Chi ha fatto iniziare l’anno il primo gennaio?


La data del primo gennaio come inizio dell’anno viene spesso legata alla riforma del calendario stabilita da Giulio Cesare nel 46 a.C., quella che introdusse l’anno di 365 giorni e l’anno bisestile di 366 ogni quattro. Fino ad allora, dicono molte fonti, l’anno cominciava il primo marzo. Ma il fatto non è per nulla chiaro.InContinua a leggere “Chi ha fatto iniziare l’anno il primo gennaio?”

I fatti del 2018: Macerata le radici dell’odio sovranista


La tentata strage del neofascita-leghista Luca Traini è il simbolo di un Paese in cui il desiderio di vendetta prevale su quello di giustizia. Un Paese in cui il ministro dell’Interno soffia quotidianamente sul fuoco della rabbia sociale. Dove non mancano soldati pronti a immolarsi per una nazione di soli uomini bianchi. È questo ilContinua a leggere “I fatti del 2018: Macerata le radici dell’odio sovranista”

I fatti del 2018: È mafia Capitale.


Questo è stato l’anno in cui i giudici hanno stabilito che a Roma il fascista Massimo Carminati era a capo di un’associazione di stampo mafioso. Anche se, per fortuna, nella Capitale non ci sono i morti ammazzati per le strade e viene usato da un gruppo il dialetto romanesco anziché quello siciliano o calabrese, esisteContinua a leggere “I fatti del 2018: È mafia Capitale.”

I fatti del 2018: il crollo del ponte Morandi


L’indebolimento dei tiranti di calcestruzzo ha fatto mancare la compressione che teneva legato il viadotto. Il crollo del ponte Morandi a Genova, il 14 agosto lungo l’autostrada A10, mette a dura prova le capacità del governo di Giuseppe Conte nell’affrontare l’emergenza: quarantatré morti, decine di feriti da estrarre dalle macerie, centinaia di sfollati, l’immagine dell’ItaliaContinua a leggere “I fatti del 2018: il crollo del ponte Morandi”