Pubblicato in: CRONACA

Le ragazze rapite da Boko Haram in Nigeria che tornano dai loro aguzzini


ragazze

Era il 14 aprile del 2014 quando 223 studentesse di una scuola di Chibok, in Nigeria, vennero sequestrate dai miliziani islamisti di Boko Haram. Che fine hanno fatto, oggi, quelle giovani, per le quali anche l’Occidente si mobilitò sui social grazie all’hashtag #bringbackourgirl? Alcune, una volta liberate, sono tornate dai miliziani che le avevano rapite.  Il nuovo volto della tragedia è quello del plagio e della resa psicologica: segno che la sottomissione è ormai quasi completa, e che sarà difficilissimo vincere quest’ultima battaglia contro gli estremisti islamici che da anni le tengono in pugno.

Tornate nei villaggi in cui sono cresciute, (vittime dei pregiudizi)  non hanno ricevuto  alcun tipo di assistenza psicologica. Anzi i loro vicini le trattano con disprezzo perché sono in molti a pensare che abbiano subito il lavaggio del cervello da Boko Haram. Spesso finiscono dalla padella alla brace, perché a controllare i villaggi sono miliziani che uccidono a caso, la cui brutalità non è da meno rispetto al gruppo di miliziani jihadisti.

 

http://www.iodonna.it/attualita/storie-e-reportage/2016/03/05/le-ragazze-vittime-di-boko-haram-abbiamo-una-colpa-siamo-vive/

http://www.corriere.it/esteri/17_luglio_28/ragazze-rapite-boko-haram-nigeria-che-tornano-loro-aguzzini-067a39f2-736a-11e7-a3f5-e19bfc737a80.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...