Pubblicato in: CRONACA

Torino: oltre 50mila ingressi in due giorni: mai vista tanta gente così al Salone


salone del libro 2016 a-2
Le condizioni le detta chi vince, e il venerdì del Salone ha confermato le sensazioni positive del primo giorno: “Mai visto il Lingotto così”, dicono soddisfatti da Sellerio, uno degli editori che sin dall’inizio ha scelto di essere a Torino e solo a Torino. Code e proteste del mattino non rovinano la festa, anche se ieri persino chi doveva partecipare agli incontri si è trovato bloccato in coda. Basta guardare i dati del metrò per capire la crescita: 170 mila passeggeri dice Gtt. La media dei giorni normali oscilla tra i 140-150 mila. E l’aumento sembra essere merito delle persone dirette al Lingotto. In due giorni il Salone ha fatto più di 50 mila ingressi, di cui 30.500 solo ieri, in crescita rispetto a giovedì. In tutto in attesa del boom del weekend e del ritorno delle scuole lunedì. Buoni anche le vendite dei biglietti e gli incassi. Con i primi due giorni, tenendo conto dei ticket acquistati prima del taglio del nastro, si sono superati i 400 mila euro. Si è andati già oltre la metà del totale messo a budget.
Seppure in pieno clima di vittoria, uscire dall’impasse della scissione non sarà semplice. Ci sarà ancora la mediazione del ministro Franceschini che a giugno incontrerà l’Aie e i giochi sono appena cominciati. L’arrivo del presidente dell’Aie Federico Motta, al Lingotto ieri mattina su invito degli Amici del Libro di Torino è un segnale positivo e Torino esce da questo incontro senza dubbio più forte di quanto lo fosse alla vigilia. Il direttore Nicola Lagioia e il presidente della Fondazione Massimo Bray giocano all’attacco. La politica sceglie la via diplomatica, ma lascia intendere che di tutto si può discutere ma non si può mettere in dubbio che a maggio prossimo il Salone del Libro sarà a Torino e al Lingotto. “Date e luogo non si toccano”, dice la sindaca Appendino. E Chiamparino: “Da parte mia c’é la massima disponibilità a ragionare su tutto e di avere eventi che non si cannibalizzano”.
Rispetto agli incontri di luglio e agosto, quando Motta mostrava sicurezza rispetto alla “sua” fiera, la situazione sembra essersi rovesciata. Il presidente dell’Aie ha però ricordato che prima dello strappo aveva proposto all’assessora Parigi “di prendere in gestione il Salone per dieci anni. Non ho mai ricevuto risposta”. Sul pienone di quest’anno Motta sottolinea “che è una risposta della città che si è coalizzata attorno al suo evento con uno spirito di appartenenza e identità”. Poi si concede una battuta: “Non ho però contato se gli editori sono più di mille”.
Il presidente della Fondazione per il Libro Massimo Bray, che ha partecipato all’assemblea degli Amici del Salone, ha ribadito che “non vuole sentire parlare di trattativa con Milano. Un termine che appartiene a un mondo che ho lasciato. Di sicuro il Salone si farà a Torino e a maggio”. Il direttore Nicola Lagioia aggiunge: “Tenendo conto del grande successo di pubblico e della felicità degli editori, che sono aziende, e noi ci facciamo interpreti di quello che sta succedendo, possiamo dire che il Salone sarà a maggio”. L’associazione Amici del Salone si rivolge al ministro Dario Franceschini . “È l’unico ormai che parla di trattative tra Milano e Torino. Per noi non esiste nessuna trattativa”, dice il presidente Sandro Ferri. Il ministero ai Beni Culturali ha però la leva economica. Sul tavolo della trattativa potrebbe mettere i soldi (per il Salone versa 300 mila euro che sommati a quelli dell’Istruzione fanno 600 mila) diretti al settore e agli eventi per costringere gli attori in campo a trovare una mediazione.

http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/05/20/news/torino_oltre_50mila_ingressi_in_due_giorni_mai_vista_tanta_gente_cosi_al_salone-165897163/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...