Pubblicato in: CRONACA

Fran­ca Vio­la, la pri­ma “don­na sver­go­gna­ta” che ri­fiu­tò la pras­si del ma­tri­mo­nio ri­pa­ra­to­re.


franca00.jpg

In occasione del suo 71 esimo compleanno. Ben pri­ma che le leg­gi san­cis­se­ro per iscrit­to la di­gni­tà e l’au­to­no­mia fem­mi­ni­le, ben pri­ma che si con­si­de­ras­se na­tu­ra­le pu­ni­re con l’ar­re­sto il rea­to di stu­pro, una sem­pli­ce ra­gaz­za di Al­ca­mo, so­ste­nu­ta dal­la fa­mi­glia, sep­pe dire di no. L’ ar­ti­co­lo 544 del Co­di­ce Pe­na­le re­la­ti­vo al rea­to di vio­len­za car­na­le re­ci­ta­va: «Per i de­lit­ti pre­ve­du­ti dal capo pri­mo e dal­l’ar­ti­co­lo 530, il ma­tri­mo­nio, che l’au­to­re del rea­to con­trag­ga con la per­so­na of­fe­sa, estin­gue il rea­to, an­che ri­guar­do a co­lo­ro che sono con­cor­si nel rea­to me­de­si­mo; e, se vi è sta­ta con­dan­na, ne ces­sa­no l’e­se­cu­zio­ne e gli ef­fet­ti pe­na­li». In pa­ro­le po­ve­re, chi abu­sa­va di una don­na po­te­va “scon­ta­re la pena” sem­pli­ce­men­te spo­san­do la vit­ti­ma così da sal­va­guar­dar­ne l’o­no­re, dato che la vio­len­za ses­sua­le era sem­pli­ce­men­te un ol­trag­gio alla mo­ra­le. Sem­bre­reb­be di par­la­re di una leg­ge me­die­va­le, ma così non è se si pen­sa che in real­tà essa fu abro­ga­ta solo nel 1981 gra­zie al co­rag­gio di una don­na che, cir­ca ven­t’an­ni pri­ma, ave­va ri­fiu­ta­to di spo­sa­re il suo ag­gres­so­re.

 

 

 

http://www.sicilianpost.it/franca-viola-la-prima-donna-svergognata-che-rifiuto-la-prassi-del-matrimonio-riparatore/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...