Pubblicato in: CRONACA

Le uniche imprese che si salvano sono le pubbliche.


Altro che privatizzazione. Da tempo, infatti, tra i grandi gruppi industriali italiani quelli a controllo pubblico sono stati tra i pochi a non issare bandiera bianca ma, al contrario, a continuare a crescere. E l’hanno fatto in un contesto difficile, nel quale gran parte delle aziende private è stata invece ceduta, ha trasferito la sede all’estero o si è rimpicciolita, talvolta al punto di scomparire. La tabella pubblicata in questa pagina è illuminante. Mette a confronto le dieci maggiori società per azioni italiane – escluse banche e servizi finanziari – con quelle di 25 anni fa, un periodo di tempo durante il quale è successo di tutto. Ebbene: nel 1991 erano in mano a imprenditori privati italiani ben sette delle prime dieci società per azioni tricolori, ordinate per dimensioni del giro d’affari. Oggi nella top ten è rimasta un’unica superstite, la Edizione della famiglia Benetton, che controlla gli Autogrill e le autostrade del gruppo Atlantia.

http://espresso.repubblica.it/affari/2017/05/23/news/altro-che-privatizzazioni-le-uniche-imprese-italiane-che-si-salvano-sono-quelle-statali-1.302386?ref=fbpr

esso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...