seguirono altre, che avevano come scopo lo stabilire la superiorità della razza italiana, ma soprattutto la sua appartenenza al gruppo di quelle ariane. Come premessa a quest’ideologia, molti scienziati cercarono di fornire una base scientifica come giustificazione alla diversità razziale.

http://www.italnews.info/2015/04/19/19-aprile-1937-in-italia-la-prima-legge-razziale/

Pubblicato in: CRONACA

Per i parcheggi c’è bisogno di politiche intelligenti


 

 

In tutto il mondo il parcheggio è una delle principali ragioni per cui dei cittadini onesti pagano multe allo stato o litigano con degli sconosciuti. I parcheggi cambiano il volto delle città, spesso in peggio. Il costo e la disponibilità dei posti auto influenzano le abitudini di chi si muove per lavoro molto più dei bus veloci e delle metropolitane leggere.

Uno studio condotto a Washington ha evidenziato che la disponibilità di parcheggi gratuiti determina una probabilità del 97 per cento si vada al lavoro in auto, da soli. Il denaro e lo spazio sprecati per i parcheggi rendono la vita più costosa per chiunque, anche per chi non guida.

Le città dovrebbero invece alzare i prezzi finché le strade e i parcheggi saranno quasi, ma non del tutto, pieni, e far pagare tutti. I residenti si lamenterebbero, ma le autorità locali potrebbero usare gli incassi per il verde pubblico o per la sicurezza.

Molte città occidentali sono già state deturpate dai parcheggi, ma non è troppo tardi per le future metropoli africane e asiatiche. Nella maggior parte di queste città le auto non sono così diffuse da permettere agli automobilisti di dettare le regole sulla pianificazione urbana, e i residenti non sono abituati a parcheggiare gratis. Largo ai parchimetri e agli ausiliari del traffico. Le città dovrebbero essere fatte per le persone, non per delle scatole di metallo immobili.

 

 

 

 

parcheggiohttp://www.internazionale.it/notizie/2017/04/18/parcheggi-politiche-intelligenti