Pubblicato in: CRONACA

Stanley Greene, lo sguardo come impegno politico


image

Il fotografo Stanley Greene è morto il 19 maggio scorso, all’età di 68 anni, non per le conseguenze di una pallottola in una delle numerose guerre che ha ritratto, ma per un’epatite contratta in uno dei suoi viaggi a rischio.

Si definiva “turista dei disastri” e si dispiaceva per la mancanza di cultura dei giovani colleghi.

Nel 1993, si ritrova da solo intrappolato nella Casa Bianca di Mosca all’epoca del fallito colpo di Stato. Percosso, malmenato, ma alfine vivo e con le preziose immagini impresse sulla pellicola (non ha mai ceduto al digitale, tantomeno al ritocco della postproduzione, lo considerava un tentativo di edulcorare la realtà: «Ci stiamo concentrando così tanto sulla tecnologia da dimenticarci ciò che rende umana la fotografia, il suo fine profondo, trasmettere emozioni»). Da allora non c’è stata guerra che non l’abbia visto partecipe, con una particolare predilezione per quella di Cecenia, i cui segni di sposalizio della causa portava con disinvoltura sul cappello come nelle coccarde delle sciarpe. Il militante che tornava finalmente ad essere aveva trovato una ragione per spendersi di nuovo: engagé, appunto. Bosnia, Ruanda, Libano, Iraq, Siria, Darfur, sono le tappe successive attraversate sempre con la sensazione, da parte del circo dei media, di avere davanti qualcuno di loro, sì, ma che li eccedeva per profondità, esperienza, visione. Il suo arrivo in zona di guerra coincideva con uno scatto di consapevolezza che solo le persone con una marcia in più riescono a trasmettere a chi sta loro attorno. In Iraq, nel conflitto più sporco combattuto dall’Occidente nei tempi recenti, commenterà: «Allah Akbar non è molto diverso da Dio ti benedica».

 

http://espresso.repubblica.it/attualita/2017/06/21/news/stanley-greene-1.304342

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...