Pubblicato in: CRONACA

Meno antibiotici in allevamento


maiali

 

Siamo il terzo maggiore utilizzatore di antibiotici negli animali da allevamento in Europa, e il nostro uso è più alto di quello di altri paesi di simili dimensioni (il triplo della Francia, il quintuplo del Regno Unito). Negli ultimi decenni, a causa dell’intensificazione degli allevamenti, gli antibiotici sono diventati uno strumento utilizzato dall’industria della carne per mantenere in vita animali, che, una volta portati al di sopra delle loro possibilità, si ammalano con estrema facilità.

Gli antibiotici negli allevamenti vengono usati per:

  • trattare un animale ammalato (e questo uso è ovviamente necessario)
  • trattare un gruppo di animali che è stato a contatto con quello ammalato (metafilassi)
  • trattare in modo preventivo gli animali, prima ancora che qualcuno si ammali (profilattico)

Questo metodo di somministrazione si chiama metafilattico: viene somministrato l’antibiotico a tutti, così l’animale malato viene curato e gli altri non si ammalano. A volte invece l’antibiotico viene utilizzato in modo profilattico, ovvero ancora prima che gli animali presentino dei segni clinici di una malattia, somministrando l’antibiotico a tutti.
Questo sistema si traduce in un vero e proprio abuso di antibiotici e rischia di rendere inefficaci gli antibiotici che usiamo per curarci.
Infatti, spesso gli antibiotici usati per trattare gli animali sono gli stessi che vengono usati per curare le persone.

Quindi, il sovrautilizzo di antibiotici a livello profilattico espone i batteri agli antibiotici necessari per preservare la salute umana e aumenta la presenza di ceppi di batteri antibiotico resistenti nell’ambiente. I batteri che sopravvivono al trattamento si moltiplicano e possono anche mutarsi in ceppi più virulenti, presentando anche più danni per l’uomo.
La diffusione dagli allevamenti alle persone è purtroppo molto facile: sia tramite le carcasse degli animali, sia tramite gli impianti di ventilazione degli allevamenti e i loro sistemi di gestione rifiuti (e da lì nell’ambiente), che attraverso i trasporti (al macello o da allevamento ad allevamento) o attraverso i lavoratori degli allevamenti stessi. I superbatteri creati dall’uso irresponsabile di antibiotici penetrano nella popolazione umana, diventando una grave minaccia per la nostra salute, Per cui, farmaci efficaci potranno presto non esserlo più e il tasso di mortalità per infezioni una volta trattabili aumenterà.

https://www.ciwf.it/nonnelmiopiatto/salute/antibiotico-resistenza/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...