Pubblicato in: CRONACA

Quegli “emoticon” che sono il nostro specchio


emo-kiSD-U11003877214090WZF-1024x576@LaStampa.it.jpg

L’Emoticon è la quadratura del cerchio linguistico. Il massimo della sintesi e della economicità con il minimo di impegno fisico e mentale: un solo clic invece che una lunga frase. Gli ideogrammi alla millesima potenza. Una lingua universale . Da cui sono in parte escluse le culture che praticano gestualità non sempre condivise: per esempio l’abitudine cinese di affermare la straordinaria eccellenza di un cibo con un sonoro rutto.

Ma chi ce li fornisce, ci propone anche un nostro ritratto.

A giudicare dall’ultimo aggiornamento: le donne sono svampite e rassegnate, gli uomini abilissimi giocolieri, la rabbia si diffonde sempre di più , va bene mangiare sano ma chi se lo può davvero permettere? Le banche e il malaffare ci succhiano il sangue come vampiri. Il mercato delle armi sottocasa non accenna a diminuire.

http://www.lastampa.it/2017/08/02/societa/lato-boralevi/quegli-emoticon-che-sono-il-nostro-specchio-syrxnZuFnHs38WSbt8BxPK/pagina.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...